Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Amnesia dissociativa

Di

David Spiegel

, MD, Stanford University School of Medicine

Ultima modifica dei contenuti mar 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

L'amnesia dissociativa è un tipo di disturbo dissociativo che comporta l'incapacità di ricordare importanti informazioni personali che non sarebbero normalmente dimenticate. Di solito è causata da traumi o stress. La diagnosi è basata sull'anamnesi dopo aver escluso altre cause di amnesia. Il trattamento è la psicoterapia, talvolta in associazione con ipnosi o farmaci che facilitano il colloquio.

Nell'amnesia dissociativa, l'informazione perduta, normalmente, sarebbe parte della consapevolezza conscia e può definirsi come memoria autobiografica.

Sebbene le informazioni dimenticate possano essere inaccessibili alla coscienza, continuano a volte a influenzare il comportamento (p. es., una donna che è stata violentata in un ascensore rifiuta di salire negli ascensori sebbene non ricordi la violenza).

L'amnesia dissociativa è probabilmente sottodiagnosticata. La prevalenza non è ben stimata; in un piccolo studio di comunità negli Stati Uniti, la prevalenza a 12 mesi è stata dell'1,8% (1% negli uomini; 2,6% nelle donne).

L'amnesia sembra essere causata da esperienze traumatiche o stressanti vissute o di cui si è stati testimoni (p. es., abuso fisico o sessuale, stupro, aggressione, genocidio, disastri naturali, morte di una persona cara, seri problemi finanziari) o da tremendi conflitti interiori (p. es., agitazione, azioni o impulsi mossi dal senso di colpa, difficoltà interpersonali apparentemente irrisolvibili, atti criminali).

Sintomatologia

Il sintomo principale dell'amnesia dissociativa è la perdita di memoria che è in contrasto con la dimenticanza normale. L'amnesia può essere

  • Localizzata

  • Selettiva

  • Generalizzata

Raramente, l'amnesia dissociativa è accompagnata da un viaggio con una meta o dal vagare disorientato, chiamato fuga (dalla parola latina Fugere, "fuggire").

L'amnesia localizzata è caratterizzata dal non essere in grado di ricordare un evento specifico o eventi o un determinato periodo di tempo; queste lacune nella memoria sono solitamente correlate a traumi o stress. Per esempio, i pazienti possono dimenticare i mesi o gli anni di abusi sofferti da bambini o i giorni trascorsi in intensi combattimenti. L'amnesia può non manifestarsi per ore, giorni o più dopo il periodo traumatico. Generalmente il periodo di tempo dimenticato, che può variare da alcuni minuti a molti anni, è nettamente delimitato. Tipicamente, i pazienti sperimentano uno o più episodi di perdita di memoria.

L'amnesia selettiva è caratterizzata dal dimenticare solo alcuni degli eventi durante un certo periodo di tempo o solo una parte di un evento traumatico. I pazienti possono avere un'amnesia sia localizzata sia selettiva.

Nell'amnesia generalizzata, i pazienti dimenticano la loro identità e la loro storia di vita, p. es., chi sono, dove sono andati, con chi hanno parlato, e quello che hanno fatto, detto, pensato, vissuto, e provato. Alcuni pazienti non possono più eseguire capacità ben apprese e perdono le informazioni precedentemente note sul mondo. L'amnesia dissociativa generalizzata è rara; è più comune tra i veterani di guerra, tra le persone che sono state aggredite sessualmente, e tra le persone in stato di stress estremo o di conflitto. L'esordio è generalmente improvviso.

Nell'amnesia sistematizzata, i pazienti dimenticano le informazioni in una categoria specifica, per esempio tutte le informazioni su una persona particolare o sulla loro famiglia.

Nell'amnesia continua, i pazienti dimenticano ogni nuovo evento, nel momento in cui si verifica.

La maggior parte dei pazienti è in parte o del tutto consapevole di avere lacune nella propria memoria. I pazienti diventano consapevoli solo quando l'identità personale viene persa o quando le circostanze li rendono consapevoli, p. es., quando gli altri dicono loro o chiedono loro circa eventi che non possono ricordare.

I pazienti osservati subito dopo l'inizio dell'amnesia possono apparire confusi. Alcuni sono molto angosciati; altri sono indifferenti. Se coloro che non sono consapevoli della loro amnesia si presentano per un supporto psichiatrico, possono farlo per altri motivi.

I pazienti hanno difficoltà a formare e mantenere relazioni.

Alcuni pazienti riferiscono flashback, come quelli che si verificano nel disturbo da stress post-traumatico; i flashback possono alternarsi con l'amnesia per il contenuto dei flashback. Alcuni pazienti sviluppano disturbo da stress post-traumatico in seguito, soprattutto quando vengono a conoscenza di eventi traumatici o stressanti che hanno scatenato la loro amnesia.

Sintomi depressivi e neurologici funzionali sono frequenti, come lo sono i comportamenti suicidari e altri autodistruttivi. Il rischio di comportamenti suicidari può essere aumentato quando l'amnesia si risolve improvvisamente e i pazienti sono sopraffatti dai ricordi traumatici.

Fuga dissociativa

La fuga dissociativa è un fenomeno raro che a volte si verifica nell'amnesia dissociativa.

La fuga dissociativa spesso si manifesta come

  • Improvvisi, inaspettati e determinati viaggi lontano da casa

  • Vagare disorientati

I pazienti, dopo aver perso la loro abituale identità, lasciano la loro famiglia e il loro lavoro. Una fuga può durare da alcune ore a mesi e occasionalmente può essere più lunga. Se la fuga è breve, può sembrare che i soggetti siano semplicemente mancati da lavoro o tornati a casa tardi. Se la fuga dura diversi giorni o più a lungo, possono viaggiare lontano da casa, assumere un nuovo nome e una nuova identità, e iniziare un nuovo lavoro, ignari di alcun cambiamento nella loro vita.

Molte fughe sembrano rappresentare il compimento di un desiderio mascherato o l'unico mezzo ammissibile di fuga dalla grave sofferenza o dall'imbarazzo, in particolare per le persone con una coscienza rigida. Per esempio, un dirigente con problemi finanziari può abbandonare la sua vita frenetica e vivere da contadino in campagna.

Durante la fuga, i pazienti possono apparire e comportarsi normalmente o solo lievemente confusi. Tuttavia, quando la fuga finisce, i pazienti riferiscono di ritrovarsi improvvisamente nella nuova situazione senza memoria di come sono arrivati lì o di quello che hanno fatto. Essi spesso provano vergogna, disagio, dolore e/o depressione. Alcuni sono spaventati, soprattutto se non riescono a ricordare quello che è successo durante la fuga. Queste manifestazioni possono portarli all'attenzione delle autorità mediche o legali. La maggior parte delle persone alla fine ricorda la sua identità e la vita passata, anche se il ricordare può essere un processo lungo; una piccola minoranza non ricorda nulla o quasi nulla del suo passato indefinitamente.

Spesso la condizione di fuga non è diagnosticata sino a quando i pazienti non tornano improvvisamente alla loro identità pre-fuga e si sentono a disagio ritrovandosi in circostanze non familiari. La diagnosi viene di solito posta retrospettivamente, basandosi sulla documentazione delle circostanze precedenti alla fuga, sulla fuga stessa e sulla creazione di una vita parallela.

Diagnosi

  • Criteri clinici

La diagnosi dell'amnesia dissociativa è clinica e si basa sulla presenza dei seguenti criteri del Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fifth Edition (DSM-5):

  • I pazienti possono non ricordare importanti informazioni personali (di solito legate al trauma o allo stress) che non dimenticherebbero normalmente.

  • I sintomi causano disagio significativo o compromettono significativamente il funzionamento sociale o lavorativo.

Inoltre, i sintomi non possono essere meglio giustificati dagli effetti di un farmaco o da un altro disturbo (p. es., crisi epilettiche parziali complesse, abuso di sostanze, trauma cranico, disturbo da stress post-traumatico, un altro disturbo dissociativo).

La diagnosi richiede una valutazione medica e psichiatrica per escludere altre possibili cause. La valutazione iniziale deve comprendere

  • RM per escludere cause strutturali

  • EEG per escludere un disturbo da crisi epilettica

  • Esami del sangue e delle urine per escludere cause tossiche, come l'uso di droghe illecite

I test psicologici possono essere utili per caratterizzare meglio la natura dell'esperienza dissociativa.

Prognosi

A volte i ricordi tornano in fretta, come può accadere quando i pazienti vengono fuori dalla situazione traumatica o stressante (p. es., il combattimento). In altri casi, l'amnesia, in particolare in pazienti con fuga dissociativa, persiste per lungo tempo. La capacità di dissociazione può diminuire con l'età.

La maggior parte dei pazienti recupera i propri ricordi perduti e l'amnesia si risolve. Tuttavia, alcuni non tornano mai in grado di ricostruire il proprio passato perduto.

La prognosi infausta è determinata soprattutto dai seguenti parametri:

  • Le circostanze di vita del paziente, in particolare gli eventi stressanti e i conflitti associati all'amnesia

  • La regolazione mentale complessiva del paziente

Trattamento

  • Per recuperare la memoria, un ambiente favorevole e talvolta l'ipnosi o uno stato semi-ipnotico farmaco-indotto

  • La psicoterapia per affrontare le questioni connesse con i ricordi recuperati di eventi traumatici o di stress

Se si è perduta la memoria di un solo periodo di tempo molto breve, un trattamento di supporto dell'amnesia dissociativa è generalmente sufficiente, specialmente se i pazienti non hanno un bisogno evidente di recuperare la memoria di un qualche evento doloroso.

Il trattamento di una perdita più grave di memoria comincia con la creazione di un ambiente sicuro e supportivo. Tale provvedimento da solo spesso conduce a un graduale recupero dei ricordi perduti. Quando ciò non avviene oppure quando il bisogno di recuperare i ricordi è urgente, è spesso efficace intervistare i pazienti mentre sono sotto ipnosi o, più raramente, in uno stato di semi-ipnosi farmaco-indotta (barbiturico o benzodiazepina). Queste tecniche devono essere praticate con delicatezza, poiché gli eventi traumatici che hanno favorito la perdita di memoria possono essere rievocati e risultare sconvolgenti. L'intervistatore deve attentamente porre domande in modo da non suggerire l'esistenza di un evento e rischiare di creare un falso ricordo. I pazienti che sono stati abusati, specialmente durante l'infanzia, probabilmente si aspettano che i terapeuti li sfruttino o li abusino e impongano di risalire a ricordi spiacevoli piuttosto che aiutarli a ricordare ricordi reali (transfert traumatico).

L'attendibilità dei ricordi recuperati con tali strategie può essere determinata soltanto attraverso conferme esterne. Tuttavia, indipendentemente dal grado di accuratezza storica, riempire i vuoti quanto più possibile è spesso terapeuticamente utile a restituire continuità all'identità e al senso di sé e nel creare una narrativa di vita coesa.

Una volta che l'amnesia è cessata, il trattamento aiuta con i seguenti elementi:

  • Dare significato al trauma o al conflitto sottostante

  • Risolvere i problemi connessi con l'episodio anamnestico

  • Consentire ai pazienti di andare avanti con la loro vita

La psicoterapia può essere utilizzata per i pazienti affetti da fuga psicogena (o dissociativa), a volte in combinazione con l'ipnosi o con i colloqui facilitati da farmaci, può essere usata per cercare di ripristinare la memoria; questi tentativi non sempre hanno successo. Indipendentemente da ciò, uno psichiatra può aiutare i pazienti ad esplorare il modo in cui gestire i tipi di situazioni, i conflitti e le emozioni che hanno indotto alla fuga e quindi a sviluppare meglio le risposte a tali eventi per aiutare a prevenire che si ripetano le fughe.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE