Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Panoramica sulle malattie linfatiche

Di

James D. Douketis

, MD, McMaster University

Ultima revisione/verifica completa nov 2020| Ultima modifica dei contenuti nov 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

Il sistema linfatico è una parte importante del sistema immunitario. Include organi, come timo, midollo osseo, milza, tonsille, appendice e le placche di Peyer nell'intestino tenue che producono ed elaborano globuli bianchi specializzati che combattono infezioni e tumori.

Il sistema linfatico, come il sistema venoso, trasporta i liquidi attraverso tutto l’organismo. Il sistema linfatico è composto da

  • Vasi linfatici dalle pareti sottili

  • Linfonodi

  • Due dotti raccoglitori

I vasi linfatici, localizzati in tutto l’organismo, sono più larghi dei capillari (i vasi sanguigni più piccoli, che collegano arterie e vene) e, nella maggioranza dei casi, sono più piccoli delle vene più piccole. La maggior parte dei vasi linfatici è dotata di valvole simili a quelle che si trovano nelle vene, per permettere alla linfa, che può trombizzare, di fluire in un’unica direzione (verso il cuore). I vasi linfatici drenano un liquido detto linfa dai tessuti di tutto il corpo e lo riportano al sistema venoso attraverso due dotti collettori.

La linfa ha origine come liquido che diffonde attraverso le sottilissime pareti dei capillari nello spazio tra le cellule. La maggior parte del liquido viene riassorbita nei capillari e il rimanente viene drenato dai vasi linfatici, che alla fine lo riportano nelle vene. La linfa contiene anche molte altre sostanze, tra le quali:

  • Proteine, minerali, nutrienti e sostanze di altro tipo, che forniscono nutrimento ai tessuti

  • Cellule danneggiate, cellule tumorali e particelle estranee (come batteri e virus) che possono essere penetrate nei liquidi tissutali

I linfonodi sono minuscoli organi a forma di fagiolo, che agiscono come centri di raccolta per la linfa. Tutti i vasi linfatici passano attraverso i linfonodi localizzati in posizioni strategiche, che eliminano dalla linfa le cellule danneggiate, quelle tumorali e le particelle estranee. I linfonodi contengono anche leucociti specializzati (ad esempio linfociti e macrofagi) aventi la funzione di aggredire e distruggere le cellule danneggiate o tumorali, gli organismi infettivi e le particelle esterne. Pertanto, le funzioni importanti del sistema linfatico sono quella di rimuovere dall’organismo le cellule danneggiate e quella di fornire protezione contro la diffusione delle infezioni e del tumore. Alcuni linfonodi sono raggruppati sotto la pelle, in particolare nel collo, nelle ascelle e nell'inguine. Altri linfonodi sono situati a una maggiore profondità nel corpo, per esempio all'interno dell'addome.

I vasi linfatici drenano nei dotti collettori, che svuotano il loro contenuto nelle due vene succlavie, localizzate sotto le clavicole. Queste vene confluiscono tra loro per formare la vena cava superiore, una grande vena che drena verso il cuore il sangue proveniente dalla parte superiore del corpo.

Sistema linfatico: contribuisce a difendere l’organismo dalle infezioni

Il sistema linfatico è una componente essenziale del sistema immunitario, insieme a timo, midollo osseo, milza, tonsille, appendice e placche di Peyer nell’intestino tenue, nonché una rete di linfonodi collegati dai vasi linfatici. e trasporta la linfa in tutto l’organismo.

La linfa è composta da liquidi che trasudano attraverso le sottili pareti dei capillari nei tessuti corporei. Questo liquido contiene ossigeno, proteine e altre sostanze nutrienti utili per sostentare i tessuti. Una parte di questo liquido entra nuovamente nei capillari e una parte entra nei vasi linfatici (diventando linfa). I piccoli vasi linfatici si collegano a quelli più grandi e, infine, formano il dotto toracico. Il dotto toracico è il vaso linfatico più grande in assoluto. Si collega alla vena succlavia, per poi restituire la linfa al flusso sanguigno.

La linfa trasporta le sostanze estranee (come i batteri), le cellule tumorali e le cellule morte o danneggiate eventualmente presenti nei tessuti nei vasi linfatici e agli organi linfatici per lo smaltimento. La linfa contiene anche molti globuli bianchi.

Tutte le sostanze trasportate dalla linfa passano almeno in un linfonodo, dove i corpi estranei possono essere filtrati e distrutti, prima che la linfa confluisca nel flusso sanguigno. Nei linfonodi, i globuli bianchi si accumulano, interagiscono reciprocamente e con gli antigeni e generano le risposte immunitarie verso le sostanze estranee. I linfonodi contengono una rete di tessuto che contiene linfociti B, linfociti T, cellule dendritiche e macrofagi densamente compattati. I microrganismi dannosi vengono filtrati attraverso questa maglia, quindi identificati e attaccati dai linfociti B e T.

I linfonodi spesso si raggruppano nelle aree da cui si diramano i vasi linfatici come collo, ascelle e inguine.

Sistema linfatico: contribuisce a difendere l’organismo dalle infezioni

Disturbi del sistema linfatico

È possibile che il sistema linfatico non esegua la propria funzione in modo adeguato a causa di

  • Blocco (ostruzione): Un’ostruzione nel sistema linfatico determina un accumulo di liquidi (linfedema). L’ostruzione potrebbe essere dovuta al tessuto cicatriziale che si sviluppa quando i vasi linfatici o i linfonodi vengono danneggiati o rimossi durante un intervento chirurgico, a causa di radioterapia, di un trauma oppure, nei Paesi tropicali, di un’infezione da ossiuri (filariosi) che blocca i dotti linfatici.

  • Infezione: L’infezione può causare gonfiore linfonodale a causa dell’infiammazione dei linfonodi. A volte possono infettarsi i linfonodi stessi (linfadenite) a causa di organismi che si diffondono nel sistema linfatico dalla sede originale dell’infezione.

  • Tumore: I tumori dei globuli bianchi come il linfoma possono svilupparsi nei linfonodi e i tumori in altri organi possono spostarsi (metastatizzare) ai linfonodi adiacenti un tumore. I tumori nei linfonodi possono interferire con il flusso della linfa attraverso il linfonodo. I tumori in altri organi possono ostruire i dotti linfatici. Il linfangiosarcoma è un tumore molto raro che può svilupparsi nelle cellule del sistema linfatico.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

ALTRI ARGOMENTI IN QUESTO CAPITOLO

Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Battiti prematuri ventricolari
Un battito prematuro ventricolare è un battito cardiaco in più, determinato da un’attivazione elettrica anomala, con origine nei ventricoli, anticipata rispetto a un normale battito cardiaco. Quale delle seguenti affermazioni riguardo ai battiti ventricolari prematuri (precoci) è corretta?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE