Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Linfedema

Di

The Manual's Editorial Staff

Revisionato dal punto di vista medico mag 2021
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
Ottenere tutti i dettagli

Cos'è il linfedema?

La linfa è il liquido che fuoriesce dai vasi sanguigni più piccoli. Il liquido penetra tra le cellule portando nutrimento e rimuovendo cellule danneggiate, cellule tumorali e germi. La linfa passa quindi attraverso minuscoli condotti chiamati vasi linfatici, che trasportano la linfa dai tessuti a punti di raccolta chiamati linfonodi.

Edema significa “gonfiore".

Il linfedema è il gonfiore di un braccio o di una gamba a causa di un blocco del flusso linfatico.

  • Il linfedema è solitamente una conseguenza della rimozione o del danneggiamento dei vasi linfatici o dei linfonodi (per esempio durante il trattamento chirurgico o la radioterapia per trattare il cancro)

  • Può raramente derivare da un difetto congenito

  • Non esistono cure per il linfedema, ma particolari massaggi con calze e bendaggi a pressione possono aiutare ad alleviare il gonfiore

  • Medici e infermieri evitano il prelievo di sangue, la misurazione della pressione arteriosa o l'inserimento di una linea EV in un braccio o in una gamba affetti da linfedema

Quali sono le cause del linfedema?

Raramente, un soggetto può nascere con una quantità insufficiente di vasi linfatici.

Generalmente i vasi linfatici sono normali, ma accade qualcosa che li blocca, come:

Quali sono i sintomi del linfedema?

Un braccio o una gamba si ingrossano e appaiono gonfi, ma hanno un colore normale. Può essere presente una sensazione di tensione, ma non è doloroso. Se il linfedema è presente da un certo tempo, la cute dove dell’arto colpito può apparire più scura rispetto alla pelle normale.

Come viene diagnosticato il linfedema?

Come si tratta il linfedema?

Il linfedema non è curabile. Le seguenti misure possono aiutare a ridurre il gonfiore:

  • elevazione dell'arto gonfio per favorire il drenaggio del liquido (per esempio, tenendo il piede rialzato su uno sgabello)

  • massaggi speciali per aiutare a drenare il liquido

  • movimenti del braccio o della gamba suggeriti dal medico per favorire lo spostamento del liquido

  • bendaggi a compressione o calze compressive da indossare sul braccio o sulla gamba gonfi

  • Raramente, intervento chirurgico per rimuovere i tessuti tumefatti sotto la cute e per favorire il drenaggio linfatico

È importante evitare lesioni al braccio o alla gamba affetti da linfedema. Inoltre, chi ha un braccio con linfedema non deve misurare la pressione o fare i prelievi di sangue o inserire una linea EV in tale braccio. Il linfedema potrebbe infatti peggiorare.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE