Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Calendario delle vaccinazioni nel bambino

Di

Michael J. Smith

, MD, MSCE, Duke University

Ultima modifica dei contenuti dic 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

La vaccinazione segue un programma raccomandato dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC), dall'American Academy of Pediatrics, dall'American Academy of Family Physicians e dall'American College of Obstetricians and Gynecologists. Vedi tabelle Programma di vaccinazione raccomandato per le età 0-6 anni, Programma di vaccinazione raccomandato per le età 7-18 anni, e Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni.

Gli operatori devono anche verificare le CDC'latest recommendations (più recenti raccomandazioni del CDC) (disponibili anche come una free mobile app [app mobile gratuita]), consultare i CDC's child–adolescent immunization schedules e catch-up immunization schedule (programmi di vaccinazione e di richiamo per bambini e adolescenti), e consultare le dichiarazioni del Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP) per detailed recommendations and updates (raccomandazioni e aggiornamenti dettagliati). Lo stato di vaccinazione deve essere rivalutato a ogni visita.

Per gli effetti avversi e i dettagli di somministrazione di vaccini specifici, vedi Panoramica sulla vaccinazione.

Tabella
icon

Programma di vaccinazione raccomandato per le età 0-6 anni

Vaccino

Nascita

1 mese

2 mesi

4 anni

6 mesi

9 mesi

12 mesi

15 mesi

18 mesi

19-23 mesi

2-3 anni

4-6 anni

Epatite B (HepB)[a]

1a dose

2a dose

Vedi nota *

3a dose

Vedi nota *

Rotavirus (RV)[b]

1a dose

2a dose

Vedi nota[b]

1a dose

2a dose

3a dose

Vedi nota *

4a dose

Vedi nota *

5a dose

1a dose

2a dose

Vedi nota [d]

Vedi nota *

3a o 4a dose[d]

Vedi nota *

Vedi nota †

1a dose

2a dose

3a dose

Vedi nota *

4a dose

Vedi nota *

Vedi nota †

1a dose

2a dose

3a dose

Vedi nota *

4a dose

Influenza(vaccino influenzale inattivato [IIV])[g]

Ogni anno, 1 o 2 dosi

Influenza(vaccino vivo attenuato dell'influenza [VVAI])[g]

Ogni anno, 1 o 2 dosi

NOTA: il vaccino influenzale vivo attenuato non è stato raccomandato per la stagione influenzale 2017-2018; il vaccino influenzale vivo attenuato può essere utilizzato durante la stagione influenzale 2019-2020.

Vedi nota [h]

1a dose

Vedi nota *

2a dose

Varicella(VAR)[i]

1a dose

Vedi nota *

2a dose

Epatite A (HepA)[j]

Vedi nota †

Serie di 2 dosi[j]

Vedi nota ‡

Vaccino da meningococco (MenACWY-D per età ≥ 9 mesi; MenACWY-CRM per età ≥ 2 mesi)[k]

Vedi note † e [k]

Vedi note † e [e]

* = Range di età consigliato per il richiamo/recupero della vaccinazione.

= Range di età raccomandato per alcuni gruppi ad alto rischio.

‡ = Range di età raccomandato per il richiamo per alcuni gruppi ad alto rischio.

Questo programma comprende raccomandazioni del CDC e dell'ACIP in vigore a partire dal 5 febbraio 2019. Ogni dose non somministrata all'età raccomandata deve essere somministrata durante una visita successiva, quando indicato e fattibile. Un vaccino combinato deve essere usato al posto di iniezioni separate, quando appropriato. Le considerazioni devono comprendere la valutazione del fornitore, le preferenze del paziente e la possibilità di eventi avversi. I fornitori di vaccinazione devono consultare le l'ACIP statement for detailed recommendations. Gli effetti collaterali significativi che seguono la vaccinazione devono essere riferiti clinicamente al sistema di segnalazione di evento avverso al vaccino (Vaccine Adverse Event Reporting System, VAERS) utilizzando questo sito, o chiamando il numero 800-822-7967. I casi sospetti di malattie prevenibili con vaccini devono essere segnalati allo Stato o al dipartimento di salute locale. Se i bambini rimangono indietro o iniziano in ritardo, devono seguire un programma di richiamo/recupero (vedi tabella Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni). Per informazioni su controindicazioni e precauzioni, vedi the ACIP's Vaccine Recommendations and Guidelines: Contraindications and Precautions.

Per calcolare gli intervalli tra le dosi, 4 settimane = 28 giorni. Intervalli di ≥ 4 mesi sono determinati dai mesi del calendario.

Le dosi di vaccino somministrate ≤ 4 giorni prima dell'età minima o dell'intervallo sono considerate valide. Le dosi somministrate ≥ 5 giorni prima dell'intervallo minimo o dell'età minima non sono considerate valide e devono essere ripetute secondo schema per l'età. La dose ripetuta viene somministrata dopo la dose non valida separata dall'intervallo minimo raccomandato. Per ulteriori informazioni, vedi Tabella 3-1: Recommended and minimum ages and intervals between vaccine doses.

All'interno di un intervallo numerico (p. es., 12-18 mesi), il trattino significa "attraverso".

Per informazioni su persone con condizioni da immunocompromissione, vedi ACIP's Vaccine Recommendations and Guidelines: Altered Immunocompetence.

Per informazioni sui requisiti di vaccino da viaggio, vedi il sito web dei Centers for Disease Control and Prevention Travelers' Health.

Per informazioni sulla vaccinazione durante un'epidemia contro una malattia prevenibile con il vaccino, contattare il dipartimento di salute locale o di stato.

[a]Vaccino contro l'epatite B (HepB). L'età minima è alla nascita.

Alla nascita:

  • Se la madre presenta l'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg) negativo, somministrare 1 dose entro 24 h dalla nascita per i bambini stabili dal punto di vista medico ≥ 2000 g. Per i bambini < 2000 g, somministrare 1 dose all'età di 1 mese o prima della dimissione ospedaliera.

  • Se la madre presenta l'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg) positivo, somministrare il vaccino HepB e 0,5 mL di immunoglobuline antiepatite B in siti anatomici separati entro 12 h dalla nascita, indipendentemente dal peso alla nascita. Questi bambini devono essere testati per l'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg) e anticorpi anti-antigene di superficie dell'epatite B all'età di 9-12 mesi. Se le somministrazioni dei vaccini per l'epatite B sono in ritardo, eseguire il test 1-2 mesi dopo la dose finale.

  • Se lo stato dell'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg) della madre è sconosciuto, somministrare il vaccino per l'epatite B a tutti i bambini entro 12 h dalla nascita, a prescindere dal peso alla nascita. Se i neonati pesano < 2000 g, somministrare 0,5 mL di immunoglobuline antiepatite B oltre al vaccino epatite B entro 12 h dalla nascita. La determinazione dello status dell'antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg) della madre deve avvenire il più presto possibile, e se è antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg)-positiva, somministrare 0,5 mL di immunoglobuline anti-epatite B ai bambini ≥ 2000 g il più presto possibile ma non oltre i 7 giorni di età.

Dopo la dose di nascita:

  • Somministrare la 2a dose all'età di 1-2 mesi e la 3a dose all'età di 6-18 mesi. Il vaccino monovalente HepB deve essere utilizzato per dosi somministrate prima dell'età di 6 settimane.

  • La somministrazione di un totale di 4 dosi di vaccino contro l'epatite B è ammessa quando un vaccino combinato contenente epatite B viene somministrato dopo la dose alla nascita.

  • I neonati che non hanno ricevuto una dose alla nascita devono ricevere 3 dosi di un vaccino contenente HepB con un programma a 0 mesi, 1-2 mesi e 6 mesi partendo non appena possibile (vedi tabella Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni).

  • L'intervallo minimo tra la dose 1 e la dose 2 è di 4 settimane e tra la dose 2 e la dose 3 di 8 settimane. La dose finale (3a o 4a) della serie del vaccino HepB deve essere somministrata non prima di 24 settimane di vita ed almeno 16 settimane dopo la prima dose.

[b]Vaccini anti-rotavirus (RV). L'età minima è di 6 settimane per RV-1 (Rotarix®) e RV-5 (RotaTeq®).

  • Se si usa RV-1, somministrare 2 dosi: all'età di 2 e 4 mesi.

  • Se si utilizza RV-5, somministrare 3 dosi: all'età di 2, 4 e 6 mesi.

  • Se qualsiasi dose in una serie è stata di RV-5 o è sconosciuta, devono essere somministrate 3 dosi.

  • L'età massima per la dose finale è 8 mesi, 0 giorni.

  • La vaccinazione non deve essere iniziata nei neonati di 15 settimane e 0 giorni o più grandi (vedi tabella Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni).

[c]Tossoidi di difterite e tetano e vaccino pertosse acellulare. L'età minima è di 6 settimane, fatta eccezione per il vaccino difterite-tetano-pertosse/poliovirus inattivato vaccini (Kinrix® e Quadracel®), che hanno un'età minima di 4 anni.

  • Somministrare una serie di dosi di difterite-tetano-pertosse acellulare 5 alle età di 2, 4, 6, 15-18 mesi e 4-6 anni.

  • La 4a dose può essere somministrata già a partire dai 12 mesi, a condizione che siano trascorsi almeno 6 mesi dalla 3a dose.

  • Una quarta dose che è stata inavvertitamente somministrata a partire dall'età di 12 mesi può essere conteggiata se è stata somministrata ≥ 4 mesi dopo la terza dose.

  • Una 5a dose di vaccino pertosse acellulare non è necessaria se la 4a dose è stata somministrata a un'età ≥ 4 anni.

[d]Vaccino contro l'Haemophilus influenzae di tipo b (Hib). L'età minima è di 6 settimane.

  • Se si utilizzano i vaccini tossoide tetanico (ActHIB® e Hiberix®) o il vaccino difterite-tetano-pertosse acellulare-polio-Hib (Pentacel®), somministrare 4 dosi a 2, 4, 6 e 12-15 mesi.

  • Se si utilizza PRP-OMP (PedvaxHIB®), somministrare 3 dosi all'età di 2, 4 e 12-15 mesi.

  • Somministrare solo 1 dose ai bambini non vaccinati di età compresa tra 15 e 59 mesi.

Vaccinazione di recupero:

  • Prima dose somministrata all'età di 7-11 mesi: somministrare la 2a dose almeno 4 settimane dopo e la 3a (ultima) dose all'età di 12-15 mesi o 8 settimane dopo la 2a dose (a seconda di quale dei due è più tardi).

  • Se la prima dose è stata somministrata all'età di 12-14 mesi: somministrare la seconda dose (finale) almeno 8 settimane dopo la prima dose.

  • Prima dose somministrata prima dei 12 mesi e seconda dose prima dei 15 mesi: si somministra la terza (ultima) dose 8 settimane dopo la 2a dose.

  • 2 dosi di RP-OMP somministrate prima dell'età di 12 mesi: somministrare la 3a (finale) dose all'età di 12-59 mesi e almeno 8 settimane dopo la 2a dose.

  • Non vaccinato all'età di 15-59 mesi: somministrare solo 1 dose.

  • Per altre raccomandazioni per il richiamo, vedi tabella Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni.

Condizioni che aumentano il rischio di infezione da Hib: le seguenti sono le raccomandazioni per i bambini a maggior rischio di infezione da Hib. (Non immunizzato significa che non è stata fornita la serie completa di routine se i bambini hanno < 14 mesi o che non sono state somministrate dosi se i bambini hanno un'età ≥ 14 mesi).

  • Trattamento con chemioterapia o radioterapia: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente. Le dosi somministrate entro 14 giorni dall'inizio della terapia o durante la terapia devono essere ripetute almeno 3 mesi dopo il completamento della terapia.

  • Ricezione di un trapianto di cellule staminali ematopoietiche: somministrare la serie di 3 dosi con le dosi a 4 settimane di distanza, indipendentemente dalla storia di vaccinazione di Haemophilus influenzae di tipo b. La serie deve iniziare 6-12 mesi dopo il trapianto di successo.

  • Asplenia anatomica o funzionale, compresa l'anemia falciforme: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente. I bambini non immunizzati di età ≥ 5 anni ricevono 1 dose.

  • Splenectomia elettiva: somministrare 1 dose a bambini non immunizzati di età ≥ 15 mesi; se possibile, il vaccino deve essere somministrato almeno 14 giorni prima della procedura.

  • Infezione da HIV: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente. I bambini non immunizzati di età compresa tra 5 e 18 anni ricevono 1 dose.

  • Carenza di immunoglobuline, deficit della via iniziale del complemento: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente.

[e] Vaccino anti-pneumococco. L'età minima è di 6 settimane per il vaccino coniugato pneumococcico 13-valente e 2 anni per il vaccino coniugato pneumococcico 23-valente.

  • Somministrare 4 dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente a partire da 2, 4, 6 e 12-15 mesi.

Vaccinazione di recupero:

Condizioni che aumentano il rischio di infezione da pneumococco: quelle che seguono sono raccomandazioni per bambini di età compresa tra 2 e 5 anni che presentano condizioni che li mettono a rischio. Queste condizioni includono disturbi cardiaci e polmonari cronici, diabete mellito, una lesione cerebrospinale, un impianto cocleare e alcune condizioni di immunocompromissione (p. es., anemia falciforme, asplenia, infezione da HIV, insufficienza renale cronica, sindrome nefrotica, alcuni tumori, trattamento con immunosoppressori, trapianto di organi solidi, mieloma multiplo). Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's recommendations for use of the pneumococcal vaccine in children. Per le raccomandazioni per i bambini di età compresa tra i 7 ed i 18 anni, vedi tabella Programma di vaccinazione raccomandato per bambini e adolescenti di età compresa tra i 7 ed i 18 anni).

  • Se possibile, somministrare le dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente prima di quella di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente.

  • Se ai bambini sono state somministrate solo 3 dosi, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente a distanza di almeno 8 settimane dalla precedente dose di vaccino coniugato 13-valente. Se sono stati somministrate < 3 dosi, somministrare 2 dosi: a distanza di 8 settimane e di 16 settimane dalla dose precedente.

  • Se i bambini non hanno ricevuto il vaccino coniugato pneumococcico 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 23-valente a distanza di almeno 8 settimane da ogni precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente. Ai bambini con una condizione di immunocompromissione (vedi sopra) viene somministrata una 2a dose 5 anni dopo la prima.

[f] Vaccino poliovirus inattivato. L'età minima è di 6 settimane.

  • Somministrare una serie di 4 dosi di vaccino poliovirus inattivato alle età di 2, 4, 6-18 mesi, e 4-6 anni. La dose finale della serie deve essere somministrata a partire dal 4o anno di età e almeno 6 mesi dopo la dose precedente.

  • Quando viene utilizzato un vaccino combinato contenente il virus polio inattivato, ≥ 4 dosi possono essere somministrate prima del 4o compleanno, ma una dose è inoltre raccomandata dopo il 4o compleanno e almeno 6 mesi dopo la dose precedente.

  • Durante i primi 6 mesi di vita, l'età minima e gli intervalli minimi sono consigliati solo se il neonato è a rischio di esposizione imminente per poliovirus circolante (p. es., un viaggio in cui la polio è endemica, durante un'epidemia).

Vaccinazione di recupero:

  • Se ≥ 4 dosi sono somministrate prima dell'età di 4 anni, una dose aggiuntiva deve essere somministrata all'età di 4-6 anni e almeno 6 mesi dopo la dose precedente.

  • La 4a dose non è necessaria se la 3a dose è stata somministrata a ≥ 4 anni e almeno 6 mesi dopo la dose precedente.

  • Per le altre raccomandazioni aggiornate, Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni.

Per le serie che contengono vaccino antipolio orale, o il solo vaccino antipolio vivo attenuato o misto vivo attenuato-inattivato:

  • Il numero totale di dosi necessarie per completare la serie è lo stesso raccomandato per il programma per il vaccino antipolio inattivato della poliomielite statunitense.

  • Solo il vaccino antipolio orale trivalente soddisfa i requisiti di vaccinazione degli Stati Uniti. Per ulteriori indicazioni sulla valutazione delle dosi documentate del vaccino antipoliomielite orale, vedi CDC's guidance for assessment of poliovirus vaccination status.

[g] Vaccino influenzale (stagionale). L'età minima di somministrazione è di 6 mesi per il vaccino influenzale inattivato e di 2 anni per il vaccino vivo attenuato influenza. NOTA: il vaccino influenzale vivo attenuato non è stato raccomandato per la stagione influenzale 2017-2018; il vaccino influenzale vivo attenuato può essere utilizzato durante la stagione influenzale 2019-2020.

  • Per la maggior parte dei bambini sani di età ≥ 2 anni, può essere utilizzato sia vaccino influenzale vivo attenuato o vaccino influenzale inattivato. Tuttavia, il vaccino influenzale vivo attenuato non deve essere somministrato ad alcuni bambini, tra cui i bambini con asma, i bambini di età compresa tra 2-4 anni che hanno l'asma o hanno avuto un respiro sibilante nei precedenti 12 mesi, e ai bambini che hanno altre condizioni mediche che li predispongono a complicazioni influenzali. Per tutte le altre controindicazioni all'uso del vaccino antinfluenzale a virus vivo, vedi le ACIP's 2019–2020 recommendations.

  • Somministrare una formulazione per età e una dose di vaccino antinfluenzale appropriata per l'età e lo stato di salute del paziente ogni anno.

  • I bambini di età compresa tra 6 mesi e 8 anni che non hanno ricevuto ≥ 2 dosi di vaccino antinfluenzale prima del 1o luglio 2019 devono ricevere 2 dosi ad almeno 4 settimane di distanza.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's 2019–2020 recommendations.

[h] Vaccino morbillo-parotite-rosolia. L'età minima è di 12 mesi per la vaccinazione di routine.

  • Somministrare 2 dosi all'età di 12-15 mesi e 4-6 anni. La 2a dose può essere somministrata già 4 settimane dopo la prima dose.

  • Vaccinazione di richiamo: per i bambini non vaccinati, somministrare 2 dosi ad almeno 4 settimane di distanza.

  • Viaggio internazionale: somministrare 1 dose di vaccino morbillo, parotite, rosolia ai bambini di età compresa tra 6-11 mesi che viaggiano a livello internazionale. Rivaccinare questi bambini con 2 dosi di vaccino morbillo-parotite-rosolia: la prima dose all'età di 12-15 mesi (a 12 mesi se il bambino rimane in una zona ad alto rischio) e la 2a dose somministrata almeno 4 settimane dopo la dose precedente. Per i bambini non vaccinati di età ≥ 12 mesi, somministrare 2 dosi ad almeno 4 settimane di distanza prima della partenza.

[i]Vaccino antivaricella (VAR). L'età minima è di 12 mesi.

  • Somministrare 2 dosi all'età di 12-15 mesi, e 4-6 anni.

  • La seconda dose può essere somministrata già a 3 mesi dopo la prima dose; una dose somministrata dopo un intervallo di 4 settimane può essere considerata allo stesso modo.

[j] Vaccino contro l'epatite A. L'età minima è di 12 mesi.

  • Somministrare 2 dosi, separate da 6-18 mesi, tra il primo e il 2o compleanno. Una serie iniziata prima del secondo compleanno deve essere completata anche se il bambino compie 2 anni prima della 2a dose.

Vaccinazione di recupero:

  • Chiunque di età ≥ 2 anni può ricevere il vaccino contro l'epatite A se lo desidera. L'intervallo minimo tra le dosi è di 6 mesi.

Viaggio internazionale:

  • Somministrare 1 dose di vaccino contro l'epatite A ai bambini di età compresa tra 6-11 mesi che viaggiano a livello internazionale. Poi somministrare 2 dosi, separate da 6-18 mesi, tra i 12 e i 23 mesi di età.

Aumento del rischio di epatite A: i bambini non vaccinati vengono vaccinati se sono ad aumentato rischio di epatite A. I fattori di rischio comprendono

  • Viaggio in aree endemiche

  • Un disturbo del fattore della coagulazione

  • Il trattamento con fattori di coagulazione del sangue

  • Una malattia epatica cronica

  • Senzatetto

  • Un anticipato stretto contatto personale (p. es., come i membri famigliari) con un figlio adottivo durante i primi 60 giorni dopo l'arrivo del bambino negli Stati Uniti da un'area endemica

Per ulteriori informazioni, vedi CDC's Hepatitis A Vaccination: Information for Health Care Providers.

[k] Vaccini meningococcici del sierogruppo A, C, W, Y. L'età minima è di 2 mesi per MenACWY-CRM (menveo®) e 9 mesi per MenACWY-D (menactra®). La vaccinazione di routine è una serie a 2 dosi, somministrate all'età di 11-12 anni e 16 anni, ma il vaccino viene somministrato a bambini più piccoli a maggior rischio.

Per i bambini con carenza persistente di complemento (inclusi quelli che assumono eculizumab) o asplenia anatomica o funzionale, anemia falciforme o infezione da HIV: è possibile utilizzare uno dei seguenti:

  • MenACWY-CRM: somministrare una serie di 4 dosi all'età di 2, 4, 6 e 12 mesi. Se la prima dose viene somministrata all'età di 7-23 mesi, somministrare 2 dosi, con la 2a dose somministrata almeno 12 settimane dopo la prima dose e dopo il primo compleanno. Se la prima dose viene somministrata all'età ≥ 24 mesi, somministrare 2 dosi separate da almeno 8 settimane.

  • MenACWY-D: somministrare 2 dosi ad almeno 12 settimane di distanza se i bambini hanno un'età compresa tra 9 e 23 mesi e ad almeno 8 settimane di distanza se sono di età ≥ 24 mesi. Se i bambini di età ≥ 24 mesi hanno asplenia, anemia falciforme o infezione da HIV, somministrare 2 dosi ad almeno 8 settimane di distanza. Il MenACWY-D deve essere somministrato almeno 4 settimane dopo il completamento della serie del vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Per i bambini che vivono o viaggiano in paesi in cui la malattia da meningococco è iperendemica o epidemica:

  • MenACWY-CRM: somministrare 4 dosi all'età di 2, 4, 6 e 12 mesi. Se la prima dose viene somministrata all'età di 7-23 mesi, somministrare 2 dosi, con la 2a dose somministrata almeno 12 settimane dopo la prima dose e dopo il primo compleanno.

  • MenACWY-D: per i bambini di età compresa tra 9 e 23 mesi, somministrare 2 dosi ad almeno 12 settimane di distanza; la seconda dose può essere somministrata già da 8 settimane dopo la prima dose ai bambini che viaggiano.

  • Per i bambini di età ≥ 2 anni, somministrare 1 dose di MenACWY-CRM o di MenACWY-D.

Il CDC raccomanda inoltre di vaccinare le persone identificate come a maggior rischio durante l'epidemia di meningococco.

Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's meningococcal vaccine recommendations, in particolare ACIP's recommendations for the use of MenACWY-CRM in children.

ACIP = Advisory Committee on Immunization Practices; CDC = Centers for Disease Control and Prevention; PRP-OMP = Neisseria meningitidis polyribosyl ribitol phosphate/outer membrane protein.

Adattato da the CDC: Recommended Child and Adolescent Immunization Schedule for ages 18 years or younger, United States, 2019. Disponibile qui.

Tabella
icon

Programma di vaccinazione raccomandato per le età 7-18 anni

Vaccino

7-10 anni

11-12 anni

13-15 anni

16 anni

17–18 anni

Epatite B(HepB)[a]

Vedi nota *

Vedi note † e [b]

Vedi note † e [c]

Vedi note * e [d]

Influenza (vaccino influenzale inattivato [IIV][e]

Annualmente, 1 o 2 dosi (età compresa tra 6 mesi e 8 anni)

Ogni anno, 1 dose

Vaccino vivo attenuato dell'influenza [e]

Annualmente, 1 o 2 dosi (età compresa tra 2 e 8 anni)

Ogni anno, 1 dose

NOTA: il vaccino influenzale vivo attenuato non è stato raccomandato per la stagione influenzale 2017-2018; il vaccino influenzale vivo attenuato può essere utilizzato durante la stagione influenzale 2019-2020.

Vedi note * e [f]

Varicella(VAR)[g]

Vedi nota *

Epatite A (HepA)[h]

Vedi nota ‡

Vaccini meningococcici, quadrivalenti (MenACWY-D e MenACWY-CRM)[i]

Vedi nota †

Prima dose

Vedi nota †

2a dose

Vedi nota †

Vedi nota *

Tetano, difterite, pertosse acellulare (Tdap)

Vedi nota ‡

Vedi note † e §

Vedi nota [k]

Vedi nota *

Vedi note † e [l]

Vedi nota §

* = Range di età consigliato per richiamo/recupero di vaccinazione.

= Range di età raccomandato per alcuni gruppi ad alto rischio.

‡ = Range di età raccomandato per il richiamo per alcuni gruppi ad alto rischio.

§ = Fascia di età raccomandate per i gruppi che non sono ad alto rischio ma possono ricevere il vaccino in base al giudizio clinico.

Questo programma comprende raccomandazioni del CDC e dell'ACIP in vigore a partire dal 5 febbraio 2019. Ogni dose non somministrata all'età raccomandata deve essere somministrata durante una visita successiva, quando indicato e fattibile. Un vaccino combinato deve essere usato al posto di iniezioni separate, quando appropriato.

Gli operatori delle vaccinazioni devono consultare dichiarazioni appropriate dell'ACIP per ottenere raccomandazioni dettagliate.

Gli effetti collaterali significativi che seguono la vaccinazione devono essere riferiti clinicamente al sistema di segnalazione di evento avverso al vaccino (Vaccine Adverse Event Reporting System, VAERS) utilizzando questo sito o chiamando il numero 800-822-7967. I casi sospetti di malattie prevenibili con vaccini devono essere segnalati allo Stato o al dipartimento di salute locale. Se i bambini rimangono indietro o iniziano in ritardo, devono seguire un programma di richiamo/recupero (vedi tabella Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni). Per informazioni su controindicazioni e precauzioni, vedi the ACIP's Vaccine Recommendations and Guidelines: Contraindications and Precautions.

Per calcolare gli intervalli tra le dosi, 4 settimane = 28 giorni. Intervalli di ≥ 4 mesi sono determinati dai mesi di calendario.

Le dosi di vaccino somministrate ≤ 4 giorni prima dell'età minima o dell'intervallo sono considerate valide. Le dosi somministrate ≥ 5 giorni prima dell'intervallo minimo o dell'età minima non sono considerate valide e devono essere ripetute come appropriato per l'età. La dose ripetuta viene somministrata dopo la dose non valida separata dall'intervallo minimo raccomandato. Per ulteriori informazioni, vedi Tabella 3-1: Recommended and minimum ages and intervals between vaccine doses.

Per informazioni su persone con condizioni da immunocompromissione, vedi ACIP's Vaccine Recommendations and Guidelines: Altered Immunocompetence.

Per informazioni sui requisiti di vaccino da viaggio, vedi il sito web dei Centers for Disease Control and Prevention Travelers' Health.

Per informazioni sulla vaccinazione durante un'epidemia contro una malattia prevenibile con il vaccino, contattare il dipartimento di salute locale o di stato.

[a]Vaccino contro l'epatite B (HepB).

  • Somministrare la serie di 3-dosi a 0, 1-2 e 6 mesi ai bambini non precedentemente vaccinati.

  • Per i bambini con vaccinazione incompleta, seguire le raccomandazioni per il richiamo (vedi tabella Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni).

  • La serie di 2 dosi (dosi a distanza di almeno 4 mesi) di formulazione per adulti di Recombivax HB® può essere usato negli adolescenti di età compresa tra 11 e 15 anni.

[b] Vaccino coniugato contro l'Haemophilus influenzae di tipo b (Hib).

  • Il vaccino Hib non è somministrato di routine in pazienti > 5 anni. Tuttavia, è somministrato ai bambini più piccoli che sono a maggior rischio.

  • Somministrare 1 dose a pazienti non immunizzati di età ≥ 5 anni se hanno asplenia anatomica o funzionale (tra cui anemia falciforme).

  • Somministrare 1 dose a pazienti non immunizzati di età compresa tra 5 e 18 anni in caso di infezione da HIV.

  • Somministrare una singola dose di qualsiasi vaccino che contenga l'Hib a bambini e adolescenti non immunizzati di età compresa ≥ 15 mesi se stanno avendo una splenectomia elettiva; se possibile, il vaccino deve essere somministrato almeno 14 giorni prima della procedura.

  • Per i pazienti di età ≥ 14 mesi, non immunizzati significa che non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino anti-Haemophilus influenzae tipo b.

I [c]vaccini pneumococcici coniugati (vaccino coniugato pneumococcico 13-valente e vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente).

Condizioni che aumentano il rischio di infezione da pneumococco: quelle che seguono sono raccomandazioni per bambini di età compresa tra 6 e 18 anni che presentano condizioni che aumentano il rischio di malattia da pneumococco.

  • Somministrare le dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente prima di quella del vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente se possibile.

Disturbi cardiaci o polmonari cronici o diabete mellito:

  • Se non è stata somministrata alcuna dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente a distanza di almeno 8 settimane da ogni precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Perdita cerebrospinale o un impianto cocleare:

  • Se non sono state somministrate dosi di vaccino 13-valente pneumococcico coniugato o vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente seguito da 1 dose di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico almeno 8 settimane dopo.

  • Se sono state somministrate dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente ma non il vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico, somministrare 1 dose di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico almeno 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

  • Se è stato somministrato il vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico ma non il vaccino 13-valente pneumococcico coniugato, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente almeno 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino 23- valente pneumococcico polisaccaridico.

Alcune condizioni di immunocompromissione (p. es., anemia falciforme, altre emoglobinopatie, immunodeficienza, asplenia, infezione da HIV, insufficienza renale cronica, sindrome nefrotica, alcuni tumori, trattamento con immunosoppressori, trapianto di organi solidi, mieloma multiplo):

  • Se non sono state somministrate dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente o coniugato 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente seguita da 2 dosi di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente; la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente viene somministrata 8 settimane dopo la dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente e la seconda dose viene somministrata almeno 5 anni dopo la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente.

  • Se è stato somministrato il vaccino coniugato pneumococcico 13-valente ma non il vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente, somministrare 2 dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente; la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente viene somministrato 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente, e la 2a dose viene somministrata almeno 5 anni dopo la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente.

  • Se è stato somministrato il vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente ma non il vaccino coniugato pneumococcico 13-valente, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente almeno 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente e una 2a dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente 5 anni dopo la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente e almeno 8 settimane dopo la dose del vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Malattia epatica cronica o alcolismo:

  • Se non è stata somministrata alcuna dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente a distanza di almeno 8 settimane da ogni precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Se la serie del vaccino coniugato pneumococcico 13-valente è incompleta, il numero e la tempistica di ulteriori dosaggi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente sono determinati dall'età in cui è stata somministrata la prima dose. Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's recommendations for use of the pneumococcal vaccine in children.

[d] Vaccino poliovirus inattivato.

Per le serie che contengono vaccino antipolio orale, o il solo vaccino antipolio vivo attenuato o misto vivo attenuato-inattivato:

  • Il numero totale di dosi necessarie per completare la serie è lo stesso raccomandato per il programma per il vaccino antipolio inattivato della poliomielite statunitense.

  • Solo il vaccino antipolio orale trivalente soddisfa i requisiti di vaccinazione degli Stati Uniti. Per ulteriori indicazioni sulla valutazione delle dosi documentate del vaccino antipoliomielite orale, vedi CDC's guidance for assessment of poliovirus vaccination status.

[e] Vaccini influenzali (vaccino inattivato contro l'influenza e il vaccino influenzale vivo attenuato).

  • Se i bambini di età compresa tra 6 mesi e 8 anni non hanno ricevuto ≥ 2 dosi di vaccino antinfluenzale prima del 1o luglio 2019, somministrare 2 dosi a distanza di almeno 4 sett.

  • Somministrare 1 dose di vaccino antinfluenzale per le persone di età ≥ 9 anni.

  • Il vaccino influenzale vivo attenuato non è stato raccomandato per la stagione 2017-2018. Può essere utilizzato durante la stagione 2019–2020.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's 2019–2020 recommendations.

[f] Vaccino morbillo-parotite-rosolia.

  • Vaccinazione di richiamo: per i bambini e gli adolescenti non vaccinati, somministrare 2 dosi a distanza di almeno 4 settimane.

[g]Vaccino antivaricella.

  • Se le persone di età compresa tra 7 e 18 anni non hanno prove di immunità, somministrare 2 dosi di vaccino contro la varicella con la seconda dose somministrata 3 mesi dopo la prima dose per i bambini di età compresa tra 7 e 12 anni e somministrare almeno 4 settimane dopo la prima dose per adolescenti ≥ 13 anni. L'intervallo minimo per entrambi i gruppi di età è di 4 settimane.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's recommendations for prevention of varicella.

[h] Vaccino contro l'epatite A.

Vaccinazione di recupero:

  • Chiunque di età ≥ 2 anni può ricevere il vaccino contro l'epatite A se lo desidera; 2 dosi sono somministrate. L'intervallo minimo tra le dosi è di 6 mesi.

Aumento del rischio di epatite A: i bambini non vaccinati vengono vaccinati se sono ad aumentato rischio di epatite A. I fattori di rischio comprendono

  • Viaggiare o lavorare in aree endemiche

  • Uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini

  • Uso di droghe illegali (iniettabili in vena e non)

  • Un disturbo del fattore della coagulazione

  • Il trattamento con fattori di coagulazione del sangue

  • Una malattia epatica cronica

  • Senzatetto

  • Un anticipato stretto contatto personale (p. es., come i membri famigliari o una babysitter con frequenza regolare) con un figlio adottivo durante i primi 60 giorni dopo l'arrivo del bambino negli Stati Uniti da un'area endemica

Per ulteriori informazioni, vedi CDC's Hepatitis A Vaccination: Information for Health Care Providers.

[i] Vaccini da meningococco sierogruppi A, C, W, Y (MenACWY-CRM [Menveo®] e MenACWY-D [Menactra®]:)

  • Somministrare una serie di 2 dosi all'età di 11-12 anni e all'età di 16 anni.

  • Se la prima dose viene somministrata all'età di 13-15 anni, una dose di richiamo deve essere somministrata all'età di 16-18 anni, con un intervallo minimo di almeno 8 settimane dopo la dose precedente.

  • Se la prima dose viene somministrata all'età di 16–18 anni, non è necessaria una dose di richiamo.

Raccomandazioni di richiamo per i bambini con carenza persistente di complemento (inclusi quelli che assumono eculizumab), asplenia anatomica o funzionale, anemia falciforme o infezione da HIV: è possibile utilizzare uno dei seguenti:

  • MenACWY-CRM: se la prima dose viene somministrata all'età ≥ 24 mesi, somministrare 2 dosi ad almeno 8 settimane di distanza.

  • MenACWY-D: somministrare 2 dosi ad almeno 8 settimane di distanza se i bambini hanno un'età ≥ 24 mesi. Il MenACWY-D deve essere somministrato almeno 4 settimane dopo il completamento della serie del vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Raccomandazioni di richiamo per i bambini che vivono o viaggiano in paesi in cui la malattia da meningococco è iperendemica:

  • Per i bambini di età ≥ 2 anni, somministrare 1 dose di MenACWY-CRM o di MenACWY-D.

Il CDC raccomanda di vaccinare le persone identificate come a maggior rischio durante un'epidemia da meningococco. Quale vaccino devono ricevere dipende dal sierogruppo che ha causato l'epidemia.

Per ulteriori indicazioni (incluso l'uso in pazienti ad alto rischio), vedi l'ACIP meningococcal vaccine recommendations e il CDC's The Pink Book: Meningococcal Disease.

[j] Vaccino (Tdap) per jtetano, difterite e pertosse acellulare. L'età minima è di 11 anni per la vaccinazione di routine e di 7 anni per la vaccinazione di recupero.

  • Somministrare 1 dose ad adolescenti di età compresa tra 11 e 12 anni.

  • Per le adolescenti in gravidanza, somministrare 1 dose durante ogni gravidanza, preferibilmente a 27-36 settimane di gestazione. Il tetano, difterite, pertosse acellulare può essere somministrato indipendentemente dall'intervallo del ricevimento dell'ultimo vaccino contenente il tossoide tetanico e difterico.

  • Se gli adolescenti di età compresa tra 13 e 18 anni non hanno ricevuto il vaccino Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare), somministrare 1 dose di Tdap seguita da dosi di richiamo di tossoidi tetanici e difterici (Td) ogni 10 anni successivamente.

  • Per i bambini e gli adolescenti di età compresa tra i 7 ed i 18 anni che non sono completamente immunizzati con una serie vaccinale Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) durante l'infanzia, somministrare 1 dose di vaccino per tetano, difterite e pertosse come parte della serie di richiamo, preferibilmente la 1a dose. Se sono necessarie ulteriori dosi, usare il vaccino Td.

  • I bambini che hanno ricevuto il vaccino Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) inavvertitamente tra i 7-10 anni o come parte di una serie di recupero devono ricevere la dose di routine del vaccino difterite-tetano-pertosse all'età di 11-12 anni.

  • Una dose di vaccino difterite-tetano-pertosse acellulare involontariamente somministrata a bambini di età compresa tra i 7 ed i 10 anni può essere considerata come parte della serie di richiamo. La dose di routine del vaccino contro Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) deve essere somministrata all'età di 11-12 anni. Se agli adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 18 anni viene inavvertitamente somministrato il vaccino difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP), può essere considerato come la dose di Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) dell'adolescente.

[k] Vaccino per il papillomavirus umano. L'età minima è di 9 anni.

  • La vaccinazione di routine anti-papillomavirus è raccomandato all'età di 11 o 12 anni (si può iniziare a 9 anni) e per pazienti precedentemente non vaccinati o non adeguatamente vaccinati fino all'età di 26 anni.

Il numero di dosi (2 o 3 dosi) dipende dall'età alla prima dose:

  • Età 9-14 anni: somministrare una serie di 2 dosi a 0 e 6-12 mesi. L'intervallo minimo è 5 mesi. Ripetere se una dose viene somministrata troppo presto; ripetere la dose almeno 12 settimane dopo la dose non valida e almeno 5 mesi dopo la 1a dose.

  • Età ≥ 15 anni: somministrare una serie di 3 dosi a 0, 1-2 mesi e 6 mesi. Gli intervalli minimi sono 4 settimane tra la prima e la seconda dose, 12 settimane tra la seconda e la terza dose e 5 mesi tra la prima e la terza dose. Se viene somministrata una dose troppo presto, somministrare nuovamente la dose all'intervallo minimo dalla dose precedente o dopo.

  • Le persone che hanno completato una serie valida con qualsiasi vaccino contro il papillomavirus non hanno bisogno di dosi aggiuntive.

Situazioni particolari:

  • Storia di abusi sessuali o aggressioni: inizia la serie all'età di 9 anni.

  • Nelle condizioni da immunocompromissione (compresa l'infezione da HIV): somministrare una serie di 3 dosi a 0 mesi, 1-2 mesi e 6 mesi a pazienti di età compresa tra 9 e 26 anni.

  • Gravidanza: la vaccinazione durante la gravidanza non è raccomandata, ma non ci sono prove che il vaccino sia dannoso. Non è necessario alcun intervento per le donne alle quali è stato inavvertitamente somministrata una dose di vaccino per il papillomavirus durante la gravidanza. Ritardare le dosi residue fino a dopo la gravidanza. Non è necessario effettuare il test di gravidanza prima della vaccinazione.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's updated recommendations for the HPV vaccine.

[l] Vaccini meningococcici del sierogruppo B (MenB [Bexsero®, Trumenba®]). L'età minima è di 10 anni.

  • I vaccini MenB possono essere somministrati a discrezione clinica a tutti gli adolescenti di età compresa tra 16 e 23 anni (preferibilmente di età compresa tra 16 e 18 anni) che lo desiderano, anche se non sono a maggior rischio.

  • Somministrare 2 dosi di Bexsero® ad almeno 1 mese di distanza.

  • Somministrare 2 dosi di Trumenba® ad almeno 6 mesi di distanza. Se la 2a dose viene data prima di 6 mesi, somministrare una 3a dose almeno 4 mesi dopo la 2a dose.

  • Il Bexsero® e il Trumenba® non sono intercambiabili.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's meningococcal vaccine recommendations.

Condizioni che aumentano il rischio di infezione da meningococco B: le seguenti sono raccomandazioni per bambini e adolescenti che hanno condizioni che li mettono a rischio. Queste condizioni includono asplenia anatomica o funzionale, anemia a cellule falciformi e carenza persistente del complemento (incluso l'uso di eculizumab):

  • Somministrare 2 dosi di Bexsero® ad almeno 1 mese di distanza.

  • Somministrare 3 dosi di Trumenba® a 0 mesi, 1-2 mesi e 6 mesi.

ACIP = Advisory Committee on Immunization Practices; CDC = Centers for Disease Control and Prevention.

Adattato da the CDC: Recommended Child and Adolescent Immunization Schedule for ages 18 years or younger, United States, 2019. Disponibile qui.

Tabella
icon

Programma di vaccinazione di richiamo per le età 4 mesi-18 anni

Vaccino

Età minima per la 1a dose

Intervallo minimo tra le dosi 1 e 2

Intervallo minimo tra le dosi 2 e 3

Intervallo minimo tra le dosi 3 e 4

Intervallo minimo tra le dosi 4 e 5

Per le età 4 mesi-6 anni

Epatite B (HepB)[a]

Nascita

4 settimane

8 settimane e almeno 16 settimane dopo la prima dose

Età minima per la dose finale: 24 settimane

Rotavirus (RV)[b]

6 settimane

Età massima per la prima dose: 14 settimane, 6 giorni

4 settimane

4 settimane[b]

6 settimane

4 settimane

4 settimane

6 mesi

6 mesi[c]

6 settimane

4 settimane se la prima dose è stata somministrata all'età di < 12 mesi

8 settimane (come la dose finale) se la prima dose è stata somministrata all'età di 12-14 mesi

Non sono necessarie ulteriori dosi se la prima dose è stata somministrata all'età di 15 mesi

4 settimane[d] se l'età attuale è < 12 mesi e se la 1a dose è stata somministrata a < 7 mesi e ≥ 1 dose precedente era vaccini tossoide tetanico (ActHib®, Pentacel®, Hiberix®) o sconosciuta

8 settimane e età 12-59 mesi (come dose finale) [d] se è presente una delle seguenti condizioni:

  • L'età attuale è < 12 mesi e la prima dose viene somministrata all'età di 7-11 mesi.

o

  • L'età attuale è di 12-59 mesi e la prima dose è stata somministrata all'età di < 12 mesi e la seconda dose è stata somministrata all'età di < 15 mesi.

o

  • Le prime due dosi erano PRP-OMP (PedvaxHIB® Comvax®) e somministrate all'età di < 12 mesi.

Non sono necessarie ulteriori dosi se la dose precedente è somministrata all'età di 15 mesi

8 settimane (come dose finale)

È necessaria solo per i bambini di età compresa tra 12-59 mesi che hanno ricevuto la 3a dose prima di 12 anni

6 settimane

4 settimane se la prima dose è stata somministrata all'età di < 12 mesi.

8 settimane (come dose finale per bambini in buona salute) se la prima dose è stata somministrata all'età di 12-14 mesi

Non sono necessarie ulteriori dosi per i bambini sani, se la prima dose viene somministrata all'età di 24 mesi

4 settimane se l'età attuale è < 12 mesi e la dose precedente è stata somministrata all'età di < 7 mesi

8 settimane (come dose finale per i bambini sani) se è presente una delle seguenti:

  • La dose precedente è stata somministrata all'età di 7-11 mesi e l'età attuale è 12 mesi.

o

  • L'età attuale è ≥ 12 mesi e almeno 1 dose è stata somministrata prima dell'età di 12 mesi.

Non sono necessarie ulteriori dosi per i bambini sani, se la precedente dose viene somministrata all'età di 24 mesi

8 settimane (come dose finale)

È necessaria solo per i bambini di età compresa tra 12-59 mesi che hanno ricevuto 3 dosi prima dei 12 mesi o per i bambini ad alto rischio che hanno ricevuto 3a dose a qualsiasi età

6 settimane

4 settimane[f]

4 settimane [f] se l'età attuale è < 4 anni

6 mesi come dose finale se l'età attuale è ≥ 4 anni

6 mesi[f]

Età minima: 4 anni per la dose finale

6 settimane

8 settimane [g]

Vedi nota [g]

Vedi nota [g]

12 mesi

4 settimane

Varicella(VAR)[i]

12 mesi

3 mesi

Epatite A (HepA)[j]

12 mesi

6 mesi

Per età 7-18 anni

Tetano, difterite, pertosse acellulare (Tdap)[k]

7 anni [k]

4 settimane

4 settimane se la prima dose di difterite-tetano-pertosse acellulare/difterite-tetano è stata somministrata all'età di < 12 mesi

6 mesi (come dose finale) se la prima dose di difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP)/difterite-tetano o Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare)/Td è stata somministrata a 12 mesi di età

6 mesi se la prima dose di difterite-tetano-pertosse acellulare/difterite-tetano (DTaP) è stata somministrata a < 12 mesi di età

9 anni

Intervalli di somministrazione di routine raccomandati[k]

Epatite A (HepA)[k]

N/A

6 mesi

Epatite B (HepB)[a]

N/A

4 settimane

8 settimane e almeno 16 settimane dopo la prima dose

Poliovirus inattivato[k]

N/A

4 settimane

6 mesi[f]

Una 4a dose non necessaria se la 3a dose è stata somministrata a ≥ 4 anni e almeno 6 mesi dopo la dose precedente

È richiesta una 4a dose di virus polio inattivato se tutte le precedenti dosi sono state somministrate all'età di < 4 anni o se la 3a dose è stata somministrata < 6 mesi dopo la 2a dose

Coniugato meningococcico ACWY[k]

N/A

8 settimane [g]

Morbillo-parotite-rosolia[k]

N/A

4 settimane

Varicella (VAR)[i]

N/A

3 mesi se l'età è < 13 anni

4 settimane se l'età è 13 anni

NOTA: per i bambini le cui vaccinazioni sono iniziate in ritardo o sono > 1 mese indietro, questa tabella fornisce programmi di richiamo/recupero e gli intervalli minimi tra le dosi (vedi anche i CDC's recommended catch-up immunization schedule). Una serie vaccinale non deve necessariamente essere ricominciata, qualunque sia il tempo trascorso fra le dosi. Utilizzare la sezione appropriata per l'età del bambino.

Utilizzare sempre questa tabella insieme ai child and adolescent immunization schedules (programmi di vaccinazione degli adolescenti e dei bambini) del CDC, comprese le loro note (vedi anche tabella Programma di vaccinazione raccomandato per le età 0-6 anni e tabella Programma di vaccinazione raccomandato per le età 7-18 anni).

Gli effetti collaterali significativi che seguono la vaccinazione devono essere riferiti clinicamente al sistema di segnalazione di evento avverso al vaccino (Vaccine Adverse Event Reporting System, VAERS) utilizzando questo sito o chiamando il numero 800-822-7967. I casi sospetti di malattie prevenibili da vaccino devono essere segnalati. Per informazioni su controindicazioni e precauzioni, vedi the ACIP's Vaccine Recommendations and Guidelines: Contraindications and Precautions.

Per calcolare gli intervalli tra le dosi, 4 settimane = 28 giorni. Intervalli di ≥ 4 mesi sono determinati dai mesi di calendario.

Le dosi di vaccino somministrate ≤ 4 giorni prima dell'età minima o dell'intervallo sono considerate valide. Le dosi somministrate ≥ 5 giorni prima dell'intervallo minimo o dell'età minima non sono considerate valide e devono essere ripetute come appropriato per l'età. La dose ripetuta viene somministrata dopo la dose non valida separata dall'intervallo minimo raccomandato. Per ulteriori informazioni, vedi Tabella 3-1: Recommended and minimum ages and intervals between vaccine doses.

Per informazioni sui requisiti di vaccino da viaggio, vedi il sito web dei Centers for Disease Control and Prevention Travelers' Health.

Per informazioni sulla vaccinazione durante un'epidemia contro una malattia prevenibile con il vaccino, contattare il dipartimento di salute locale o di stato.

[a]Vaccino contro l'epatite B (HepB).

  • Somministrare 3 dosi a bambini precedentemente non vaccinati.

  • La serie di 2 dosi (con dosi a distanza di almeno 4 mesi) di formulazione per adulti di Recombivax HB® può essere usata negli adolescenti di età compresa tra 11 e 15 anni.

[b]Vaccini anti-rotavirus (RV).

  • La vaccinazione non deve essere iniziata nei neonati di età compresa tra 15 settimane 0 giorni. L'età massima è 8 mesi, 0 giorni per la dose finale della serie.

[c]Tossoidi di difterite e tetano e vaccino pertosse acellulare.

  • La 5a dose non è necessaria se la 4a dose è stata somministrata all'età di 4 anni.

[d]Vaccino coniugato contro l'Haemophilus influenzae di tipo b (Hib).

  • Prima dose somministrata all'età di 7-11 mesi: somministrare la 2a dose almeno 4 settimane dopo e la 3a (finale) dose a 12-15 mesi o 8 settimane dopo la 2a dose (a seconda di quale delle due è più tardi).

  • Se la prima dose è stata somministrata all'età di 12-14 mesi: somministrare la seconda dose (finale) almeno 8 settimane dopo la prima dose.

  • Prima dose somministrata prima dei 12 mesi e la seconda dose somministrata prima del 15 mese: somministrare la terza dose (finale) 8 settimane dopo la seconda dose.

  • 2 dosi di PRP-OMP (PedvaxHIB®, Comvax®) somministrate prima di 12 mesi: somministrare la 3a (finale) dose all'età di 12-59 mesi e almeno 8 settimane dopo la seconda dose.

  • Non vaccinato all'età di 15-59 mesi: somministrare solo 1 dose.

Condizioni che aumentano il rischio di infezione da Hib: le seguenti sono le raccomandazioni per i bambini a maggior rischio di infezione da Hib. (Non immunizzato significa che non è stata fornita la serie completa di routine se i bambini hanno un'età fino a 14 mesi o che non sono state somministrate dosi se i bambini hanno un'età ≥ 14 mesi).

  • Trattamento con chemioterapia o radioterapia: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Le dosi somministrate entro 14 giorni dall'inizio della terapia o durante la terapia devono essere ripetute almeno 3 mesi dopo il completamento della terapia.

  • Ricezione di un trapianto di cellule staminali ematopoietiche: somministrare la serie di 3 dosi con le dosi a 4 settimane di distanza, indipendentemente dalla storia di vaccinazione di Haemophilus influenzae di tipo b. La serie deve iniziare 6-12 mesi dopo il trapianto di successo.

  • Asplenia anatomica o funzionale, compresa l'anemia falciforme: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente. Bambini e adolescenti non immunizzati ≥ 5 anni ricevono 1 dose.

  • Splenectomia elettiva: somministrare 1 dose a bambini non immunizzati di età ≥ 15 mesi; se possibile, il vaccino deve essere somministrato almeno 14 giorni prima della procedura.

  • Infezione da HIV: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi separate da 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente. I bambini non immunizzati di età compresa tra 5 e 18 anni ricevono 1 dose.

  • Carenza di immunoglobuline, deficit della via iniziale del complemento: se i bambini di età compresa tra 12 e 59 mesi non sono vaccinati o hanno ricevuto solo 1 dose prima dei 12 mesi di età, somministrare 2 dosi a distanza di 8 settimane. Se sono state somministrate ≥ 2 dosi prima dei 12 mesi, somministrare 1 dose almeno 8 settimane dopo la dose precedente.

[e]Vaccino anti-pneumococco. L'età minima è di 6 settimane per il vaccino coniugato pneumococcico 13-valente e 2 anni per il vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente. Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's recommendations for use of the pneumococcal vaccine in children.

  • Vaccinazione di richiamo con vaccino coniugato pneumococcico 13-valente: 1 dose per i bambini sani di età compresa tra 24 e 59 mesi se le dosi di vaccino pneumococcico coniugato 13-valente non sono state completate secondo il programma di recupero raccomandato dall'Advisory Committee on Immunization Practices.

Condizioni che aumentano il rischio di infezione da pneumococco: le seguenti sono raccomandazioni di richiamo per i bambini che presentano condizioni che li mettono a rischio. Queste condizioni includono disturbi cardiaci e polmonari cronici, diabete mellito, una lesione cerebrospinale, un impianto cocleare e alcune condizioni di immunocompromissione (p. es., anemia falciforme, altre emoglobinopatie, asplenia, infezione da HIV, insufficienza renale cronica, sindrome nefrotica, alcuni tumori, trattamento con immunosoppressori), trapianto di organi solidi, mieloma multiplo, epatopatia cronica ed alcolismo.

  • Se possibile, somministrare le dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente prima di quella di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente.

Per bambini di 2-5 anni con qualsiasi condizione che aumenta il rischio:

  • Se prima sono state somministrate 3 dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente almeno 8 settimane dopo la dose precedente.

  • Se < 3 dosi sono state somministrate di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente in precedenza, somministrare 2 dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente 8 settimane dopo la dose precedente e un'altra dose a 8 settimane di distanza.

  • Se non è stato somministrato il vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico, somministrare 1 dose di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico almeno 8 settimane dopo ogni dose precedente di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Per bambini e adolescenti di età compresa tra 6 e 18 anni con disturbi cronici del cuore o del polmone o diabete mellito:

  • Se non è stata somministrata alcuna dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente ad almeno 8 settimane di distanza da ogni precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Per bambini e adolescenti di età compresa tra 6 e 18 anni con una perdita di liquido cerebrospinale o un impianto cocleare:

  • Se non sono state somministrate dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente o vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente seguito da 1 dose di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico almeno 8 settimane dopo.

  • Se sono state somministrate dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente ma non il vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico, somministrare 1 dose di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico almeno 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

  • Se sono state somministrate dosi di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico ma non di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente, somministrare 1 dose di vaccino pneumococco coniugato almeno 8 settimane dopo la dose precedente di vaccino 23-valente pneumococcico polisaccaridico.

Per bambini e adolescenti di età compresa tra 6 e 18 anni con determinate condizioni di immunocompromissione (p. es., anemia falciforme, altre emoglobinopatie, asplenia, infezione da HIV, insufficienza renale cronica, sindrome nefrotica, alcuni tipi di cancro, trattamento con immunosoppressori):

  • Se non sono state somministrate dosi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente o 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente seguita da 2 dosi di vaccino polisaccaridico 23-valente; la prima dose di vaccino polisaccaridico 23-valente viene somministrata 8 settimane dopo la dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente e la seconda dose viene somministrata almeno 5 anni dopo la prima dose di vaccino polisaccaridico 23-valente.

  • Se è stato somministrato il vaccino coniugato pneumococcico 13-valente ma non il vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente, somministrare 2 dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente; la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente viene somministrato 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente, e la 2a dose viene somministrata almeno 5 anni dopo la prima dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente.

  • Se sono state somministrate dosi di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente ma non di vaccino polisaccaridico 13-valente, somministrare 1 dose di vaccino polisaccaridico 13-valente almeno 8 settimane dopo la precedente dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente e una 2a dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente a 5 anni dopo la 1a dose di vaccino polisaccaridico pneumococcico 23-valente e almeno 8 settimane dopo la dose di vaccino polisaccaridico 13-valente.

Per bambini e adolescenti di età compresa tra 6 e 18 anni con epatopatia cronica o alcolismo:

  • In assenza di dosi di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente, somministrare 1 dose di vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente ad almeno 8 settimane di distanza da qualsiasi precedente dose di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente.

Se la serie del vaccino pneumococcico coniugato 13-valente è incompleta, il numero e la tempistica di ulteriori dosaggi di vaccino coniugato pneumococcico 13-valente sono determinati dall'età in cui è stata somministrata la prima dose. Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's recommendations for use of the pneumococcal vaccine in children.

[f] Vaccino poliovirus inattivato.

  • Durante i primi 6 mesi di vita, l'età minima e gli intervalli minimi sono consigliati solo se il neonato è a rischio di esposizione imminente per poliovirus circolante (p. es., un viaggio in cui la polio è endemica, durante un'epidemia).

  • Se sono state somministrate ≥ 4 dosi prima dei 4 anni, somministrare una dose aggiuntiva all'età di 4-6 anni e almeno 6 mesi dopo la dose precedente.

  • La 4a dose non è necessaria se la 3a dose è stata somministrata a ≥ 4 anni e almeno 6 mesi dopo la dose precedente.

  • Il vaccino poliovirus inattivato non è raccomandato di routine per i residenti negli Stati Uniti di età ≥ 18 anni.

Per le serie che contengono vaccino antipolio orale, o il solo vaccino antipolio vivo attenuato o misto vivo attenuato-inattivato:

  • Il numero totale di dosi necessarie per completare la serie è lo stesso raccomandato per il programma per il vaccino antipolio inattivato della poliomielite statunitense.

  • Solo il vaccino antipolio orale trivalente soddisfa i requisiti di vaccinazione degli Stati Uniti. Per ulteriori indicazioni sulla valutazione delle dosi documentate del vaccino antipoliomielite orale, vedi CDC's guidance for assessment of poliovirus vaccination status.

[g] Vaccini da meningococco sierogruppi A, C, W, Y (MenACWY-CRM [Menveo®] e MenACWY-D [Menactra®]).

[h]Vaccino morbillo-parotite-rosolia.

  • Per i bambini e gli adolescenti non vaccinati, somministrare 2 dosi a distanza di almeno 4 settimane.

[i]Vaccino antivaricella (VAR).

  • Se le persone di età compresa tra 7 e 18 anni non hanno prove di immunità, somministrare 2 dosi di vaccino della varicella con la seconda dose somministrata 3 mesi dopo la prima dose per i bambini di età compresa tra 7 e 12 anni e almeno 4 settimane dopo la prima dose per gli adolescenti con ≥ 13 anni. Nei bambini di età compresa tra 7 e 12 anni, la seconda dose può essere somministrata già 4 settimane dopo la prima dose, se necessario.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's recommendations for prevention of varicella.

[j]Vaccino contro l'epatite A.

Aumento del rischio di epatite A: i bambini non vaccinati vengono vaccinati se sono ad aumentato rischio di epatite A. I fattori di rischio comprendono

  • Viaggiare o lavorare in aree endemiche

  • Uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini

  • Uso di droghe illegali (iniettabili in vena e non)

  • Un disturbo del fattore della coagulazione

  • Il trattamento con fattori di coagulazione del sangue

  • Una malattia epatica cronica

  • Senzatetto

  • Un anticipato stretto contatto personale (p. es., come i membri famigliari o una babysitter con frequenza regolare) con un figlio adottivo durante i primi 60 giorni dopo l'arrivo del bambino negli Stati Uniti da un'area endemica

Per ulteriori informazioni, vedi CDC's Hepatitis A Vaccination: Information for Health Care Providers.

[k]Tossoidi del tetano e della difterite (Td) e tossoidi del tetano e della difterite e della pertosse acellulare (Tdap [difterite-tetano-pertosse acellulare]).

  • Se gli adolescenti di età compresa tra 13 e 18 anni non hanno ricevuto il vaccino Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare), somministrare 1 dose, seguita da un richiamo con vaccino con tossoidi ogni 10 anni.

  • Se i bambini e gli adolescenti di età compresa tra 7 e 18 anni non sono completamente immunizzati con vaccino per difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP), somministrare 1 dose di vaccino per Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) come parte della serie di recupero, preferibilmente la prima. Se sono necessarie ulteriori dosi, usare il vaccino Td.

  • I bambini di età compresa tra 7 e 10 anni che hanno ricevuto il Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) inavvertitamente o come parte della serie di recupero possono ricevere la dose di routine di Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) a 11-12 anni.

  • Una dose di vaccino difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP) involontariamente somministrata a bambini di età compresa tra i 7 ed i 10 anni può essere considerata come parte della serie di richiamo. La dose di routine del vaccino contro Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) può essere somministrata all'età di 11-12 anni.

  • Una dose di vaccino difterite-tetano-pertosse acellulare (DTaP) involontariamente somministrata ad adolescenti di età compresa tra 11 e 18 anni può essere considerata come la dose di Tdap (difterite-tetano-pertosse acellulare) per adolescenti.

[l]Vaccino contro il papillomavirus umano.

  • La vaccinazione di routine contro il papillomavirus è raccomandata per tutti gli adolescenti all'età di 11 o 12 anni (può iniziare a 9 anni) e per i pazienti precedentemente non vaccinati o non adeguatamente vaccinati fino all'età di 26 anni.

Il numero di dosi (2 o 3 dosi) dipende dall'età alla prima dose:

  • Età 9-14 anni: somministrare una serie di 2 dosi a 0 e 6-12 mesi. L'intervallo minimo è 5 mesi. Se viene somministrata una dose troppo presto, ripetere la dose almeno 12 settimane dopo la dose non valida e almeno 5 mesi dopo la prima dose.

  • Età ≥ 15 anni: somministrare una serie di 3 dosi a 0, 1-2 mesi e 6 mesi. Gli intervalli minimi sono 4 settimane tra la prima e la seconda dose, 12 settimane tra la seconda e la terza dose e 5 mesi tra la prima e la terza dose. Se viene somministrata una dose troppo presto, somministrare nuovamente la dose all'intervallo minimo dalla dose precedente o dopo.

  • Le persone che hanno completato una serie valida con qualsiasi vaccino contro il papillomavirus non hanno bisogno di dosi aggiuntive.

  • Per ulteriori informazioni, vedi ACIP's updated recommendations for the HPV vaccine.

ACIP = Advisory Committee on Immunization Practices; CDC = Centers for Disease Control and Prevention; N/A = not applicable; PRP-OMP = Neisseria meningitidis polyribosyl ribitol phosphate/outer membrane protein.

Adattato da the CDC: Catch-up immunization schedule for persons aged 4 months–18 years who start late or who are more than 1 month behind, United States, 2019. Disponibile qui.

Per ulteriori informazioni

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE