Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Carenza di zinco

Di

Larry E. Johnson

, MD, PhD, University of Arkansas for Medical Sciences

Ultima revisione/verifica completa giu 2020| Ultima modifica dei contenuti giu 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La carenza di zinco ha molte cause, fra cui diverse malattie, l’alcolismo e l’uso di diuretici.

  • I soggetti perdono l’appetito e i capelli, possono sentirsi fiacchi e perdere il senso del gusto.

  • Il medico misura il livello di zinco nel sangue e nelle urine, ma non è detto che queste analisi rilevino in modo accurato il livello di zinco presente.

  • Gli integratori di zinco, assunti per via orale, consentono di curare la carenza.

Lo zinco è ampiamente distribuito nell’organismo: ossa, denti, capelli, pelle, fegato, muscoli, globuli bianchi e testicoli. È un componente di oltre 100 enzimi, compresi quelli coinvolti nella formazione dell’RNA (acido ribonucleico) e del DNA (acido desossiribonucleico). (Vedere anche Panoramica sui minerali Panoramica sui minerali I minerali sono necessari per il normale funzionamento delle cellule dell’organismo, che ha bisogno di quantità relativamente abbondanti di Calcio Cloruro Magnesio Fosfato maggiori informazioni ).

I livelli di zinco nell’organismo dipendono dalla quantità di zinco assunta con la dieta. Lo zinco è necessario per la salute della pelle, la cicatrizzazione delle ferite e la crescita.

Gran parte dello zinco assunto con la dieta non viene assorbito. Una dieta ricca di fibre e fitati (presenti in pane integrale, crusca, fagioli, soia, altri legumi e noci) riduce l’assorbimento di zinco.

Il rischio di sviluppare carenza di zinco può dipendere da svariate condizioni. La carenza dovuta a una dieta povera di zinco è rara nei Paesi industrializzati. La carenza di zinco è frequente negli anziani che vivono in un istituto e nelle persone costrette a restare in casa.

Tabella
icon

L’acrodermatite enteropatica, una rara malattia ereditaria che impedisce l’assorbimento dello zinco.

Sintomi della carenza di zinco

I sintomi precoci della carenza di zinco comprendono perdita dell’appetito e, nei neonati e nei bambini, rallentamento della crescita e dello sviluppo. Si possono perdere i capelli a ciuffi, si avverte fiacca e irritabilità, il senso del gusto e dell’olfatto possono ridursi e possono svilupparsi eruzioni cutanee. Negli uomini, può risultare ridotta la produzione del liquido seminale. Il sistema immunitario Panoramica sul sistema immunitario Il sistema immunitario ha il compito di proteggere l’organismo dall’invasione di sostanze estranee o pericolose. Tali invasori includono: Microrganismi (comunemente chiamati germi, come i batteri... maggiori informazioni può essere compromesso e la cicatrizzazione delle ferite può essere rallentata e incompleta.

La carenza di zinco in gravidanza può determinare anomalie congenite nel bambino e peso alla nascita inferiore alla norma.

Nei neonati, i sintomi dell’acrodermatite enteropatica compaiono solitamente al momento dello svezzamento. Questa malattia può causare diarrea e perdita di capelli. Si sviluppa un’eruzione cutanea intorno agli occhi, al naso, alla bocca e sui glutei. Il sistema immunitario può essere compromesso, con conseguente insorgenza di numerose infezioni. La crescita dei bambini può essere alterata.

Diagnosi della carenza di zinco

  • Visita medica

  • Risposta agli integratori di zinco

  • Esami del sangue e delle urine

Il medico sospetta la carenza di zinco sulla base delle circostanze, dei sintomi e della risposta agli integratori di zinco della persona. Vengono inoltre eseguite delle analisi del sangue e delle urine che però potrebbero non rilevare in modo accurato il livello di zinco.

Trattamento della carenza di zinco

  • Integratori di zinco

Gli integratori di zinco vengono assunti per via orale fino alla scomparsa dei sintomi e sono efficaci per l’acrodermatite enteropatica.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE