Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Crescita fisica di neonati e bambini

Di

Evan G. Graber

, DO, Sydney Kimmel Medical College

Ultima modifica dei contenuti feb 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

L'accrescimento fisico comprende il raggiungimento dell'altezza definitiva, di un peso appropriato e l'incremento delle dimensioni di tutti gli organi (con l'eccezione del tessuto linfatico, la cui estensione diminuisce con il tempo). L'accrescimento dalla nascita all'adolescenza si verifica in 2 fasi distinte:

  • Fase 1 (dalla nascita fino a 1-2 anni): questa è una fase di crescita rapida, benché la velocità di crescita diminuisca durante tale periodo.

  • Fase 2 (da circa 2 anni all'inizio della pubertà): in questa fase, l'accrescimento si verifica con incrementi annuali relativamente costanti.

La pubertà è il processo di maturazione fisica da bambino ad adulto. L'adolescenza definisce una fascia di età; la pubertà avviene durante l'adolescenza (vedi Crescita fisica e maturazione sessuale degli adolescenti). Nel corso della pubertà, si verifica un 2o scatto di crescita, che interessa ragazzi e ragazze con modalità lievemente differenti.

Dalla nascita fino all'età di 2 anni, si raccomanda che tutti i parametri di crescita siano tracciati utilizzando le normali growth charts from the WHO. Dopo 2 anni, i parametri di crescita vengono tracciati utilizzando growth charts from the CDC (1).

Riferimenti

Lunghezza

La lunghezza si misura nei bambini troppo piccoli per stare in piedi; l'altezza è misurata una volta che il bambino può mantenersi eretto. In generale, la lunghezza in neonati nati a termine aumenta di circa il 30% entro i 5 mesi e > 50% entro i 12 mesi; i neonati crescono 25 cm durante il primo anno; e l'altezza a 5 anni è circa il doppio della lunghezza alla nascita. Nella maggior parte dei maschi, l'altezza raggiunta intorno ai 2 anni equivale alla metà della statura da adulto; nella maggior parte delle bambine, l'altezza al 19o mese è circa metà di quella adulta.

La velocità di variazione dell'altezza (velocità di crescita lineare) è un indice di crescita più sensibile delle misure dell'altezza secondo l'età. In linea generale, i bambini nati a termine sani crescono circa 2,5 cm/mese tra la nascita e i 6 mesi, 1,3 cm/mese dai 7 ai 12 mesi e circa 7,6 cm/anno tra i 12 mesi e i 10 anni.

Prima dei 12 mesi, la velocità di crescita lineare varia ed è condizionata in parte da fattori perinatali (p. es., prematurità). Dopo i 12 mesi, l'altezza è determinata per lo più geneticamente e la velocità di crescita lineare rimane quasi costante fino alla pubertà; l'altezza del bambino rispetto ai coetanei tende a rimanere invariata.

Alcuni bambini piccoli per l'età gestazionale tendono a essere più bassi per tutta la vita rispetto ai bambini le cui dimensioni sono appropriate all'età gestazionale. Maschi e femmine mostrano una piccola differenza nella velocità di crescita durante il periodo che va dall'infanzia alla fanciullezza.

Gli arti crescono più velocemente del tronco, causando un cambiamento delle proporzioni corporee; il rapporto testa-pube/pube-tallone è pari a 1,7 alla nascita, 1,5 a 12 mesi, 1,2 a 5 anni e 1,0 dopo 7 anni.

Peso

Il peso segue un andamento analogo. I nati a termine senza problemi generalmente perdono il 5-8% del peso alla nascita nei giorni dopo il parto, ma riacquistano il loro peso entro 2 settimane. Essi acquistano dai 14 ai 28 g/die fino ai 3 mesi, poi 4000 g tra i 3 e i 12 mesi, raddoppiando il loro peso alla nascita entro i 5 mesi, triplicandolo entro i 12 mesi e quasi quadruplicandolo entro i 2 anni. Tra i 2 anni e la pubertà, il peso corporeo aumenta di 2 kg/anno. La recente diffusione dell'obesità infantile (vedi tabella Cambiamenti nella prevalenza di obesità secondo il National Health and Nutrition Examination Survey [NHANES]) ha implicato un aumento di peso sensibilmente più elevato, persino nei bambini molto piccoli. In generale, i ragazzi sono più alti e robusti delle ragazze al termine della crescita poiché hanno un periodo di crescita prepuberale più lungo, un maggiore picco di velocità di crescita nel corso dello scatto di crescita puberale e una fase di sviluppo più lunga durante l'adolescenza.

Tabella
icon

Cambiamenti della prevalenza di obesità secondo il National Health and Nutrition Examination Surveys

Fascia d'età

1976-1980

2003-2004

2007-2008

2009–2010

2011-2012

2013-2014

2015–2016

2-5 anni

5%

13,9%

10,1%

12,1%

8,4%

9,4%

13,9%

6-11 anni

6,5%

18,8%

19,6%

18,0%

17,7%

17,4%

18,4%

12-19 anni

5%

17,4%

18,1%

18,4%

20,5%

20,6%

20,6%

20-74 anni

15%

32,9%

33,7%

35,7%

34,9%

37,7%

39,6%

Hales CM, Fryar CD, Carroll MD, et al: Trends in obesity and severe obesity prevalence in US youth and adults by sex and age, 2007-2008 to 2015-2016. JAMA 319 (16):1723–1725, 2018. doi:10.1001/jama.2018.3060.

NHANES = National Health and Nutrition Examination Surveys.

Circonferenza cranica

La circonferenza cranica rispecchia la dimensione dell'encefalo e viene misurata di routine fino ai 36 mesi. Alla nascita, il cervello ha una dimensione pari al 25% di quello dell'adulto, e la circonferenza cranica misura in media 35 cm. La circonferenza cranica aumenta in media di 1 cm/mese durante il primo anno; la crescita è più rapida nei primi 8 mesi, entro i 12 mesi il cervello ha completato metà del suo accrescimento postnatale e il suo volume è il 75% di quello dell'adulto. La circonferenza cranica aumenta di 3,5 cm nei successivi 2 anni; il cervello è l'80% della dimensione adulta entro l'età di 3 anni e il 90% all'età di 7 anni.

Composizione corporea

La composizione corporea (percentuali di grasso corporeo e acqua) cambia e influenza il volume di distribuzione dei farmaci. La percentuale di grasso aumenta rapidamente dal 13% al momento del parto al 20-25% a 12 mesi, determinando il tipico aspetto paffuto della maggior parte dei lattanti. In seguito, si verifica una lenta riduzione sino all'adolescenza, quando il grasso corporeo torna al 13% circa. Si ha un nuovo lento aumento fino all'insorgenza della pubertà, quando il grasso corporeo può diminuire bruscamente un'altra volta, soprattutto nei ragazzi. Dopo la pubertà la percentuale rimane generalmente stabile nel sesso femminile mentre nei maschi tende a esserci una leggera riduzione.

L'acqua corporea misurata come percentuale del peso corporeo rappresenta il 70% alla nascita e scende al 61% a 12 mesi (equivalente all'incirca alla percentuale in età adulta). Ciò è dovuto fondamentalmente a una riduzione del volume del liquido extracellulare dal 45 al 28% del peso corporeo. Il liquido intracellulare rimane relativamente costante. Dopo 12 mesi di età, si realizza una lenta e variabile diminuzione del liquido extracellulare fino ai livelli adulti di circa 20% e un aumento del liquido intracellulare fino ai livelli adulti di circa 40%. Il quantitativo di acqua relativamente più abbondante, il rapido turnover e le elevate perdite transcutanee (dovute a una superficie corporea relativamente grande) rendono il lattante più a rischio di disidratazione rispetto al bambino più grande e all'adulto.

Eruzione dentaria

L'eruzione dentaria è variabile ( Epoche di eruzione dei denti), fondamentalmente a causa di fattori genetici. In media, un normale lattante deve avere 6 denti a 12 mesi, 12 denti a 18 mesi, 16 denti a 2 anni e tutti i denti (20) a 2-½ anni; i denti decidui sono sostituiti da denti permanenti tra i 5 e i 13 anni. L'eruzione dei denti decidui avviene in modo simile in entrambi i sessi; quelli permanenti tendono a erompere più precocemente nelle ragazze. La dentizione può essere ritardata da fattori ereditari oppure da condizioni come il rachitismo, l'ipopituitarismo, l'ipotiroidismo, oppure la sindrome di Down. Denti sovrannumerari e l'assenza congenita di denti sono probabilmente varianti fisiologiche.

Identificazione dei denti

Il sistema di numerazione mostrato è uno dei più comunemente usati negli Stati Uniti.

Identificazione dei denti
Tabella
icon

Epoche di eruzione dei denti

Denti

Numero

Età all'eruzione*

Decidui o "da latte" (20 in totale)

Incisivi centrali inferiori

2

5-9 mesi

Incisivi superiori centrali

2

8-12 mesi

Incisivi laterali superiori

2

10-12 mesi

Incisivi laterali inferiori

2

12-15 mesi

Primi molari

4

10-16 mesi

Canini

4

16-20 mesi

Secondi molari

4

20-30 mesi

Permanenti (32 in totale)

Primi molari

4

5-7 anni

Incisivi

8

6-8 anni

Bicuspidi

8

9-12 anni

Canini

4

10-13 anni

Secondi molari

4

11-13 anni

Terzi molari

4

17-25 anni

*Molto variabile.

I molari sono numerati dalla parte anteriore a quella posteriore della bocca ( Identificazione dei denti).

Per ulteriori informazioni

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Circolazione del cuore prenatale
Video
Circolazione del cuore prenatale
Il cuore e il sistema circolatorio di un feto iniziano a formarsi subito dopo il concepimento...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE