Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Avvelenamento da piante e arbusti

Di

Gerald F. O’Malley

, DO, Grand Strand Regional Medical Center;


Rika O’Malley

, MD, Albert Einstein Medical Center

Ultima revisione/verifica completa feb 2019| Ultima modifica dei contenuti feb 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Alcune piante comuni sono velenose, ma in genere l’avvelenamento è improbabile, a meno che non vengano ingerite in grandi quantità (ad esempio se le foglie e altri componenti sono concentrati in pasta o infusi in un tè) o la pianta non sia altamente tossica. Alcune piante sono altamente tossiche e potenzialmente letali: semi di ricino, semi di abro, cicuta e cicuta maculata, oltre a oleandro e digitale, che contengono glicosidi digitalici. Pochi avvelenamenti da piante possono essere curati con antidoti specifici. (Vedere anche Panoramica sull’avvelenamento)

Molte altre piante hanno effetti tossici minori ( Piante moderatamente velenose).

Semi di ricino e abro

La ricina contenuta nei relativi semi è un veleno estremamente concentrato, utilizzato in tentativi di omicidio e come arma per stragi di massa. I semi di ricino hanno un involucro molto duro quindi devono essere masticati per rilasciare il veleno.

I semi di abro contengono abrina, una tossina correlata e più potente che causa la morte dopo l’ingestione. È sufficiente un solo seme per uccidere un bambino.

L’avvelenamento da semi di ricino o di abro provoca grave vomito e diarrea (spesso con presenza di sangue) dopo un certo periodo e successivamente causa delirio e convulsioni. Può portare al coma e alla morte. I medici a volte tentano di eliminare i semi dallo stomaco e dall’intestino prima che vengano assorbiti.

Cicuta

L’avvelenamento da cicuta provoca sintomi in 15 minuti, a cominciare dalla bocca secca e successivamente accelerazione del battito cardiaco, tremori, sudorazione, convulsioni e debolezza muscolare. La cicuta maculata può provocare vomito e diarrea, delirio, convulsioni e coma.

Oleandro, digitale e mughetto

L’oleandro, la digitale e il mughetto, simile alla digitale ma meno tossico, causano vomito e diarrea, stato confusionale, battito cardiaco irregolare e alti livelli di potassio nel sangue. Queste piante contengono una sostanza molto simile alla digossina, un farmaco cardiaco. Talvolta per rimediare all’intossicazione da queste piante si interviene con un farmaco utilizzato per il sovradosaggio della digossina.

Tabella
icon

Piante moderatamente velenose

Pianta

Sintomi

Trattamento

Aloe e piante affini

Gastroenterite, infiammazione dei reni e irritazione cutanea

Cure di supporto* se la pianta viene ingerita e lavaggi (irrigazione) con acqua e sapone in caso di cute irritata

Noccioli di albicocca, ciliegia selvatica e pesca, semi di mela e di altri frutti (della specie Prunus e Malus) nel caso in cui vengano masticati e ingeriti in grandi quantità.

Sintomi da mancanza di ossigeno, come nausea, vertigini, difficoltà di concentrazione, cefalea, vomito, sonnolenza e scarsa coordinazione (simili a quelli dell’avvelenamento da monossido di carbonio)

Per l’avvelenamento grave, si somministra idrossicobalamina per via endovenosa e un kit di antidoti per il cianuro (compreso nitrato di amile per inalazione e nitrito di sodio e tiosolfato di sodio per via endovenosa)

Aristolochia

Formazione di tessuto cicatriziale nei reni

Cure di supporto*

Azalea

Sintomi colinergici

Cure di supporto* e atropina

Caladio (detto anche orecchio di elefante) e piante affini

Irritazione della bocca dovuta a cristalli di ossalato di calcio nelle foglie

Cure di supporto* e uso di latte o gelati per dissolvere l’irritante

Capsico e piante affini (pepe)

Irritazione della cute e delle mucose

Cure di supporto* e irrigazione della zona interessata con acqua per lavare via la sostanza

Colchicina (crochi autunnali, colchico o gloriosa)

Gastroenterite ritardata e disfunzione (insufficienza) di molti organi

Interferenza con la capacità del midollo osseo di produrre globuli bianchi, globuli rossi e piastrine, causando eventualmente anemia, infezione e/o sanguinamento

Cure di supporto*

Belladonna

Sintomi anticolinergici, temperatura corporea alta, convulsioni e allucinazioni

Cure di supporto*

Per la temperatura alta o le convulsioni, eventualmente fisostigmina

Dieffenbachia

Danno alla bocca dovuti a cristalli di ossalato di calcio nelle foglie

Cure di supporto* e uso di latte o gelati per dissolvere i cristalli

Fave

In soggetti con carenza dell’enzima G6PD (che protegge i globuli rossi), gastroenterite, febbre, cefalea e anemia emolitica

Cure di supporto*

In caso di anemia grave e avvelenamento, si considera la rimozione graduale e sostituzione del sangue con volumi equivalenti di sangue da donatori recenti (trasfusione di scambio)

Patate verdi e patate con germogli

Gastroenterite, allucinazioni e delirio

Cure di supporto*

Bacche di agrifoglio

Gastroenterite

Cure di supporto*

Stramonio

Sintomi anticolinergici, temperatura corporea alta, convulsioni e allucinazioni

Cure di supporto*

Per la temperatura alta o le convulsioni, eventualmente fisostigmina

Liquirizia (pianta grezza)

Scarso potassio nel sangue, pressione sanguigna alta e gonfiore dovuto a ritenzione idrica (edema)

Cure di supporto*

Mughetto

Eccesso di potassio nel sangue e ritmo cardiaco anomalo (aritmia)

Cure di supporto* e anticorpi anti-digitale

Vischio

Gastroenterite

Cure di supporto*

Napello

Rallentamento della frequenza cardiaca, ritmo cardiaco anomalo, torpore, formicolio e debolezza.

Cure di supporto*

Talvolta bicarbonato di sodio per via endovenosa

Ortica

Prurito e bruciore della cute

Cure di supporto*

Morella (comune o rampicante)

Gastroenterite, allucinazioni e delirio

Cure di supporto*

Belladonna

Sintomi anticolinergici, temperatura corporea alta, convulsioni e allucinazioni

Cure di supporto*

Per la temperatura alta o le convulsioni, eventualmente fisostigmina

Mentuccia

Danni epatici (se gravi, comportano ittero, stato confusionale e tendenza al sanguinamento)

Acetilcisteina

Filodendro e piante affini

Danno alla bocca dovuti a cristalli di ossalato di calcio nelle foglie

Cure di supporto* e uso di latte o gelati per dissolvere i cristalli

Poinsettia (stella di Natale)

Lieve irritazione se in contatto con le mucose della bocca, del naso, della vagina e dell’uretra

Non necessario

Edera velenosa

Infiammazione della cute (dermatite) o delle mucose

Evitamento degli irritanti conosciuti; trattamento dei sintomi specifici

Phytolacca americana

Gastroenterite

Irritazione se in contatto con le mucose della bocca, del naso, della vagina e dell’uretra

Cure di supporto*

Pothos

Danno alla bocca dovuti a cristalli di ossalato di calcio nelle foglie

Cure di supporto* e uso di latte o gelati per dissolvere i cristalli

Tasso

Gastroenterite

Raramente, convulsioni, ritmo cardiaco anomalo e coma

Cure di supporto*

*Le cure di supporto possono basarsi su liquidi per via endovenosa, trattamenti per mantenere le funzioni organiche (come i farmaci antipiretici), farmaci per aumentare la pressione sanguigna, se questa diminuisce, e un respiratore.

I sintomi colinergici comprendono frequenza cardiaca rallentata, contrazioni cardiache deboli, pressione sanguigna pericolosamente bassa, respiro affannoso (a causa della costrizione delle vie aeree), arrossamento, crampi addominali, diarrea, aumento della minzione e della salivazione, occhi acquosi, aumento della sudorazione e crampi muscolari.

I sintomi anticolinergici comprendono stato confusionale, offuscamento della vista, stipsi, bocca secca, stordimento, difficoltà di avvio e continuazione della minzione e perdita del controllo vescicale.

G6PD: glucosio-6-fosfato deidrogenasi.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Fratture (Parte II)
Video
Fratture (Parte II)
Il sistema scheletrico è costituito da 206 ossa e fornisce supporto, consente i movimenti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Lacerazione del tendine rotuleo
Modello 3D
Lacerazione del tendine rotuleo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE