Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Infezioni da clostridi intra-addominali e pelviche

Di

Larry M. Bush

, MD, FACP, Charles E. Schmidt College of Medicine, Florida Atlantic University;


Maria T. Vazquez-Pertejo

, MD, FACP, Wellington Regional Medical Center

Ultima modifica dei contenuti set 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

I clostridi, primariamente Clostridium perfringens, sono comuni nelle infezioni miste intra-addominali causate da rottura di un viscere o da malattia infiammatoria pelvica. I sintomi dell'infezione addominale possono comprendere febbre, dolore e dolorabilità; i sintomi dell'infezione pelvica possono comprendere secrezioni maleodoranti. La diagnosi si basa sulla colorazione di Gram e sull'esame colturale. La terapia si basa sulla penicillina e sullo sbrigliamento chirurgico.

Le infezioni clostridiali dell'addome e della pelvi sono gravi e talvolta fatali.

I Clostridium spp sono comuni residenti del tratto gastrointestinale e sono presenti in molte infezioni addominali, generalmente miste con altri germi enterici. I clostridi sono spesso gli agenti primari nella seguente:

  • Colecistite enfisematosa

  • Cancrena gassosa dell'utero (che può avvenire dopo il parto e precedentemente era frequente nei pazienti che hanno avuto un aborto settico)

  • Alcune altre infezioni del tratto genitale femminile (tubo-ovariche, pelviche, e ascessi uterini)

  • Infezione dopo la perforazione nel carcinoma del colon

I microrganismi principali sono C. perfringens e, nel caso di carcinoma del colon, C. septicum. Il microrganismo produce esotossine (lecitinasi, emolisine, collagenasi, proteasi, lipasi) che possono causare necrosi. La formazione di gas è frequente. La setticemia da clostridi può causare anemia emolitica poiché la lecitinasi (alfa-tossina) distrugge le membrane dei globuli rossi. In caso di grave emolisi, necrosi muscolare e concomitante tossicità, può manifestarsi insufficienza renale acuta.

Sintomatologia

I sintomi delle infezioni da clostridi sono simili alle altre infezioni addominali (p. es., dolore, febbre, dolorabilità addominale e aspetto tossico). Le pazienti con un'infezione uterina possono avere una perdita vaginale sanguinante, maleodorante, e il gas a volte sfugge attraverso la cervice. Raramente si sviluppa necrosi tubulare acuta.

Sepsi

La sepsi può essere una complicanza delle infezioni clostridiali intra-addominali o uterine. I sintomi iniziali possono comprendere febbre, brividi, vomito, diarrea, dolore addominale, ipotensione, tachicardia, ittero, cianosi, e oliguria.

Nel 7-15% dei pazienti con sepsi dovuta a C. perfringens, si verifica emolisi massiva intravascolare acuta. Questi pazienti hanno ittero e siero e urine con sfumature rosse. Gli sferociti, le cellule fantasma, e, talvolta, il C. perfringens possono essere visti in uno striscio di sangue macchiato. Le emocolture danno un risultato positivo soltanto per C. perfringens.

La sepsi clostridiale può provocare insufficienza multiorgano, che è spesso fatale, spesso entro 24 h dal ricovero in ospedale.

Diagnosi

  • Colorazione di Gram e coltura

La diagnosi precoce di infezioni da clostridi richiede un forte indice di sospetto. Sono indicate colture precoci e ripetute colorazioni di Gram e colture della sede, del pus, dei lochii, e del sangue. La colorazione di Gram della scarica della ferita mostra barre Gram-positive; le cellule polimorfonucleate sono assenti.

Poiché C. perfringens può essere talvolta isolato anche da vagine sane e dai lochii, le colture non sono specifiche.

La RX può mostrare una produzione di gas locale (p. es., nelle vie biliari, nella parete colecistica o nell'utero).

Trattamento

  • Sbrigliamento chirurgico

  • Penicillina ad alte dosi (o carbapenemici, beta-lattamici/inibitori delle beta-lattamasi, metronidazolo o clindamicina)

Il trattamento delle infezioni da clostridi addominali e pelviche consiste nello sbrigliamento chirurgico e nella penicillina G 5 milioni di unità EV ogni 6 h per almeno 1 settimana. In alternativa, possono essere usati carbapenemici, beta-lattamici/inibitori della beta-lattamasi, metronidazolo o clindamicina. La rimozione dell'organo (p. es., isterectomia) può essere necessaria e può salvare la vita del paziente se lo sbrigliamento non è sufficiente.

Se si manifesta necrosi tubulare acuta è necessaria la dialisi.

L'utilità dell'ossigeno iperbarico non è stata stabilita.

Punti chiave

  • Le infezioni intraddominali e pelviche da Clostridi sono gravi e talvolta fatali.

  • Come altre infezioni addominali, le infezioni addominali da clostridi provocano dolore, febbre e dolorabilità addominale e i pazienti presentano un aspetto tossico.

  • Le pazienti con un'infezione uterina da clostridi possono avere una perdita vaginale sanguinante, maleodorante; il gas a volte sfugge attraverso la cervice.

  • La diagnosi precoce delle infezioni clostridiali richiede un alto indice di sospetto e colorazione e colture Gram precoci e ripetute dei campioni dal sito e campioni di pus, lochia e sangue.

  • Trattare con lo sbrigliamento chirurgico e la penicillina ad alte dosi o altri antibiotici (carbapenemici, beta-lattamici/inibitori delle beta-lattamasi, metronidazolo, clindamicina).

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE