Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Sindrome epatopolmonare

Di

Mark T. Gladwin

, MD, University of Pittsburgh School of Medicine;


Andrea R. Levine

, MD, University of Maryland School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti feb 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

La sindrome epatopolmonare consiste in un'ipossia provocata da una vasodilatazione polmonare microvascolare in pazienti con ipertensione portale; la dispnea e l'ipossiemia sono peggiori quando il paziente è in piedi.

La sindrome epatopolmonare deriva dalla formazione di microscopiche dilatazioni arterovenose intrapolmonari in pazienti con epatopatia cronica in genere quando è complicata da ipertensione portale. Il meccanismo è sconosciuto, ma si pensa sia secondaria a un'aumentata produzione o una ridotta clearance di vasodilatatori a livello epatico. Le dilatazioni vascolari provocano un'esagerata perfusione rispetto alla ventilazione, causando ipossiemia, in particolare perché i pazienti hanno un'aumentata gittata cardiaca derivante dalla vasodilatazione sistemica.

Poiché le lesioni sono spesso più numerose alle basi polmonari, la sindrome epatopolmonare può provocare platipnea (dispnea) e l'ortodeossia (ipossiemia) in pazienti in posizione seduta o eretta, che sono alleviate in decubito supino. La maggior parte dei pazienti presenta anche i segni caratteristici dell'epatopatia cronica, come gli angiomi stellati. Circa il 20% dei pazienti si presenta con sintomi polmonari isolati.

Diagnosi

  • Pulsossimetria

  • Ecocardiografia con contrasto e talvolta altre metodiche di imaging

La sindrome epatopolmonare deve essere sospettata in pazienti con epatopatia nota che riferisce dispnea (in particolare platipnea). I pazienti con questi sintomi devono essere sottoposti a una pulsossimetria. Se i sintomi sono gravi (p. es., dispnea al riposo), occorre eseguire un'emogasanalisi mentre il paziente respira aria ambiente e ossigeno al 100% per determinare la frazione di shunt.

Consigli ed errori da evitare

  • Se i pazienti hanno ipertensione portale e la dispnea è migliorata dal decubito supino, prendere in considerazione la sindrome epatopolmonare.

Un utile esame diagnostico è l'ecocardiografia con contrasto. Si iniettano EV delle microbolle contenute in una soluzione fisiologica precedentemente agitata; normalmente le microbolle vengono trattenute dai capillari polmonari mentre attraversano rapidamente i polmoni (ossia, entro 7 battiti cardiaci) e compaiono nell'atrio sinistro. In modo simile, l'albumina marcata con tecnezio-99m, iniettata EV, può attraversare i polmoni e comparire a livello dei reni e del cervello. L'angiografia polmonare può mostrare un aspetto vascolare diffusamente fine o a macchie. Generalmente l'angiografia non è necessaria a meno che non si sospetti una tromboembolia.

Trattamento

  • Supplementazione di ossigeno

Per i sintomi, il trattamento principale è la somministrazione di ossigeno. Altre terapie, come la somatostatina per inibire la vasodilatazione, forniscono un modesto beneficio solo in alcuni pazienti. L'embolizzazione con spirali è praticamente impossibile a causa del numero e delle dimensioni delle lesioni. Una futura opzione terapeutica sarà rappresentata dagli inibitori della sintesi dell'ossido nitrico somministrati per via inalatoria. La sindrome epatopolmonare può regredire dopo il trapianto di fegato o se scompare la malattia epatica di base. La prognosi è infausta in assenza di trattamento (sopravvivenza < 2 anni).

Punti chiave

  • I pazienti con sindrome epatopolmonare tendono ad avere segni di malattia epatica cronica e possono avere platipnea.

  • Se la diagnosi è sospetta, eseguire una pulsossimetria e considerare emogasanalisi e altre metodiche di imaging (p. es., l'ecocardiografia con contrasto).

  • Trattare con ossigeno supplementare.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Toracentesi con guida ecografica
Video
Toracentesi con guida ecografica
Modelli 3D
Vedi Tutto
Pneumotorace
Modello 3D
Pneumotorace

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE