Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Panoramica sulle lesioni oculari

Di

Ann P. Murchison

, MD, MPH, Wills Eye Emergency Department, Wills Eye Hospital

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Le strutture del massiccio facciale e dell’orbita proteggono gli occhi dalle lesioni. Il bulbo oculare è collocato nell’orbita, una cavità racchiusa da un resistente apparato osseo. Le palpebre hanno la capacità di chiudersi rapidamente e diventare una barriera per l’ingresso di corpi estranei, per cui certe volte l’occhio può tollerare un impatto di piccola entità senza danni.

Grazie a queste caratteristiche protettive, molte lesioni oculari possono non interessare o non danneggiare gravemente il bulbo oculare. Tuttavia, le lesioni devono essere valutate perché, occasionalmente, è presente un danno oculare che necessita di trattamento o influisce sulla vista. In rari casi, si può perdere completamente la vista o è necessaria l’asportazione dell’occhio.

Strutture che proteggono gli occhi

Strutture che proteggono gli occhi

Cause

Le cause comuni di lesione oculare comprendono gli incidenti domestici o industriali (ad esempio l’uso di un martello [vedere Corpi estranei intraoculari], di sostanze chimiche liquide o di detergenti [vedere Ustioni dell’occhio]), le aggressioni, i traumi sportivi (fra cui le lesioni da armi ad aria compressa o che sparano pallini di vernice) e gli incidenti d’auto (incluse le lesioni dovute agli airbag). L’esposizione a una forte luce ultravioletta, ad esempio da un cannello per saldature o dai riflessi del sole sulla neve, può lesionare la membrana trasparente convessa che ricopre la superficie oculare (cornea, vedere Cheratite puntata superficiale). Le persone che presentano lesioni oculari possono avere anche altre lesioni della testa o del collo.

Un impatto può causare lesioni agli occhi e danneggiare

Un impatto può causare lividi (contusioni) e ferite (lacerazioni) dei tessuti dell’occhio. Può produrre un sanguinamento nella parte anteriore dell’occhio (ifema), nella parte posteriore dell’occhio (emorragia vitreale), una lacerazione dell’iride, uno spostamento (lussazione) del cristallino e una rottura (frattura) delle ossa che circondano l’occhio (frattura orbitale).

Valutazione

In casi di lesioni oculari è opportuno consultare un medico. Gli occhiali (se indossati) devono essere portati con sé in modo che si possa valutare la vista della persona con la normale correzione. Questa valutazione può aiutare il medico a capire se un’eventuale alterazione della vista sia un problema nuovo o preesistente.

L’esame dell’occhio può includere un’attenta valutazione della pupilla (il punto nero al centro dell’occhio) e dei movimenti oculari, nonché l’esame con lampada a fessura e l’oftalmoscopia. La lampada a fessura è costituita da una lampadina, una lente di ingrandimento binoculare regolabile e una tavola che regola la posizione di tutti i componenti. L’esame con lampada a fessura valuta principalmente la parte anteriore dell’occhio, in particolare la superficie e le palpebre, mentre con l’oftalmoscopio si valuta soprattutto il fondo oculare. Spesso, l’oftalmoscopia si esegue dopo aver dilatato la pupilla con un collirio, come ad esempio ciclopentolato e fenilefrina, in modo da osservare meglio l’occhio e in particolare la retina.

Se la lesione è grave, specie se interessa la funzione visiva, il medico può prescrivere una visita dall’oftalmologo (un medico specializzato nella valutazione e nel trattamento, chirurgico e non, delle patologie dell’occhio) affinché esamini e curi la persona. Gli occhi lesionati possono essere molto gonfi e la loro apertura può essere difficoltosa; tuttavia, i medici devono aprirli per esaminarli e determinare quali lesioni necessitano di un trattamento. Quasi sempre si riesce ad aprirli con delicatezza, anche se talvolta possono essere necessari degli strumenti. Questo deve essere fatto con cautela per evitare pressioni sul bulbo oculare, nel caso presenti una lacerazione.

Prevenzione

L’uso di protezioni oculari, occhiali di sicurezza od occhiali speciali, come quelli costituiti da lenti in policarbonato in una montatura avvolgente in poliammide, è una precauzione semplice che riduce notevolmente il rischio di lesioni. Occhiali protettivi specifici sono disponibili per numerosi sport, nonché per l’edilizia.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Fratture (Parte II)
Video
Fratture (Parte II)
Il sistema scheletrico è costituito da 206 ossa e fornisce supporto, consente i movimenti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Lacerazione del tendine rotuleo
Modello 3D
Lacerazione del tendine rotuleo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE