Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Vaccino anti- Haemophilus influenzae di tipo b

Di

Margot L. Savoy

, MD, MPH, Lewis Katz School of Medicine at Temple University

Ultima revisione/verifica completa ott 2020| Ultima modifica dei contenuti ott 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Il vaccino anti-Haemophilus influenzae di tipo B (Hib) aiuta a proteggere da infezioni batteriche dovute all’Hib, come la polmonite e la meningite. Queste infezioni possono essere gravi nei bambini. L’uso del vaccino ha ridotto l’incidenza delle infezioni gravi da Hib nei bambini del 99%. Queste infezioni sono rare fra gli adulti con sistema immunitario sano e milza funzionante.

Sono disponibili formulazioni diverse del vaccino.

Per ulteriori informazioni, consultare l’informativa Haemophilus Influenzae type b (Hib) vaccine information statement dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Somministrazione

Il vaccino anti-Hib viene somministrato come iniezione intramuscolare. Nell’ambito delle vaccinazioni infantili di routine, le dosi vengono somministrate all’età di 2 mesi e 4 mesi oppure all’età di 2 mesi, 4 mesi e 6 mesi, in base alla formulazione utilizzata. In ogni caso, una dose finale viene somministrata all’età di 12-15 mesi (per un totale di tre o quattro dosi).

Tutti i bambini dovrebbero essere vaccinati.

Il vaccino anti-Hib è consigliato anche per i bambini più grandi, gli adolescenti e gli adulti non vaccinati e maggiormente a rischio di contrarre questa infezione, come quelli appartenenti alle seguenti categorie:

  • Soggetti privi di milza funzionante

  • Soggetti con sistema immunitario compromesso, come quelli affetti da AIDS

  • Soggetti trattati con chemioterapia per un tumore

  • Soggetti sottoposti a trapianto di cellule staminali

In presenza di una malattia temporanea, i medici solitamente rimandano la somministrazione del vaccino fino alla sua risoluzione (vedere anche CDC: Who Should NOT Get Vaccinated With These Vaccines? [Chi NON deve essere vaccinato con questi vaccini?]).

Effetti collaterali

Occasionalmente, la sede dell’iniezione diviene dolente, gonfia e arrossata. Dopo essere stati vaccinati, i bambini possono sviluppare febbre, piangere ed essere irritabili.

Ulteriori informazioni

Le seguenti sono alcune risorse in lingua inglese che possono essere utili. Si prega di notare che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di tali risorse.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Infezione da virus respiratorio sinciziale (VRS) e infezione da metapneumovirus umano
L’infezione da virus respiratorio sinciziale (VRS) e l’infezione da metapneumovirus umano (human metapneumovirus, hMPV) causano infezioni dell’apparato respiratorio superiore e talvolta di quello inferiore. I sintomi di entrambi i virus sono simili sebbene i virus siano diversi. In quale delle seguenti fasce di età il VRS è una causa molto comune di infezioni delle vie respiratorie?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE