Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Punture di zecca

Di

Robert A. Barish

, MD, MBA, University of Illinois at Chicago;


Thomas Arnold

, MD, Department of Emergency Medicine, LSU Health Sciences Center Shreveport

Revisione completa giu 2022
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Le zecche, come gli acari, sono strettamente affini ai ragni. Queste piccole creature, talvolta trasportate come parassiti sul corpo degli esseri umani e degli animali, possono trasmettere malattie all’uomo.

Il morso della zecca pajaroello (Ornithodorus), che si trova in Messico e nel sudovest degli Stati Uniti, produce vescicole piene di pus che si rompono lasciando ulcere aperte che formano spesse croste nere (escare).

La maggior parte delle punture di zecche non trasmettono alcuna malattia e sono indolori. Tuttavia, esse causano spesso un pomfo rosso e prurito nella sede della puntura e, in alcune persone, possono provocare reazioni cutanee allergiche.

Paralisi da zecche

Nel Nord America, alcune specie di zecche secernono una tossina che provoca paralisi. I sintomi della paralisi da zecche sono debolezza e affaticamento, talvolta anche irrequietezza, debolezza e irritabilità. Dopo pochi giorni, si sviluppa una paralisi progressiva, che di solito inizia dagli arti inferiori. Anche i muscoli che controllano il respiro si paralizzano.

Trattamento delle punture di zecca

  • Rimozione della zecca

  • Applicazione di antisettici

  • A volte, un antibiotico per via orale per prevenire la malattia di Lyme

Le punture di zecca si possono prevenire prendendo precauzioni nelle zone in cui questi insetti sono comuni.

Prevenzione delle punture di zecca

È possibile ridurre il rischio di imbattersi o di essere punti dalle zecche prendendo le seguenti misure:

  • Rimanere sui percorsi e sulle piste battute nelle aree boscose

  • Camminare nel centro delle piste per evitare di sfiorare cespugli e erbacce

  • Non sedersi a terra o sui muretti di pietre

  • Indossare magliette a maniche lunghe

  • Indossare pantaloni lunghi e rimboccarli negli stivali o nelle calze

  • Indossare abiti di colore chiaro, che consentono di vedere meglio le zecche

  • Applicare sulla pelle un repellente per insetti che contenga dietiltoluamide (DEET)

  • Applicare un repellente per insetti contenente permetrina sugli indumenti o indossare abbigliamento pretrattato con permetrina disponibile sul mercato

Di solito, la malattia di Lyme si trasmette attraverso le zecche dei cervi giovani (ninfe), molto più piccole di quelle dei cani. I soggetti che possono essere stati esposti alle zecche devono controllare ogni giorno attentamente il proprio corpo, soprattutto le aree coperte da peli. L’ispezione è efficace perché le zecche devono restare attaccate per oltre un giorno e mezzo per trasmettere la malattia di Lyme.

Per rimuovere una zecca, si devono utilizzare delle pinzette a punta sottile, afferrando la zecca dalla testa o dalla parte della bocca esattamente nel punto in cui è ancorata alla pelle ed estraendola gradualmente. Non afferrare o schiacciare il corpo della zecca. Non si devono utilizzare vaselina, alcol, fiammiferi accesi o altre sostanze irritanti.

Zecca del cervo

La rimozione delle zecche deve avvenire il prima possibile. Il modo migliore per rimuoverle è quello di prendere l’insetto con delle pinzette curve il più vicino possibile alla cute e tirandolo fuori direttamente. La testa della zecca, che può non uscire insieme al corpo, deve essere tolta, perché può causare un’infiammazione cronica. La maggior parte dei metodi comunemente usati per rimuovere una zecca, come l’applicazione di alcol, diluenti per smalti, vaselina o fiammiferi caldi, è inefficace e può causare danni alla cute o stimolare la zecca a espellere saliva infetta nella sede del morso.

Sapevate che...

  • Il modo migliore per togliere una zecca è utilizzare le pinzette, staccandola direttamente.

Una volta rimossa la zecca, si deve applicare un antisettico. In caso di gonfiore o di discromia, può essere utile somministrare un antistaminico. Se si ha l’impressione che la zecca sia rimasta in sede per un periodo prolungato (la zecca è molto gonfia) o che nella zona sia diffusa la malattia di Lyme, i medici possono somministrare un antibiotico per prevenire quest’ultima.

Se una puntura di zecca, come una puntura di zecca pajaroello, provoca un significativo danno cutaneo, il medico pulisce e rimuove eventuali tessuti morti dalla ferita in modo approfondito e può applicare sull’area corticosteroidi e antisettici, per prevenire un ulteriore danno cutaneo e le infezioni.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE