Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Esofagite eosinofila

Di

Kristle Lee Lynch

, MD, Perelman School of Medicine at The University of Pennsylvania

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

L'esofagite eosinofila è una malattia immuno-mediata cronica dell'esofago con conseguente e predominante infiammazione eosinofila dell'esofago; può causare sintomi simili al reflusso, disfagia, e occlusione da cibo.

L'esofagite eosinofila è una malattia sempre più riconosciuta che può iniziare in qualsiasi momento tra infanzia ed età adulta; si manifesta occasionalmente in adulti più anziani. È più frequente negli uomini.

La causa di esofagite eosinofila è probabilmente una risposta immunitaria agli antigeni alimentari in pazienti con suscettibilità genetica; anche gli allergeni ambientali possono essere degli scatenanti. L'infiammazione esofagea cronica non trattata alla fine può portare a restringimento e stenosi dell'esofago.

Sintomi

Neonati e bambini possono presentare rifiuto del cibo, vomito e/o dolore toracico.

Negli adulti, l'occlusione da cibo a volte è la prima manifestazione, e la maggior parte dei pazienti presenta disfagia. Possono verificarsi sintomi da malattia da reflusso gastroesofageo, come bruciore di stomaco.

I pazienti spesso hanno anche manifestazioni di altre patologie atopiche (p. es., asma, eczema, rinite allergica).

Diagnosi

  • Endoscopia con biopsia

  • Talvolta pasto baritato

La diagnosi di esofagite eosinofila è spesso presa in considerazione quando i sintomi di reflusso non rispondono alla terapia acido-soppressiva. Va inoltre considerata negli adulti che si presentano con occlusione esofagea da cibo o negli adulti che hanno dolore toracico non cardiaco.

La diagnosi richiede l'endoscopia con biopsia che mostra infiltrazione eosinofila (> 15 eosinofili/per campo). Anche se anormalità visibili (p. es., solchi lineari, stenosi, anelli circolari, perdita di segni vascolari, essudati bianchi) possono essere evidenti all'endoscopia, l'aspetto può essere normale, quindi le biopsie sono essenziali. Poiché la malattia da reflusso gastroesofageo può anche causare infiltrati eosinofili, i pazienti che hanno principalmente sintomi di reflusso meriterebbero l'endoscopia solo dopo il fallimento di un tentativo di 2 mesi con inibitore di pompa protonica.

Un pasto baritato può mostrare anelli circolari impilati (esofago felino), un restringimento del calibro esofageo, o stenosi.

Il test per le allergie alimentari è spesso eseguito per identificare possibili fattori scatenanti; alternative includono test cutanei, test di radioallergoassorbimento, o tentativo con una dieta di eliminazione.

Trattamento

  • Corticosteroidi topici

  • Dieta di eliminazione

  • Talvolta dilatazione esofagea

Negli adulti, i corticosteroidi topici sono di solito somministrati per il trattamento dell'esofagite eosinofila. I pazienti possono utilizzare un inalatore multi-dose di fluticasone (220 mcg) o budesonide (180 mcg) 30 minuti prima di colazione e 30 minuti prima di cena; si spruzza il farmaco in bocca senza inalare e poi si ingoia. La budesonide (varie dosi) miscelata con un addensante (il più delle volte un sostituto dello zucchero) e inghiottita 30 minuti prima di colazione e 30 minuti prima di cena può anche essere mescolata in un impasto e ingerita. Viene somministrata per 8 settimane per determinarne l'efficacia. Se il paziente raggiunge la remissione con questa terapia, quest'ultima viene spesso proseguita indefinitamente.

Gli studi recenti dimostrano che gli anticorpi monoclonali contro l'IL-13 e l'IL-5 possono essere utili, ma sono necessari ulteriori studi.

Vengono provati anche cambiamenti nella dieta e sono di solito più efficaci nei bambini rispetto agli adulti; gli allergeni alimentari individuati dai test sono eliminati dalla dieta oppure i pazienti possono seguire una dieta di eliminazione prestabilita ( Cibi consentiti nelle diete di esclusione*).

I pazienti che hanno stenosi significative possono avere bisogno di una cauta dilatazione esofagea utilizzando un palloncino o un dilatatore esofageo; dilatazioni progressive multiple, caute, vengono effettuate per aiutare a prevenire lacerazioni esofagee o perforazioni.

Per ulteriori informazioni

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Paracentesi
Video
Paracentesi
Modelli 3D
Vedi Tutto
Ischemia mesenterica, flusso sanguigno intestinale
Modello 3D
Ischemia mesenterica, flusso sanguigno intestinale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE