Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Corpi esofagei estranei

Di

Zubair Malik

, MD, Temple University Hospital

Ultima modifica dei contenuti gen 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Gli alimenti e una varietà di altri oggetti ingeriti possono ostruire l'esofago. I corpi estranei esofagei causano disfagia e talvolta portano alla perforazione. La diagnosi è clinica, ma possono essere necessari studi di imaging ed endoscopia. Alcuni oggetti possono essere deglutiti spontaneamente, ma è spesso necessario l'avanzamento o la rimozione endoscopici.

L'esofago è la sede più comune di arresto del corpo estraneo. Le ostruzioni dovute al cibo sono la causa più comune di corpi esofagei estranei. I grossi pezzi di cibo a superficie liscia (p. es., bistecca, hot dog) possono essere facilmente ingoiati inavvertitamente prima di esser stati masticati a sufficienza. Le ossa, e le lische di pesce in particolare, possono essere ingerite se la carne che le contiene non viene masticata adeguatamente.

I neonati ed i bambini piccoli non hanno una coordinazione orofaringea completamente matura e spesso involontariamente possono ingoiare alimenti di piccole dimensioni tondeggianti (p. es., uva, arachidi, caramelle), che possono dare ostruzione. Inoltre, neonati e bambini spesso ingoiano una grande varietà di oggetti non commestibili (p. es., monete, batterie) accidentalmente o perché sono curiosi, e alcuni di questi oggetti restano bloccati nell'esofago. Le batterie a forma di disco sono particolarmente pericolose in quanto possono causare ustioni esofagee, perforazione o fistola tracheoesofagea.

I corpi estranei nell'esofago di solito si collocano in quelle zone dove esiste un restringimento del lume fisiologico o patologico. Il restringimento del lume luminale può essere causato da sfinteri (sfintere esofageo inferiore, sfintere esofageo superiore), strutture vascolari esterne (p. es., arco aortico, arteria succlavia aberrante), diaframmi, anelli, stenosi, tumori benigni, tumori cancerosi, acalasia, spasmo esofageo diffuso, intervento chirurgico precedente e esofagite eosinofila.

Complicanze

Le complicanze principali dei corpi estranei esofagei sono

L'ostruzione può essere parziale (p. es., il paziente può deglutire liquidi o le sue secrezioni orali) o completa. L'ostruzione parziale è meno pericolosa tranne se essa coinvolge un oggetto appuntito incorporato nella parete, che può portare alla perforazione. L'ostruzione completa è mal tollerata clinicamente, e anche un oggetto a superficie liscia, fortemente bloccato, può provocare una necrosi da compressione e aumenta il rischio di perforazione se esso permane nell'esofago per più di 24 h.

Le complicazioni dipendono anche dalla natura dell'oggetto coinvolto. Nonostante le piccole dimensioni, le batterie a forma di disco o di bottone sono particolarmente pericolose in quanto possono verificarsi rapidamente necrosi da liquefazione e perforazione.

Sintomatologia

Il sintomo più presente è un'acuta disfagia. I pazienti con ostruzione completa dell'esofago tendono all'ipersalivazione e non sono in grado di deglutire secrezioni orali. Altri sintomi comprendono: senso di gonfiore retrosternale, rigurgito, odinofagia, saliva macchiata di sangue, conati di vomito e senso di soffocamento. L'iperventilazione derivante da ansia e disagio spesso dà l'apparenza di distress respiratorio, ma la vera dispnea può essere riconosciuta all'auscultazione dove la presenza di stridore o sibili suggerisce fortemente che il corpo estraneo sia nelle vie aeree, piuttosto che nell'esofago.

A volte, i corpi estranei graffiano l'esofago ma non si bloccano. In questi casi, i pazienti possono riferire la sensazione di corpo estraneo anche se il corpo estraneo non è più presente.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

  • Talvolta diagnostica per immagini

  • Spesso valutazione endoscopica

Molti pazienti forniscono una chiara anamnesi di ingestione; quelli con sintomi così significativi che suggeriscono che l'ostruzione sia completa devono essere immediatamente sottoposti ad endoscopia terapeutica. I pazienti con sintomi minimi che sono in grado di deglutire normalmente potrebbero non avere un corpo estraneo bloccato e possono essere seguiti in attesa della risoluzione dei sintomi. Altri pazienti possono richiedere la diagnostica per immagini.

Alcuni pazienti, come i bambini, gli adulti con problemi mentali, gli anziani, e quelli con malattie psichiatriche, potrebbero non essere in grado di fornire un'adeguata anamnesi di ingestione. Questi pazienti possono presentare soffocamento, rifiuto di mangiare, vomito, presenza di bava, dispnea, saliva macchiata di sangue, o distress respiratorio. Gli studi di imaging potrebbero essere necessari anche per questi pazienti.

Alcuni corpi estranei possono essere rilevati in RX standard (diretta) (preferibilmente in doppia proiezione). Questi raggi X sono la migliore tecnica per il rilevamento di oggetti estranei e carni nonché per rilevare segni di perforazione (p. es., aria libera nel mediastino o nel peritoneo). Tuttavia, lische di pesce e anche alcuni tipi di ossa di pollo, legno, plastica, vetro e oggetti di metallo sottili possono essere difficili da identificare alla RX standard (diretta). Se vi è il sospetto di un corpo estraneo o di ingestione di corpi estranei intenzionali o pericolosi (p. es., pacchetti di sostanze illecite), gli studi per immagini, come la TC, devono essere eseguiti, a volte prima dell'endoscopia, per confermare e localizzare il corpo estraneo. La valutazione endoscopica è in genere necessaria in quei pazienti con sospetta ingestione di un corpo estraneo e sintomi in corso, nonostante i risultati di imaging si siano rivelati negativi.

In genere, uno studio orale di imaging di contrasto non deve essere eseguito a causa del rischio di aspirazione e di perdita di contrasto nei pazienti con perforazione. Inoltre, la presenza di materiale di contrasto residuo può rendere più difficile il successivo recupero endoscopico.

Trattamento

  • A volte osservazione e/o glucagone EV

  • Spesso rimozione endoscopica

Alcuni corpi estranei passano spontaneamente nello stomaco, dopo di che tipicamente passano completamente attraverso il tratto gastrointestinale e vengono espulsi. I pazienti che non presentano sintomi di grave ostruzione e che non hanno ingerito oggetti taglienti o batterie a forma di disco o di bottone in genere possono tranquillamente essere osservati per un massimo di 24 h in attesa del passaggio spontaneo dell'oggetto ingoiato, che verrà suggerito dalla scomparsa dei sintomi. La somministrazione di glucagone 1 mg EV è una scelta relativamente sicura ed accettabile che a volte rilassando l'esofago distale permette il passaggio spontaneo del bolo alimentare. Altri metodi, come l'uso di sostanze effervescenti, di inteneritori della carne e del cateterismo, non sono raccomandati.

I corpi estranei che non passano entro 24 h (1) devono essere rimossi perché il ritardo aumenta il rischio di complicanze, tra cui perforazione, e diminuisce la probabilità di una rimozione con successo.

L'avanzamento endoscopico del bolo nello stomaco o la rimozione endoscopica rappresentano il trattamento di scelta. L'avanzamento endoscopico è preceduto dal tentativo di far passare l'endoscopio attorno al bolo alimentare e dall'esame dell'esofago distale al bolo (p. es., per il restringimento del lume o per le lesioni ostruenti) e poi viene realizzato applicando una leggera pressione al centro del bolo alimentare. Per ridurre al minimo il rischio di perforazione, questa procedura deve essere eseguita solo da un endoscopista esperto. La rimozione viene meglio ottenuta utilizzando una pinza, un cestello o un'ansa, preferibilmente con una camicia di protezione nell'esofago o con intubazione orotracheale per prevenire l'inalazione e per proteggere la via aerea (2).

L'endoscopia d'urgenza è necessaria per oggetti appuntiti, batterie a disco o a bottone, e ogni ostruzione che causi sintomi significativi.

Sono raccomandati follow up per la valutazione delle anomalie strutturali e funzionali nei pazienti con occlusione di cibo esofagea.

Riferimenti relativi al trattamento

Punti chiave

  • L'esofago è la sede più comune di arresto del corpo estraneo ingerito.

  • Il sintomo principale che si presenta è la disfagia acuta; i pazienti con ostruzione completa dell'esofago tendono all'ipersalivazione e non sono in grado di deglutire le secrezioni orali.

  • L'ostruzione completa può provocare necrosi da compressione e aumenta il rischio di perforazione se permane per più di 24 h.

  • L'endoscopia d'urgenza è necessaria per oggetti appuntiti, batterie a disco o a bottone, e ogni ostruzione che causi sintomi significativi.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE