Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Rene a spugna midollare

Di

Enrica Fung

, MD, MPH, Loma Linda University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti apr 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Il rene a spugna midollare consiste nella formazione di cisti midollari diffuse e bilaterali dovute ad anomalie dei dotti collettori pericaliceali terminali.

L'eziologia del rene a spugna midollare è sconosciuta, ma la trasmissione genetica si verifica in < 5% dei casi.

La maggior parte dei pazienti è asintomatica e la malattia rimane generalmente non diagnosticata. Predispone alla formazione di calcoli (spesso con secrezione aumentata del calcio urinario) e infezioni delle vie urinarie Introduzione a infezioni delle vie urinarie Le infezioni delle vie urinarie (infezione delle vie urinarie) possono essere classificate in infezioni del tratto superiore, che interessano i reni (pielonefriti), e infezioni del tratto inferiore... maggiori informazioni , per cui i sintomi più frequenti di presentazione sono i seguenti:

Il rene a spugna midollare è una patologia benigna e la prognosi a lungo termine è eccellente. L'ostruzione da parte di calcoli renali Calcoli urinari I calcoli urinari sono concrezioni solide che si formano nel sistema urinario. Possono essere causa di dolore, nausea, vomito, ematuria e, talvolta, brividi e febbre dovuti a infezione secondaria... maggiori informazioni può ridurre temporaneamente la velocità di filtrazione glomerulare e fare aumentare la creatinina sierica.

Diagnosi

  • Urografia TC o endovenosa

La diagnosi viene sospettata in pazienti con calcoli o infezioni delle vie urinarie ricorrenti o sulla base di riscontri RX incidentali come nefrocalcinosi midollare e dotti dilatati pieni di contrasto. Tipicamente, l'analisi delle urine mette in evidenza un'acidosi tubulare renale Acidosi tubulare renale L'acidosi tubulare renale consiste in acidosi e alterazioni elettrolitiche dovute ad anomalie nella secrezione renale di idrogenioni (tipo 1), alterato riassorbimento di bicarbonato (tipo 2)... maggiori informazioni distale incompleta (una franca acidosi metabolica è rara) e una ridotta capacità di concentrazione urinaria in pazienti che non presentano poliuria sintomatica.

La diagnosi viene generalmente confermata mediante la TC, ma si può fare ricorso anche all'urografia EV. L'ecografia non è utile perché le cisti sono piccole e localizzate profondamente nella midollare.

Trattamento

  • Controllo di complicanze (p. es., infezione urinaria, calcoli renali)

Il trattamento è indicato soltanto per le infezioni delle vie urinarie Introduzione a infezioni delle vie urinarie Le infezioni delle vie urinarie (infezione delle vie urinarie) possono essere classificate in infezioni del tratto superiore, che interessano i reni (pielonefriti), e infezioni del tratto inferiore... maggiori informazioni e per la formazione ricorrente di calcoli Calcoli urinari I calcoli urinari sono concrezioni solide che si formano nel sistema urinario. Possono essere causa di dolore, nausea, vomito, ematuria e, talvolta, brividi e febbre dovuti a infezione secondaria... maggiori informazioni . I diuretici tiazidici (p. es., idroclorotiazide 25 mg per via orale 1 volta/die) e un elevato apporto di liquidi possono inibire la formazione di calcoli riducendo la secrezione del calcio urinario e prevenendo la stasi urinaria. Questi effetti possono ridurre l'incidenza delle complicanze ostruttive in pazienti con calcoli ricorrenti.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Nefropatie metaboliche
Diversi disturbi metabolici possono causare nefrite tubulointerstiziale. La nefropatia acuta da urati non è una vera forma di nefrite tubulointerstiziale acuta, ma piuttosto un’uropatia ostruttiva intraluminale. Quale delle seguenti è la causa più comune di questo tipo di nefropatia?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE