honeypot link

Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

I fatti in Breve

Vaccinazioni infantili

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli

Cosa sono le vaccinazioni (i vaccini)?

I vaccini sono un modo per preparare l’organismo a combattere alcune infezioni. Non combattono le infezioni dopo averle contratte, come i farmaci, ma aiutano a evitare di ammalarsi a causa di alcune infezioni.

I vaccini sono talvolta chiamati “immunizzazioni”, perché insegnano al sistema immunitario come combattere alcune malattie. Chi è protetto contro una malattia da un vaccino è definito “immune” alla malattia.

Ogni vaccino previene solo un tipo di infezione. Il vaccino antinfluenzale, ad esempio, previene solo l’influenza. Può essere necessario ripetere una vaccinazione varie volte perché sia pienamente efficace. Dato che i vaccini di solito sono iniettati, spesso più vaccini vengono combinati in un’unica iniezione, in modo da ridurre il numero delle somministrazioni.

  • I medici somministrano vaccini a neonati e bambini in base a un calendario di vaccinazioni standard

  • I medici hanno creato il calendario in base all’età in cui i bambini diventano a rischio di contrarre varie infezioni

  • Non seguire il calendario evitando le vaccinazioni rende più probabile che il bambino contragga un’infezione grave

I vaccini funzionano?

Sì, i vaccini riducono il rischio che il bambino contrarrà un’infezione. I bambini non vaccinati si ammalano e muoiono con maggiore probabilità a causa di alcune infezioni rispetto a quelli vaccinati. Tuttavia, non tutti i vaccini funzionano sempre. Alcuni bambini vaccinati contro certe infezioni vengono comunque infettati.

In passato migliaia di bambini morivano ogni anno a causa di malattie ora prevenibili grazie ai vaccini. Centinaia di migliaia si ammalavano gravemente. Grazie ai vaccini:

  • Una malattia mortale, il vaiolo, è stata completamente debellata

  • Altre malattie gravi comuni come la poliomielite, la difterite e il tetano sono ora praticamente scomparse negli Stati Uniti

  • Alcune malattie comuni, come il morbillo, la tosse asinina (pertosse) e la parotite, sono molto meno frequenti

Se le infezioni sono rare, perché bisogna vaccinare i bambini?

Molte infezioni prevenibili con i vaccini possono comunque svilupparsi negli Stati Uniti e sono tuttora comuni in altre parti del mondo. Possono diffondersi molto rapidamente tra i bambini non vaccinati. Per esempio, i casi di morbillo sono in aumento negli Stati Uniti. L’incremento è probabilmente conseguenza del fatto che è diminuito il numero dei bambini sottoposti a vaccino anti-morbillo. Perciò è importante che tutti i bambini vengano vaccinati.

Quali malattie possono essere prevenute con i vaccini?

Di seguito è riportato un elenco delle infezioni che possono colpire i bambini e dei vaccini disponibili per prevenirle. Parecchie sono molto contagiose, vale a dire che possono diffondersi facilmente e rapidamente ad altre persone. Pertanto, quando il bambino riceve un vaccino, contribuisce a proteggere anche altre persone.

  • Varicella

  • Difterite

  • Haemophilus influenzae tipo b (che può causare meningite e polmonite)

  • Epatite A

  • Epatite B

  • Virus del papilloma umano (che può provocare tumore della cervice nelle ragazze e verruche genitali in ragazze e ragazzi)

  • Influenza

  • Morbillo

  • Infezione da meningococco (che può provocare la meningite)

  • Parotite

  • Pertosse (tosse asinina)

  • Infezioni da pneumococco (che può provocare infezioni dell’orecchio e dei seni paranasali, polmonite e meningite)

  • Poliomielite

  • Rotavirus

  • Rosolia (morbillo tedesco)

  • Tetano

I vaccini sono sicuri?

Sì, i vaccini sono ritenuti molto sicuri. Alcuni bambini sviluppano effetti collaterali, che tuttavia raramente sono gravi. Inoltre le malattie che i vaccini prevengono sono più pericolose per il bambino degli effetti collaterali dei vaccini stessi.

  • Prima di poter essere usato, un vaccino viene testato per la sicurezza

  • Spesso gli effetti collaterali sono di scarsa rilevanza, come dolore nella sede dell’iniezione, eruzione cutanea o febbre lieve

  • Molto raramente gli effetti collaterali del vaccino sono più seri, come febbre così alta da provocare convulsioni

  • In caso di problemi dopo una vaccinazione, informare immediatamente il pediatra del bambino

I vaccini provocano l’autismo?

No, non esiste alcun legame tra vaccini e autismo.

  • I medici in tutto il mondo hanno condotto vari studi per ricercare un collegamento tra i vaccini e l’autismo, ma non ne hanno trovato nessuno

  • Le probabilità che un bambino vaccinato sviluppi l’autismo non sono maggiori rispetto a un bambino non vaccinato

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE