Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Sindrome del tunnel radiale

(Sindrome del nervo interosseo posteriore)

Di

David R. Steinberg

, MD,

  • Professor, Department of Orthopaedic Surgery, and Director, Hand and Upper Extremity Fellowship
  • Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania

Ultima modifica dei contenuti ott 2018
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La sindrome del tunnel radiale è la compressione del nervo radiale nella porzione prossimale dell'avambraccio. I sintomi comprendono dolore all'avambraccio e al gomito. La diagnosi è clinica. I trattamenti comprendono l'immobilizzazione e talvolta la decompressione chirurgica.

La compressione al gomito può derivare da traumi, gangli/cisti, lipomi, tumori ossei o sinovite radio-omerale (del gomito).

Sintomatologia

I sintomi della sindrome del tunnel radiale comprendono dolore lancinante al dorso dell'avambraccio e al versante laterale del gomito. Il dolore è fortemente aggravato dal tentativo di estendere il polso e le dita e dalla posizione supina dell'avambraccio. La perdita di sensibilità è rara in quanto il nervo radiale a questo livello è principalmente un nervo motorio. Questo disturbo è talvolta confuso con il gomito del tennista (epicondilite laterale). Quando il sintomo principale è l'ipostenia dei muscoli estensori, la condizione è riferita a una paralisi del nervo interosseo posteriore.

Diagnosi

  • Valutazione clinica

L'epicondilite laterale può causare una dolorabilità simile nella regione dell'epicondilo laterale, ma non causa il segno di Tinel (parestesia provocata dalle percussioni su un nervo) o una dolorabilità lungo il decorso del nervo radiale (che viaggia sotto il gruppo mobile di muscoli nell'avambraccio radiale prossimale).

Trattamento

  • Immobilizzazione

L'immobilizzazione consente di evitare il movimento forzato o ripetuto di supinazione o la dorsiflessione del polso, riducendo la pressione sul nervo.

In caso di mano cadente o di ipostenia dell'estensione delle dita o se dal trattamento conservativo non si ottiene sollievo entro 3 mesi, può essere necessaria una decompressione chirurgica.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE