Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Panoramica sull’immunizzazione

Di

The Manual's Editorial Staff

Revisionato dal punto di vista medico ago 2021
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
Ottenere tutti i dettagli

Che cosa significa immunizzazione?

Un soggetto è immune a un’infezione quando le difese immunitarie naturali hanno imparato a combatterla. Un soggetto può diventare immune naturalmente dopo essere stato esposto a germi come batteri o virus. Oppure può diventare immune nei confronti di una determinata infezione perché ha ricevuto un vaccino contro di essa. Ecco perché a volte la vaccinazione viene detta “immunizzazione”.

Che cosa sono i vaccini?

I vaccini sono un modo per preparare l’organismo a combattere alcune infezioni. I vaccini “insegnano” al sistema immunitario Panoramica sul sistema immunitario Il sistema immunitario è il sistema di difesa dell’organismo, che aiuta a proteggerci da infezioni e malattie. Il sistema immunitario ha il compito di aggredire ciò che non appartiene al proprio... maggiori informazioni umano a combattere certe malattie. Non combattono le infezioni dopo averle contratte, come i farmaci. Al contrario, innanzitutto i vaccini contribuiscono ad evitare di contrarre la malattia o, se l’infezione viene contratta, possono aiutare a combatterla, in modo che non diventi grave.

Ogni vaccino previene solo un tipo di infezione. Il vaccino antinfluenzale, ad esempio, previene solo l’influenza. Può essere necessario ripetere una vaccinazione varie volte perché sia pienamente efficace. Dato che i vaccini vengono generalmente somministrati con una puntura (iniezione), spesso si combinano vari vaccini in un’unica iniezione, in modo da farne di meno.

I vaccini funzionano?

Sì, i vaccini diminuiscono il rischio di contrarre un’infezione. Le persone che non si vaccinano hanno più probabilità di ammalarsi o morire a causa di alcune infezioni rispetto alle persone vaccinate. Tuttavia, non tutti i vaccini funzionano sempre. Alcuni soggetti che sono stati vaccinati per alcune infezioni possono comunque contrarle, ma il vaccino può offrire un certo vantaggio nel combattere l’infezione, in modo che non diventi grave. Inoltre, non esistono vaccini per molte infezioni importanti, come ad esempio l’infezione da HIV Infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV) e AIDS Il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) è un tipo di virus che appartiene al gruppo dei retrovirus e provoca l’AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita), una malattia potenzialmente fatale... maggiori informazioni e altre infezioni a trasmissione sessuale Panoramica sulle infezioni a trasmissione sessuale Le ITS sono infezioni trasmesse da persona a persona attraverso il contatto sessuale, incluso il sesso orale. Le ITS possono essere causate da diversi tipi di germi e includono l’infezione da... maggiori informazioni .

In passato migliaia di bambini morivano ogni anno a causa di malattie ora prevenibili grazie ai vaccini. Centinaia di migliaia si ammalavano gravemente. Grazie ai vaccini:

I vaccini sono sicuri?

Sì, i vaccini sono ritenuti molto sicuri. Qualche persona manifesta degli effetti collaterali, ma tali effetti collaterali sono raramente gravi. E le malattie prevenute grazie ai vaccini sono più pericolose degli effetti collaterali del vaccino.

Alcuni vaccini (come quello antinfluenzale) sono fatti con sostanze ricavate dall’uovo. I vaccini fatti a partire dall’uovo hanno maggiori probabilità di causare una reazione allergica. Il medico chiede al soggetto se è allergico alle uova prima di somministrare uno di questi vaccini.

I vaccini causano l’autismo?

No, non esiste alcun legame tra vaccini e autismo.

  • I medici in tutto il mondo hanno condotto vari studi per ricercare un collegamento tra i vaccini e l’autismo, ma non ne hanno trovato nessuno

  • Le probabilità che un bambino vaccinato sviluppi l’autismo non sono maggiori rispetto a un bambino non vaccinato

Chi viene vaccinato e quando?

Rivolgersi al medico per capire di quali vaccini si ha bisogno e quando farli.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE