Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Morsi umani

Di

Robert A. Barish

, MD, MBA, University of Illinois at Chicago;


Thomas Arnold

, MD, Department of Emergency Medicine, LSU Health Sciences Center Shreveport

Ultima revisione/verifica completa set 2018| Ultima modifica dei contenuti set 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

I denti umani non sono particolarmente affilati, per tale motivo la maggior parte di questi morsi provoca una contusione ed eventualmente una piccola ferita (lacerazione). Eccezioni sono rappresentate dalle appendici carnose, come orecchio, naso e pene, che possono essere staccate.

Le lesioni da pugno chiuso, o morsi da lotta, che si verificano sulle nocche quando si colpisce con un pugno la bocca di un’altra persona, possono infettarsi facilmente. I tagli da pugno chiuso spesso interessano i tendini delle dita che passano sopra la nocca.

A volte il soggetto che morde trasmette alla vittima malattie, come l’epatite. La trasmissione del virus dell’immunodeficienza umana (HIV) è estremamente improbabile, in quanto la concentrazione del virus nella saliva è minore rispetto a quella del sangue e poiché le sostanze contenute nella saliva inibiscono l’attività virale.

Sintomi

I morsi umani sono dolorosi e, solitamente, provocano sulla cute l’impronta dei denti. I morsi da lotta lasciano solo dei piccoli tagli dritti sulla nocca. La lacerazione del tendine di un dito provoca difficoltà a muovere il dito in una direzione. I morsi infetti diventano molto dolenti, arrossati e tumefatti.

Sapevate che...

  • La trasmissione dell’infezione da HIV in seguito a un morso umano è altamente improbabile.

Trattamento

  • Pulizia della ferita

  • Antibiotici

Il morso va pulito versando sulla ferita soluzione salina sterile (fisiologica) e lavandola con acqua e sapone.

Talvolta si deve procedere alla sutura delle parti staccate, che devono essere avvolte in un tovagliolo di carta o un panno umido e sigillate in un sacchetto di plastica, inserito a sua volta in una borsa con del ghiaccio. Le parti tagliate non vanno mai poste direttamente sul ghiaccio o immerse in acqua.

Le lacerazioni, a eccezione di quelle che interessano la mano o verificatesi parecchie ore prima, vanno suturate chirurgicamente.

Per prevenire le infezioni, nei casi in cui un morso umano abbia provocato la rottura della cute, si prescrivono antibiotici per via orale. I morsi infetti vengono trattati con antibiotici e spesso devono essere aperti chirurgicamente per rimuovere corpi estranei (ad esempio un pezzoo di dente) e pulire la ferita. Talvolta, per localizzare corpi estranei non visibili, si esegue un esame di diagnostica per immagini, come una radiografia o un’ecografia.

Se un morso da lotta si infetta, può essere necessario il ricovero per la somministrazione di antibiotici per via endovenosa.

Se l’autore del morso presenta una patologia, sospetta o accertata, trasmissibile con il morso si rende necessario il trattamento preventivo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Fratture (Parte I)
Video
Fratture (Parte I)
Il sistema scheletrico è costituito da 206 ossa e fornisce supporto, consente i movimenti...
Modelli 3D
Vedi Tutto
Lacerazione del tendine rotuleo
Modello 3D
Lacerazione del tendine rotuleo

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE