Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Botulismo infantile

Di

Larry M. Bush

, MD, FACP, Charles E. Schmidt College of Medicine, Florida Atlantic University;


Maria T. Vazquez-Pertejo

, MD, FACP, Wellington Regional Medical Center

Ultima modifica dei contenuti set 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Il botulismo infantile risulta dall'ingestione di spore di Clostridium botulinum, dalla loro colonizzazione del grosso intestino e dalla produzione in vivo delle tossine. I sintomi vanno dalla stipsi iniziale alla successiva paralisi neuromuscolare. La diagnosi è clinica e mediante identificazione della tossina o di organismi nelle feci in laboratorio. Il trattamento è di supporto e con immunoglobulina botulinica umana.

Il botulismo infantile si verifica il più delle volte nei lattanti < 6 mesi. Il paziente più giovane riportato in letteratura aveva 2 settimane e il più vecchio aveva 12 mesi. Diversamente dal botulismo alimentare, il botulismo infantile non è provocato dall'ingestione di tossina preformata. La maggior parte dei casi è idiopatica, anche se alcuni sono stati imputati all'ingestione di miele che poteva contenere spore di C. botulinum; quindi, i lattanti < 12 mesi non devono essere nutriti con miele.

La maggior parte dei casi coinvolge le tossine di tipo A o B.

Sintomatologia

La stipsi è presente inizialmente nel 90% dei casi di botulismo infantile ed è seguita da paralisi neuromuscolare, che inizia dai nervi cranici e procede verso la muscolatura periferica e respiratoria. Il deficit dei nervi cranici tipicamente comprende ptosi, paralisi dei muscoli extraoculari, pianto debole, suzione scarsa, riflesso faringeo diminuito, perdita delle secrezioni orali, tono muscolare ridotto (sindrome del bambino floscio) e faccia inespressiva.

La gravità varia dalla letargia lieve con rallentata alimentazione a grave ipotonia e insufficienza respiratoria.

Diagnosi

  • Test delle feci

Inizialmente, il sospetto di botulismo infantile deve essere fondato sui reperti clinici. La terapia non deve essere ritardata in attesa dei risultati dei test.

Il botulismo infantile, può essere confuso con la sepsi, la distrofia muscolare congenita, l'atrofia muscolare spinale, l'ipotiroidismo e l'ipotonia benigna congenita.

La diagnosi di botulismo infantile si effettua con la ricerca delle tossine o di C. botulinum stesso nelle feci.

Trattamento

  • Immunoglobulina botulinica umana

I bambini devono essere ricoverati in ospedale e, se necessario, deve essere somministrata una terapia di supporto (p. es., supporto ventilatorio). Poiché il microrganismo e la tossina sono escreti nelle feci da settimane a mesi dopo l'insorgenza dei sintomi, devono essere seguite opportune precauzioni.

Il trattamento specifico del botulismo infantile viene effettuato con immunoglobulina botulinica umana (BabyBIG®), disponibile presso il Programma di Trattamento e Prevenzione del Botulismo Infantile (IBTPP, chiama il 510-231-7600 o vedi il sito web dell'IBTPP). Questa antitossina è derivata da un gruppo di donatori umani che hanno alti titoli di anticorpi anti-tossina A e/o B. La dose di immunoglobulina umana del botulino è 50 mg/kg EV, somministrata lentamente.

Il trattamento del botulismo infantile viene avviato non appena vi è sospetto diagnostico; attendere i test di conferma, che possono richiedere dei giorni, sarebbe pericoloso.

L'antitossina eptavalente ricavata dal siero di cavallo, usata negli adulti, non è raccomandata per i lattanti.

Gli antibiotici non sono indicati perché possono lisare C. botulinum nell'intestino e aumentare così la disponibilità di tossina.

Per ulteriori informazioni

  • Infant Botulism Treatment and Prevention Program: Web site or call 510-231-7600

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come lavarsi le mani
Video
Come lavarsi le mani
Modelli 3D
Vedi Tutto
SARS-CoV-2
Modello 3D
SARS-CoV-2

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE