Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Vaginite da Trichomonas

Di

Oluwatosin Goje

, MD, MSCR, Cleveland Clinic, Lerner College of Medicine of Case Western Reserve University

Ultima revisione/verifica completa set 2019| Ultima modifica dei contenuti set 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

La vaginite da Trichomonas è un’infezione vaginale dovuta al protozoo Trichomonas vaginalis.

  • La vaginite da Trichomonas di norma è trasmessa sessualmente.

  • Può causare secrezioni di colore verde o giallo, spesso abbondanti e maleodoranti, accompagnate da prurito e irritazione.

  • Se i sintomi indicano un’infezione vaginale, il medico esamina un campione di secrezione e/o liquido cervicale, eseguendo la coltura dei microrganismi che possono essere causa dell’infezione.

  • La si può prevenire utilizzando sempre un preservativo.

  • La maggior parte delle donne guarisce con una dose di metronidazolo o tinidazolo orali.

Il protozoo Trichomonas vaginalis può provocare sintomi subito dopo l’ingresso in vagina oppure può rimanere nella vagina o nella cervice (la parte inferiore dell’utero che si apre nella vagina) per settimane o mesi senza provocare sintomi. Può esserne infettata anche la vescica. Negli uomini, questo protozoo solitamente non determina sintomi e può rimanere nelle vie urinarie per alcuni giorni o settimane senza provocarne alcuno. Pertanto, uomini e donne possono non sapere di essere contagiosi per il proprio partner sessuale.

Cause

Le infezioni genitali da Trichomonas (tricomoniasi) sono quasi sempre trasmesse per via sessuale. Le donne possono esserne infettate attraverso il contatto sessuale con uomini o con altre donne, mentre gli uomini possono contrarre l’infezione solo attraverso il contatto sessuale con donne, e non con altri uomini. Molte persone affette da questa infezione presentano altre malattie sessualmente trasmesse.

Poiché il protozoo può permanere a lungo nel corpo della donna senza causare sintomi, è difficile e perfino impossibile stabilire quando e da chi sia stata acquisita l’infezione.

L’infezione da Trichomonas può colpire i bambini, nel qual caso si potrebbe trattare di abuso sessuale.

Sintomi

Le donne con vaginite da Trichomonas possono avere una secrezione vaginale verde o gialla, talvolta schiumosa, abbondante o entrambe. Può essere maleodorante. Si può avvertire prurito ai genitali e la vagina potrebbe risultare arrossata e sensibile (irritata). Di conseguenza, i rapporti sessuali possono risultare dolorosi e se viene infettata la vescica, anche la minzione diventa dolorosa.

L’infezione può portare alla malattia infiammatoria pelvica e, nelle donne in gravidanza, può causare travaglio e parto pretermine.

Diagnosi

  • Valutazione medica

  • Esame di un campione della secrezione e/o del liquido cervicale

Nel caso in cui la secrezione vaginale della ragazza o della donna sia insolita e duri per più giorni, o se ci sono altri sintomi vaginali, è opportuno consultare il medico.

L’eventuale sospetto da parte del medico di vaginite da Trichomonas si basa sui sintomi, come la secrezione schiumosa di colore verde o giallo; successivamente, pone domande sulla secrezione e sulle sue possibili cause (come le malattie sessualmente trasmesse).

Per confermare la diagnosi, il medico procede con l’esame pelvico. Mentre esamina la vagina, il medico raccoglie un campione della secrezione con un piccolo tampone e lo esamina al microscopio. Con le informazioni ottenute da questo esame, generalmente il medico riesce a identificare i microrganismi che provocano i sintomi.

Di solito, il medico provvede anche a prelevare con un tampone un campione di liquido dalla cervice per eseguire gli esami delle malattie sessualmente trasmesse.

Per stabilire se l’infezione è diffusa nella pelvi, il medico controlla utero e ovaie inserendo l’indice e il medio, protetti da un guanto, nella vagina, e premendo con l’altra mano la parte esterna inferiore dell’addome. Se questa manovra provoca dolore significativo o se è presente febbre, l’infezione può essere diffusa.

Nel caso di una bambina affetta da vaginite da Trichomonas, il medico la visita per stabilire se un abuso sessuale possa esserne stata la causa.

Prevenzione

La trasmissione dell’infezione si può prevenire utilizzando correttamente un preservativo durante i rapporti sessuali. Tuttavia, i protozoi della vaginite da Trichomonas possono infettare aree non coperte dal preservativo. Pertanto, i preservativi non proteggono completamente dall’infezione.

Trattamento

  • Metronidazolo o tinidazolo

Una singola dose di metronidazolo o tinidazolo (antibiotici) assunta per via orale cura fino al 95% delle donne se i partner sessuali sono trattati simultaneamente. Pertanto i partner sessuali devono essere trattati contemporaneamente. Si dovrebbe evitare di assumere alcol per almeno 72 ore dopo l’assunzione di questi farmaci, in caso contrario si può incorrere in nausea, vomito, crampi, vampate e cefalee.

Per evitare la trasmissione dell’infezione, durante un rapporto sessuale si devono usare profilattici fino alla risoluzione dell’infezione stessa.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Cerotto anticoncezionale
Video
Cerotto anticoncezionale
L’apparato riproduttivo femminile comprende utero, tube di Fallopio e ovaie. Le ovaie sono...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sindrome dell’ovaio policistico
Modello 3D
Sindrome dell’ovaio policistico

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE