Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Trombosi del seno cavernoso

Di

James Garrity

, MD, Mayo Clinic College of Medicine and Science

Ultima modifica dei contenuti ago 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La trombosi del seno cavernoso è una patologia molto rara, tipicamente settica, del seno cavernoso, in genere causata da foruncoli nasali o sinusite batterica. La sintomatologia comprende dolore, proptosi, oftalmoplegia, perdita del visus, papilledema e febbre. La diagnosi è confermata dalla TC o dalla RM. La terapia si effettua con antibiotici EV. Le complicanze sono frequenti e la prognosi è riservata.

Eziologia della trombosi del seno cavernoso

I seni cavernosi sono seni trabecolati situati alla base del cranio, che drenano il sangue venoso dalle vene facciali. La trombosi del seno cavernoso è una complicanza estremamente rara di comuni infezioni del volto, in particolare foruncoli nasali (50%), sinusiti Sinusite La sinusite è l'infiammazione dei seni paranasali dovuta a infezioni virali, batteriche o fungine o a reazioni allergiche. I sintomi comprendono ostruzione e congestione nasale, rinorrea... maggiori informazioni Sinusite sfenoidali o etmoidali (30%), infezioni dentali (10%). L'agente patogeno più diffuso è lo Staphylococcus aureus (70%), seguito dallo Streptococcus spp; gli anaerobi sono più frequenti quando la patologia di base è rappresentata da infezioni dentali o sinusali.

Fisiopatologia della trombosi del seno cavernoso

Sintomatologia della trombosi del seno cavernoso

I sintomi iniziali della trombosi del seno cavernoso consistono in cefalea o dolore facciale progressivamente ingravescente, in genere monolaterali e localizzati alla regione retrorbitaria e frontale. È frequente la febbre elevata. In seguito, si sviluppano oftalmoplegia (tipicamente del VI nervo cranico, allo stadio iniziale), proptosi e edema palpebrale che spesso divengono bilaterali. La sensibilità del volto può essere ridotta o assente. Segni di diffusione al sistema nervoso centrale sono la riduzione del livello di coscienza, la confusione e i deficit focali neurologici. I pazienti con trombosi del seno cavernoso possono anche avere anisocoria o midriasi (disfunzione del III nervo cranico), papilledema Papilledema Il papilledema è la tumefazione del disco ottico dovuta a un aumento della pressione endocranica. Un edema del disco ottico derivante da cause che non comportano un aumento della pressione... maggiori informazioni e perdita della vista.

Diagnosi della trombosi del seno cavernoso

  • RM o TC

La trombosi del seno cavernoso spesso non viene diagnosticata a causa della sua rarità. Deve essere considerata in pazienti che hanno segni compatibili con cellulite orbitaria Cellulite presettale e orbitaria La cellulite presettale (cellulite periorbitaria) è un'infezione della palpebra e della cute circostante anteriormente al setto orbitario. La cellulite orbitaria è un'infezione... maggiori informazioni Cellulite presettale e orbitaria . Le caratteristiche che distinguono la trombosi del seno cavernoso dalla cellulite orbitaria comprendono disfunzione dei nervi cranici, coinvolgimento oculare bilaterale e alterazioni dello stato mentale.

La diagnosi è basata sugli studi di neuroimaging. La RM è lo studio di elezione, ma anche la TC risulta essere utile. Test complementari utili possono comprendere l'emocoltura e la puntura lombare Puntura lombare (rachicentesi) La puntura lombare viene utilizzata per: Valutare la pressione endocranica e la composizione del liquido cerebrospinale (vedi tabella Anomalie del fluido cerebrospinale in vari disturbi) Sul... maggiori informazioni .

Prognosi della trombosi del seno cavernoso

La mortalità nell'era antibiotica è di circa il 15-20%. Un ulteriore 40% sviluppa gravi sequele (p. es., oftalmoplegia, cecità, disabilità secondaria ad ictus, ipopituitarismo), che possono essere permanenti.

Trattamento della trombosi del seno cavernoso

  • Terapia antibiotica EV ad alte dosi

  • A volte corticosteroidi

Le terapie antibiotiche iniziali per i pazienti con trombosi del seno cavernoso comprendono nafcillina od oxacillina da 1 a 2 g ogni 4-6 h associate a una cefalosporina di terza generazione (p. es., ceftriaxone 1 g ogni 12 h). Nelle zone in cui lo S. aureus meticillino-resistente è prevalente, la nafcillina o l'oxacillina devono essere sostituite con vancomicina 1 g EV ogni 12 h. Un farmaco contro i germi anaerobi (p. es., metronidazolo 500 mg ogni 8 h) deve essere aggiunto in presenza di una sottostante sinusite o infezione dentaria.

Nei casi in cui la malattia di base è rappresentata da una sinusite Trattamento La sinusite è l'infiammazione dei seni paranasali dovuta a infezioni virali, batteriche o fungine o a reazioni allergiche. I sintomi comprendono ostruzione e congestione nasale, rinorrea... maggiori informazioni  Trattamento sfenoidale, è indicato il drenaggio chirurgico del seno, soprattutto se non vi è risposta clinica agli antibiotici entro 24 h.

La terapia secondaria per la trombosi del seno cavernoso può comprendere corticosteroidi (p. es., desametasone 10 mg EV o per via orale ogni 6 h) per la disfunzione dei nervi cranici; l'uso di anticoagulanti è controverso, poiché la maggior parte dei pazienti risponde agli antibiotici, e gli effetti avversi possono superare i benefici.

Per ulteriori informazioni

A seguire vi sono risorse in lingua inglese che possono essere utili. Si noti che il Manuale non è responsabile per il contenuto di questa risorsa.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
PARTE SUPERIORE