Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Infarto midollare

(Mielopatia ischemica)

Di

Michael Rubin

, MDCM, New York Presbyterian Hospital-Cornell Medical Center

Ultima modifica dei contenuti gen 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

L'infarto del midollo spinale è generalmente causato da un'ischemia originata a livello di un'arteria extravertebrale. I sintomi comprendono mal di schiena improvviso e intenso, immediatamente seguito da debolezza e flaccidità degli arti bilaterali e perdita di sensibilità, rapidamente progressiva, soprattutto di quella termo-dolorifica. La diagnosi viene fatta mediante RM. La terapia è generalmente di supporto.

Il principale apporto vascolare per il terzo posteriore del midollo spinale è costituito dalle arterie spinali posteriori; i due terzi anteriori sono vascolarizzati dall'arteria spinale anteriore. L'arteria spinale anteriore ha solo pochi rami afferenti nella porzione cervicale superiore e un solo grande vaso afferente (arteria di Adamkiewicz) nel tratto toracico inferiore. Le arterie affluenti originano dall'aorta.

Dato che la circolazione collaterale per le arterie spinali anteriori è esigua in alcune regioni, alcuni segmenti midollari (p. es., quelli intorno al 2o-4o segmento toracico) sono particolarmente esposti all'ischemia. Una lesione a carico di un'arteria extraspinale afferente o dell'aorta (p. es., dovuta ad aterosclerosi, dissezione, o clampaggio durante un intervento chirurgico) provoca un infarto più frequentemente rispetto a malattie intrinseche delle arterie spinali. La trombosi è una causa infrequente, mentre la poliarterite nodosa è una causa rara.

Sintomatologia

Il primo sintomo dell'infarto del midollo spinale è di solito il dolore improvviso alla schiena con senso di costrizione che s'irradia a cinta, seguito entro alcuni minuti da ipostenia flaccida segmentaria bilaterale e da perdita della sensibilità. La sensibilità termo-dolorifica è alterata in maniera asimmetrica. L'arteria spinale anteriore è frequentemente colpita, causando una sindrome midollare anteriore (vedi tabella Sindromi midollari). Il senso di posizione e la sensibilità vibratoria, condotti dai cordoni posteriori, e, spesso, la sensibilità tattile superficiale, sono relativamente risparmiati.

Se l'infarto è piccolo e colpisce primariamente il tessuto più distante dal sito di occlusione arteriosa (verso il centro del midollo spinale) è possibile che si sviluppi una sindrome midollare centrale.

I deficit neurologici possono in parte regredire dopo i primi giorni.

Diagnosi

  • RM

L'infarto è sospettato quando insorge improvvisamente un grave dolore dorsale e si sviluppano deficit caratteristici.

La diagnosi di infarto del midollo spinale viene effettuata tramite RM. Se la RM non è disponibile. Si può eseguire una mielo-TC.

La mielite acuta trasversa, la compressione del midollo spinale e le patologie demielinizzanti possono causare segni simili ma sono di solito più graduali all'esordio e sono escluse dalla RM e dall'analisi del liquido cerebrospinale.

Trattamento

  • Terapia di supporto

Occasionalmente, la causa dell'infarto (p. es., dissezione aortica, poliarterite nodosa) può essere trattata, ma spesso l'unico trattamento possibile è quello di supporto.

Punti chiave

  • L'infarto del midollo spinale deriva da una lesione a carico di un'arteria extraspinale afferente o dell'aorta (p. es., dovuta ad aterosclerosi, dissezione, o clampaggio durante un intervento chirurgico) più frequentemente che da un disturbo intrinseco dell'arteria spinale.

  • Causa un dolore improvviso alla schiena con senso di costrizione che s'irradia a cinta, seguito entro alcuni minuti da ipostenia flaccida segmentaria bilaterale e da perdita della sensibilità; il dolore e la sensibilità termica sono sproporzionatamente alterati.

  • Una sindrome del cavo centrale è anche possibile.

  • Diagnostica usando la RM.

  • Se possibile, trattare la causa; in caso contrario, trattamento di supporto.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come eseguire l'esame motorio
Video
Come eseguire l'esame motorio
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema vascolare cerebrale
Modello 3D
Sistema vascolare cerebrale

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE