Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Infezione dell’esofago

Di

Kristle Lee Lynch

, MD, Perelman School of Medicine at The University of Pennsylvania

Ultima revisione/verifica completa lug 2019| Ultima modifica dei contenuti lug 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’infezione dell’esofago insorge principalmente in soggetti con meccanismi di difesa compromessi che proteggono l’esofago dall’infezione. Le cause principali sono Candida albicans, infezioni da virus dell’herpes simplex e infezione da citomegalovirus.

L’esofago è un tubo cavo che unisce la gola (faringe) allo stomaco. (Vedere anche Panoramica sull’esofago.)

Per proteggere l’esofago da infezioni, esistono numerosi meccanismi di difesa. Tra questi, la produzione di saliva, il normale movimento (motilità) dell’esofago e le cellule del sistema immunitario. Pertanto, sono a rischio di infezione le persone interessate dalle seguenti situazioni: AIDS, trapianto d’organo, alcolismo, diabete, sistema immunitario indebolito o compromesso, denutrizione, cancro o disturbi del movimento (motilità) dell’esofago. In tutti questi soggetti può insorgere infezione da Candida. Le infezioni da virus dell’herpes simplex e da citomegalovirus insorgono principalmente in soggetti affetti da AIDS o sottoposti a trapianto d’organo e in terapia con farmaci immunosoppressori.

Sapevate che...

  • La saliva contribuisce a proteggere l’esofago da infezione.

Il dolore alla deglutizione (odinofagia) è il sintomo tipico. Alcuni soggetti notano altresì difficoltà di deglutizione (disfagia). Queste infezioni causano inoltre ulcere (piaghe) e irritazione nonché il rigonfiamento dell’esofago (esofagite).

Diagnosi

  • Endoscopia

A volte il medico può rilevare segni di infezione da Candida nel cavo orale (mughetto) in soggetti che presentano infezione da Candida dell’esofago. In genere non si riscontrano alterazioni nel cavo orale in presenza di infezioni da virus dell’herpes simplex o da citomegalovirus.

Per diagnosticare un’infezione dell’esofago, in genere il medico esamina l’esofago con una sonda di esplorazione flessibile (endoscopia). Durante un’endoscopia, spesso il medico preleva del tessuto per esaminarlo al microscopio (biopsia).

Trattamento

  • Per l’infezione da Candida, farmaci antimicotici

  • Per l’infezione da virus herpes simplex o da citomegalovirus, farmaci antivirali

I soggetti affetti da Candida sono trattati con farmaci antimicotici come fluconazolo. Il farmaco viene somministrato sotto forma di compresse o, in caso di difficoltà di deglutizione, in forma liquida. Raramente viene iniettato in vena.

I soggetti con infezioni da virus dell’herpes simplex o citomegalovirus sono trattati con farmaci antivirali come aciclovir mediante iniezione endovenosa o altri farmaci antivirali orali.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Digestione
Video
Digestione
La digestione è un processo con il quale il sistema gastrointestinale richiama importanti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stomaco
Modello 3D
Stomaco

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE