Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Tracheite batterica

Di

Rajeev Bhatia

, MD, Phoenix Children's Hospital

Ultima modifica dei contenuti ago 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La tracheite batterica è un'infezione batterica della trachea.

Questo tipo di infezione è rara e può colpire bambini di ogni età. Lo Staphylococcus aureus e gli streptococchi beta-emolitici di gruppo A sono i germi più frequentemente in causa.

La maggior parte dei bambini presentano sintomi dell'infezione respiratoria virale da 1 a 3 giorni prima dell'esordio dei sintomi gravi di stridore e dispnea. In alcuni bambini, l'esordio è acuto ed è caratterizzato da stridore respiratorio, febbre elevata e, spesso, da abbondanti secrezioni purulente. La tracheite batterica si sviluppa raramente come complicanza di una laringotracheobronchite acuta virale o dell'intubazione endotracheale. Come nei pazienti affetti da epiglottite, il bambino può avere i segni di uno stato tossico e distress respiratorio che può progredire rapidamente fino a richiedere l'intubazione.

Complicazioni della tracheite batterica comprendono ipotensione, arresto cardiorespiratorio, broncopolmonite, e sepsi. La stenosi sottoglottica secondaria ad intubazione prolungata è rara. La maggior parte dei bambini trattati in maniera appropriata guarisce senza sequele.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

  • Laringoscopia diretta

  • Reperti RX caratteristici

La diagnosi di tracheite batterica è sospettata clinicamente e può essere confermata mediante laringoscopia diretta, che rivela la presenza di secrezioni purulente e infiammazione nell'area sottoglottica con membrane purulente, o mediante la RX laterale del collo, che mostra un restringimento sottoglottico che può essere irregolare in contrapposizione al restringimento simmetrico tipico della laringotracheobronchite acuta. La laringoscopia diretta deve essere eseguita in circostanze controllate dove una via aerea artificiale può essere rapidamente stabilita se necessario.

Trattamento

  • Garantire la pervietà delle vie respiratorie

  • Antibiotici efficaci contro S. aureus e le specie di streptococchi

Nei casi più gravi la terapia della tracheite batterica è la stessa per l'epiglottite; quando possibile, si deve ricorrere all'intubazione endotracheale in ambiente protetto, eseguita da un medico esperto nella gestione delle vie aeree pediatriche.

La terapia antibiotica iniziale deve coprire lo S. aureus e gli streptococchi; empiricamente, la cefuroxima o un farmaco equivalente EV possono essere appropriati, a meno che sia prevalente lo stafilococco meticillino-resistente, nel cui caso deve essere utilizzata la vancomicina. In bambini in condizioni critiche la terapia deve essere guidata da un consulente esperto nei pattern di sensibilità microbica locale. Una volta posta la diagnosi microbiologica definitiva, la copertura antibiotica viene ristretta e proseguita per 10 giorni.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE