Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Carenza di vitamina B6 e dipendenza

(Deficit e dipendenza dalla piridossina)

Di

Larry E. Johnson

, MD, PhD, University of Arkansas for Medical Sciences

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Poiché la vitamina B6 è presente nella maggior parte degli alimenti, la carenza alimentare è rara. La carenza secondaria può essere causata da differenti condizioni. I sintomi possono comprendere neuropatia periferica, una sindrome pellagra-simile, l'anemia e le convulsioni, che, specialmente nei neonati, possono non risolversi con l'uso degli anticonvulsivanti. Un metabolismo alterato (dipendenza) è raro; questo causa svariati sintomi, tra cui convulsioni, disabilità intellettiva e anemia. La diagnosi è solitamente clinica; nessun esame di laboratorio accerta immediatamente lo status della vitamina B6. La terapia consiste nell'assunzione orale di vitamina B6 e, qualora possibile, nel trattamento della causa.

La vitamina B6 comprende un gruppo di composti strettamente correlati: la piridossina, il piridossale e la piridossamina. Questi sono metabolizzati nell'organismo a piridossal fosfato, che agisce come un coenzima in molte reazioni importanti nel sangue, nel sistema nervoso centrale e nella cute. La vitamina B6 è importante nella biosintesi dell'eme e degli acidi nucleici e nel metabolismo dei lipidi, dei carboidrati e degli aminoacidi (vedi tabella Fonti, funzioni ed effetti delle vitamine).

Le fonti alimentari di vitamina B6 comprendono carni di organi (p. es., fegato), cereali integrali, pesce e legumi. (Vedi anche Panoramica sulle vitamine.)

Eziologia

I deficit alimentari di vitamina B6, anche se rari, si possono sviluppare a causa di svariati processi di lavorazione dei cibi tali da privarli della vitamina B6.

La carenza secondaria di vitamina B6 il più delle volte deriva da

Raramente, una carenza secondaria può risultare da un aumento della richiesta metabolica (p. es., nell'ipertiroidismo).

Rari errori congeniti del metabolismo possono influenzare il metabolismo della piridossina.

Sintomatologia

La carenza di vitamina B6 causa la neuropatia periferica ed una sindrome pellagra-simile, con dermatite seborroica, glossite, cheilosi, e negli adulti può causare depressione, confusione, anomalie all'elettroencefalografia e convulsioni.

Raramente, il deficit o la dipendenza causano le convulsioni nei neonati. Le convulsioni, soprattutto nei neonati, possono essere refrattarie alla terapia con gli anticonvulsivanti.

Si può anche sviluppare un'anemia normocitica, microcitica o un'anemia sideroblastica.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

La carenza di vitamina B6 deve essere considerata in

  • Qualsiasi bambino che abbia crisi epilettiche

  • Qualsiasi paziente che abbia crisi refrattarie alla terapia con gli anticonvulsivanti

  • Ogni paziente con carenze di altre vitamine del gruppo B, in particolare nei pazienti con alcolismo o con malnutrizione proteico-energetica

La diagnosi di deficit di vitamina B6 è generalmente clinica. Non esiste un singolo test di laboratorio universalmente accettato per la determinazione dello status della vitamina B6; il più comune è la misurazione del piridossal fosfato sierico.

Consigli ed errori da evitare

  • Se gli anticonvulsivanti non fermano le convulsioni nei neonati, valutare l'opportunità di piridossina per trattare la possibile carenza di vitamina B6.

Trattamento

  • Piridossina

  • Eliminazione dei fattori di rischio, quando possibile

Per i deficit secondari di vitamina B6, se possibile devono essere corrette le cause (p. es., l'impiego di farmaci che inattivano la piridossina, il malassorbimento).

Di solito, 50-100 mg per via orale di piridossina 1 volta/die, correggono la carenza negli adulti. La maggior parte delle persone che assume isoniazide deve ricevere anche da 30 a 50 mg per via orale 1 volta/die di piridossina. Per la carenza da aumentata richiesta metabolica, possono essere necessarie quantità maggiori della dose giornaliera raccomandata. Nella maggior parte degli errori congeniti del metabolismo, possono essere efficaci le dosi elevate di piridossina.

Punti chiave

  • Il deficit di Vitamina B6 è di solito causato da farmaci che inattivano la piridossina (p. es., isoniazide), da malnutrizione proteico-energetica, da malassorbimento, alcolismo, o eccessiva perdita.

  • La carenza può causare neuropatia periferica, dermatite seborroica, glossite, cheilosi, e, negli adulti, depressione, confusione, e convulsioni.

  • Il sospetto e la diagnosi si basano sui quadri clinici.

  • Correggere le cause secondarie o somministrare supplementazione di piridossina.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
bypass gastrico alla Roux-en-Y
Video
bypass gastrico alla Roux-en-Y
Il processo digestivo inizia nella bocca, dove la masticazione e la saliva degradano il cibo...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE