Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Neuronite vestibolare

(Labirintite virale)

Di

Lawrence R. Lustig

, MD, Columbia University Medical Center and New York Presbyterian Hospital

Ultima modifica dei contenuti apr 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La neuronite vestibolare determina un episodio di vertigine autolimitantesi, verosimilmente dovuto a infiammazione della porzione vestibolare dell'VIII nervo cranico; può persistere un certo grado di disfunzione vestibolare.

Talvolta la neuronite vestibolare è usata come sinonimo di labirintite virale. Tuttavia la neuronite vestibolare si presenta solo con le vertigini, mentre la labirintite virale è anche accompagnata da acufene, perdita dell'udito o entrambi.

Benché l'eziologia non sia chiara, si sospetta una causa virale.

Sintomatologia

I sintomi della neuronite vestibolare comprendono un singolo attacco di grave vertigine, con nausea e vomito e nistagmo persistente verso il lato affetto, che dura 7-10 giorni. Il nistagmo è monodirezionale, orizzontale e spontaneo, con la sua fase rapida battente nella direzione dell'orecchio non colpito. L'assenza di acufeni o ipoacusia concomitanti è un segno caratteristico della neuronite vestibolare e aiuta a distinguerla dalla malattia di Ménière così come la labirintite.

Tale condizione regredisce lentamente dopo l'episodio iniziale nel corso di giorni o settimane. Alcuni pazienti hanno disturbi residui dell'equilibrio, soprattutto correlati a rapidi movimenti del capo, dovuti probabilmente a danno vestibolare permanente.

Diagnosi

  • Audiologia, elettronistagmografia e RM

I pazienti in cui si sospetta una neuronite vestibolare sono sottoposti a valutazione audiologica, elettronistagmografia con test calorico e RM con gadolinio dell'encefalo, prestando attenzione ai canali uditivi interni per escludere altre diagnosi, come un tumore dell'angolo pontocerebellare, un'emorragia nel tronco encefalico o un infarto. La RM può mostrare un'accentuazione dei nervi vestibolari, compatibile con neurite infiammatoria.

Trattamento

  • L'attenuazione dei sintomi avviene mediante somministrazione di antiemetici, antistaminici o benzodiazepine

I sintomi della neuronite vestibolare sono trattati sintomaticamente a breve termine come nella malattia di Ménière, ossia con anticolinergici, antiemetici (p. es., proclorperazina o prometazina 25 mg per via rettale o 10 mg per via orale ogni 6-8 h), antistaminici o benzodiazepine e una dose elevata di corticosteroide a rilascio rapido. Se il vomito è prolungato, possono essere necessarie infusioni di liquidi ed elettroliti EV. L'uso a lungo termine (ossia, per più di alcune settimane) di soppressori vestibolari è altamente sconsigliato perché questi farmaci ritardano il compenso vestibolare, soprattutto nei soggetti anziani. La riabilitazione vestibolare (in genere somministrata da un fisioterapista) aiuta a compensare eventuali deficit vestibolari residui.

Punti chiave

  • I pazienti presentano una vertigine costante e grave associata a nausea, vomito e nistagmo verso il lato affetto che dura da giorni a settimane.

  • Non vi è perdita dell'udito o acufeni.

  • Si effettuano test per escludere la presenza di altri disturbi.

  • Il trattamento è sintomatico e include antiemetici e antistaminici o benzodiazepine; l'utilizzo di corticosteroidi in alcuni casi può essere utile.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come rimuovere il cerume
Video
Come rimuovere il cerume
Modelli 3D
Vedi Tutto
Laringe, la membrana tiroioidea
Modello 3D
Laringe, la membrana tiroioidea

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE