Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Introduzione ai disturbi dell'alimentazione

Di

Evelyn Attia

, MD, Columbia University Medical Center, New York State Psychiatric Institute;


B. Timothy Walsh

, MD, College of Physicians and Surgeons, Columbia University

Ultima modifica dei contenuti mar 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

I disturbi dell'alimentazione implicano un disturbo persistente dell'alimentazione o del comportamento relativo all'alimentazione che

  • Altera il consumo o l'assorbimento del cibo

  • Ostacola significativamente la salute fisica e/o il funzionamento psicosociale

I disturbi specifici dell'alimentazione comprendono

L'anoressia nervosa è caratterizzata da un'inesorabile ricerca della magrezza, da una paura patologica dell'obesità, da una distorta immagine corporea e da una restrizione degli introiti in base alle richieste, che portano a una significativa perdita di peso fino al punto in cui la saluta viene danneggiata. Questo disturbo può comprendere o meno l'epurazione (p. es., vomito autoindotto).

Il disturbo dell'assunzione di cibo evitante/restrittivo è caratterizzato dall'evitamento del cibo o dalla limitazione dell'assunzione di cibo che risulta in significativa perdita di peso, carenza nutrizionale, dipendenza dal supporto nutrizionale e/o grave disturbo del funzionamento psicosociale. Ma a differenza dell'anoressia nervosa e della bulimia nervosa, questo disturbo non comprende la preoccupazione per la forma del corpo o per il peso.

Il disturbo da alimentazione incontrollata è caratterizzato da episodi ricorrenti in cui le persone consumano grandi quantità di cibo e si sentono come se avessero perso il controllo. Gli episodi non sono seguiti da comportamenti compensatori inadeguati (p. es., il vomito autoindotto).

La bulimia nervosa è caratterizzata da episodi ricorrenti di alimentazione incontrollata seguiti da qualche forma di comportamento compensatorio inappropriato come lo spurgo (vomito autoindotto, lassativo o abuso diuretico), il digiuno o l'esercizio guidato.

La pica è un consumo persistente di materiale non nutritivo e non alimentare che non è adatto allo sviluppo (ossia, la pica non viene diagnosticata nei bambini < 2 anni) e non fa parte di una tradizione culturale.

Il disturbo di ruminazione consiste nel rigurgito ripetuto di cibo dopo il pasto.

I disturbi alimentari sono più comuni tra le donne, specialmente le più giovani, rispetto agli uomini.

Vedi anche the American Psychiatric Association's Practice Guidelines: Treatment of Patients With Eating Disorders, 3rd Edition, le corrispondenti Guideline Watch (August 2012), e le linee guida del he National Institute for Clinical Excellence [NICE]. May, 2017.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE