Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Dermatite da stasi

Di

Mercedes E. Gonzalez

, MD, University of Miami Miller School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa mar 2018| Ultima modifica dei contenuti mar 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La dermatite da stasi è un’infiammazione degli arti inferiori dovuta al ristagno di sangue e liquidi.

(Vedere anche Panoramica sulla dermatite.)

La dermatite da stasi si manifesta in persone affette da insufficienza venosa cronica delle gambe, un danno a carico delle vene delle gambe che impedisce al sangue di circolare normalmente e determina gonfiore (edema), in rari casi vene varicose (vene dilatate e tortuose) e infine la dermatite da stasi. La dermatite da stasi si manifesta in genere a livello delle caviglie, ma può risalire fino alle ginocchia.

Sintomi

In una prima fase, la pelle diviene rossa e leggermente squamosa. Nell’arco di alcune settimane o mesi, la pelle diventa di colore marrone scuro. Infine, aree della cute possono rompersi e si può formare una piaga aperta (ulcera), di solito vicino alla caviglia. Le ulcere a volte si infettano per la presenza di batteri. La dermatite da stasi provoca prurito e gonfiore agli arti inferiori, ma non dolore. Le ulcere sono, in genere, dolorose.

La cute può irrigidirsi, ispessirsi e diventare dolorante. Questa complicanza viene detta lipodermatosclerosi.

Diagnosi

I medici diagnosticano la dermatite da stasi nei soggetti che presentano le caratteristiche variazioni cutanee e l’insufficienza venosa cronica, ma a volte si rendono necessarie una visita più approfondita e esami di diagnostica per immagini (come un’ecografia).

Trattamento

  • Misure per prevenire la stasi ematica nelle gambe

  • Misure per alleviare la dermatite

  • Per le ulcere, speciali medicazioni oppure un bendaggio elastico-compressivo

  • Per le infezioni, antibiotici

Trattamento dell’insufficienza venosa cronica

Il trattamento a lungo termine mira a trattare l’insufficienza venosa cronica evitando il ristagno di sangue nelle vene delle gambe. Quando sta seduto, il paziente dovrebbe sollevare le gambe a livello del cuore. È utile prescrivere l’uso di appropriate calze compressive per prevenire il ristagno di sangue e ridurre il gonfiore. In genere, le calze “riposanti” di negozi non specializzati non sono adeguate.

Trattamento della dermatite

Nelle dermatiti di esordio recente, impacchi umidi, come compresse di garza imbevute di acqua di rubinetto o alluminio acetato (soluzione di Burow), possono alleviare i sintomi e contribuire alla prevenzione dell’infezione mantenendo pulita la cute. Se il disturbo peggiora, come dimostrato da un aumento del calore, del rossore e dell’essudazione o dalla comparsa di piccole ulcere, si possono usare medicazioni più assorbenti, quali quelle con idrocollidi.

I corticosteroidi in crema o in unguento sono efficaci e spesso vengono associati alla pasta all’ossido di zinco e applicati in strato sottile. I corticosteroidi non devono essere applicati direttamente sull’ulcera perché ne ritardano la guarigione.

Trattamento delle ulcere

Quando una persona presenta ulcere ampie o diffuse, si utilizzano medicazioni speciali assorbenti con idrocolloidi o idrogel. Gli antibiotici sono usati solo se la pelle è già infettata. Talvolta, la cute di altre zone del corpo viene prelevata e innestata su ulcere molto grandi.

Alcune persone devono essere trattate con il bendaggio di Unna, una benda elastica riempita con pasta gelatinosa contenente zinco. La benda viene applicata sulla caviglia e sulla parte inferiore della gamba dove si indurisce in modo simile a un gesso, ma rimanendo più morbida. Lo stivaletto limita il gonfiore e aiuta a proteggere la pelle dall’irritazione mentre la pasta favorisce la guarigione. In una prima fase, lo stivaletto si cambia ogni 2 o 3 giorni, ma in seguito viene tenuto per una settimana. Dopo la guarigione dell’ulcera, un supporto elastico deve essere applicato prima che la persona si alzi la mattina. A prescindere dalla fasciatura usata, la riduzione del gonfiore (solitamente con la compressione) è essenziale per la guarigione.

Nella dermatite da stasi, la pelle si irrita facilmente. Creme antibiotiche, creme di primo soccorso (anestetici), alcol, amamelide, lanolina o altri prodotti chimici non devono essere utilizzati perché possono peggiorare la malattia.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Acne
Video
Acne
La cute contiene molti minuscoli follicoli piliferi, o pori. Ciascun poro contiene un pelo...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Stria linfangitica
Modello 3D
Stria linfangitica

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE