Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Vaccino contro l’epatite A

Di

Margot L. Savoy

, MD, MPH, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima revisione/verifica completa ago 2019| Ultima modifica dei contenuti ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Il vaccino contro l’epatite A aiuta a proteggere da tale tipo di epatite. Solitamente, l’epatite A è meno pericolosa dell’epatite B. L’epatite A spesso è asintomatica, anche se può causare febbre, nausea, vomito, ittero e, in rari casi, determinare una grave insufficienza epatica e il decesso. L’epatite A non causa epatite cronica.

L’uso del vaccino ha ridotto il numero di individui affetti da questa patologia.

Per ulteriori informazioni, consultare l’informativa Hepatitis A vaccine information statement dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Somministrazione

Il vaccino contro l’epatite A viene somministrato come iniezione intramuscolare. Nell’ambito delle vaccinazioni infantili di routine, vengono somministrate due dosi a tutti i bambini: solitamente all’età di 12-23 mesi e da 6 a 18 mesi dopo. Dopo la prima dose, si ottiene una protezione completa per un periodo variabile da 6 a 12 mesi; dopo la seconda dose, i bambini sono protetti per un minimo di 14-20 anni. Gli adulti che nell’infanzia hanno completato la serie vaccinale sono protetti per almeno 20 anni.

Il vaccino contro l’epatite A è inoltre consigliato per qualsiasi adulto che desidera una protezione dall’epatite A e per gli adulti maggiormente a rischio di infezione, come quelli appartenenti alle seguenti categorie:

  • Viaggiatori che si recano in aree geografiche in cui la malattia è comune

  • Soggetti che si iniettano sostanze stupefacenti

  • Uomini omosessuali

  • Soggetti che soffrono di patologie epatiche croniche o coagulopatie

  • Adulti sani recentemente esposti al virus dell’epatite A

  • Persone senza fissa dimora

  • Soggetti che prevedono uno stretto contatto con un bambino adottato proveniente da un’area in cui l’epatite A è comune nei 60 giorni successivi al suo arrivo negli Stati Uniti

In presenza di una malattia temporanea, i medici solitamente rimandano la somministrazione del vaccino fino alla sua risoluzione (vedere anche CDC: Who Should NOT Get Vaccinated With These Vaccines?).

Effetti collaterali

La sede dell’iniezione, a volte, diviene dolente, arrossata e gonfia. Non sono stati segnalati effetti collaterali gravi.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Farmaci antivirali
Video
Farmaci antivirali
I virus sono agenti infettivi che penetrano e si replicano nelle cellule sane. Affinché il...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Varicella
Modello 3D
Varicella

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE