Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Sindrome dell'X fragile

Di

Nina N. Powell-Hamilton

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti ott 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La sindrome dell'X fragile è un'anomalia genetica in un cromosoma X che determina disabilità intellettiva e disturbi del comportamento.

La sindrome dell'X fragile è la causa ereditaria più frequente di disabilità intellettiva moderata, con i maschi che risultano più affetti rispetto alle femmine. (La sindrome di Down è la causa più comune di disabilità intellettiva nei maschi, anche se si tratta di una malattia genetica, la maggior parte dei casi è sporadica e non viene ereditata.) Per ulteriori informazioni, vedi la National Fragile X Foundation.

I sintomi della sindrome dell'X fragile sono provocati da un'anomalia del gene FMR1 localizzato sul cromosoma X. L'anomalia è un'espansione da tripletta instabile; le persone non affette hanno < 54 ripetizioni CGG e le persone con la sindrome dell'X fragile ne hanno un numero > 200. Le persone con un numero di ripetizioni CGG tra 55 e 200 hanno una premutazione poiché l'aumento del numero di ripetizioni aumenta la probabilità che un'ulteriore mutazione si traduca in un numero > 200 di ripetizioni nella successiva generazione. A causa del numero relativamente piccolo di coppie di base coinvolte, la sindrome dell'X fragile non è un'anormalità del cromosoma.

La sindrome dell'X fragile colpisce circa 1/4000 maschi e 1/8000 femmine. Le premutazioni sono le più comuni. Le femmine affette sono in genere meno compromesse rispetto ai maschi. Il cromosoma X fragile è ereditato con modalità legata all'X e non sempre causa sintomi clinici.

In passato, l'esame del cariotipo rivelava una strozzatura all'estremità del braccio lungo del cromosoma X, seguito da un filo sottile di materiale genetico, motivo per cui la sindrome era considerata un'anomalia cromosomica. Tuttavia, questo difetto strutturale non appare quando si utilizzano moderne tecniche di citogenetica, e questo è il motivo per cui la sindrome dell'X Fragile è ormai considerata una malattia da singolo-gene e non un'anomalia cromosomica.

Sintomatologia

Le persone con la sindrome dell'X Fragile possono presentare anomalie fisiche, cognitive e comportamentali. Caratteristiche tipiche comprendono grandi, orecchie sporgenti, un mento e fronte prominente, un palato ogivale, e, nei maschi post-puberale, macroorchidismo. Le articolazioni possono essere iperestensibili, e possono insorgere patologie cardiache (prolasso della valvola mitrale).

Anomalie cognitive possono determinare disabilità intellettiva da lieve a moderata. Si possono osservare aspetti autistici, tra i quali linguaggio e comportamento ripetitivi, scarso contatto oculare e ansia sociale.

Le donne con la premutazione possono avere insufficienza ovarica prematura; talvolta si verifica la menopausa intorno ai 30 anni di età.

Diagnosi

  • Test del DNA

In relazione alla gravità dei sintomi, la sindrome dell'X fragile spesso è misconosciuta fino all'età scolare e all'adolescenza. I ragazzi con autismo e ritardo mentale devono essere testati per la sindrome dell'X fragile, specialmente quando hanno parenti materni colpiti allo stesso modo. L'analisi molecolare del DNA viene effettuato per rilevare l'aumento del numero di ripetizioni CGG.

Trattamento

  • Misure di supporto

L'intervento precoce, comprendente riabilitazione logopedica e terapia occupazionale, può aiutare i bambini con sindrome dell'X Fragile a migliorare le loro abilità.

Per alcuni bambini stimolanti, antidepressivi, ansiolitici e farmaci possono essere utili.

Per ulteriori informazioni

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE