Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Insufficienza cervicale

(Incompetenza cervicale)

Di

Antonette T. Dulay

, MD, Main Line Health System

Revisione completa ott 2022
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
I fatti in Breve
Risorse sull’argomento

L’insufficienza cervicale consiste nella dilatazione indolore della cervice che provoca il parto durante il 2° trimestre di gravidanza.

  • Disturbi congeniti del tessuto connettivo e lesioni possono indebolire i tessuti della cervice,

  • causando un parto prematuro.

  • L’insufficienza cervicale viene diagnosticata solo dopo che la donna ha scoperto la gravidanza.

  • Per prevenire il parto prematuro, i medici possono suturare, chiudendola, la cervice (cerchiaggio).

Le complicanze della gravidanza, come l’insufficienza cervicale, sono problemi che si presentano unicamente durante la gravidanza stessa. Possono interessare la donna, il feto o entrambi e possono insorgere in diversi momenti nel corso della gravidanza.

In situazioni normali, la cervice (la parte bassa dell’utero) si apre (dilata) solo quando inizia il travaglio, in risposta alle contrazioni dell’utero. Tuttavia alcune donne presentano tessuti della cervice deboli. Di conseguenza, la cervice può aprirsi (dilatarsi) ben prima della data prevista e il bambino può essere partorito prematuramente.

Si stima che l’insufficienza cervicale colpisca una donna su 100-2.000.

Localizzazione della cervice

Fasi del travaglio

Le donne che presentano insufficienza cervicale in una gravidanza ne soffrono probabilmente anche in gravidanze successive.

Cause dell’insufficienza cervicale

Non è ben chiaro cosa provochi la debolezza della cervice. Può derivare da una combinazione di anomalie strutturali e fattori come le infezioni.

Le condizioni che aumentano il rischio di cervice debole (fattori di rischio) comprendono

La cervice può aver subito lesioni durante un parto precedente. Può anche essere danneggiata quando ne viene rimosso un grosso pezzo di tessuto per una biopsia (la cosiddetta biopsia conica Biopsia Biopsia ) o quando viene trattato il tumore della cervice.

La maggior parte delle donne con insufficienza cervicale non presenta nessuna delle condizioni descritte sopra.

Sintomi dell’insufficienza cervicale

Molte donne non avvertono nessun sintomo fino a quando non si verifica il parto prematuro, altre donne li avvertono prima. I sintomi possono essere pressione nella vagina, sanguinamento o spotting vaginale, dolore vago nell’addome o nella regione lombare, secrezioni vaginali.

Diagnosi dell’insufficienza cervicale

  • Ecografia

L’insufficienza cervicale di solito viene identificata solo quando la donna ha un parto precoce.

I medici sospettano l’insufficienza cervicale quando una donna presenta sintomi o fattori di rischio di cervice debole, come precedenti aborti spontanei nel secondo trimestre.

Il sospetto di insufficienza cervicale può sorgere anche se si evidenzia una dilatazione precoce della cervice durante le normali visite effettuate nel corso della gravidanza.

In presenza di sospetta insufficienza cervicale si esegue un’ecografia mediante un dispositivo manuale inserito in vagina (la cosiddetta ecografia transvaginale). I risultati dell’ecografia possono indicare un’insufficienza cervicale. Ad esempio, se l’ecografia indica che la donna ha una cervice corta, specie se è a rischio di insufficienza cervicale, i medici possono monitorare attentamente segni di travaglio prematuro Travaglio pretermine Il travaglio che inizia prima di 37 settimane è considerato pretermine. I bambini nati prematuramente possono avere gravi problemi di salute. Generalmente, la diagnosi di travaglio pretermine... Common.TooltipReadMore .

Trattamento dell’insufficienza cervicale

  • Suturazione attorno o attraverso la cervice per impedirle di aprirsi troppo presto

Per tenere chiusa la cervice, i medici possono intervenire con punti di sutura attorno o attraverso la cervice per impedirle di aprirsi troppo presto, il cosiddetto cerchiaggio cervicale.

Il cerchiaggio sembra prevenire il parto pretermine nelle donne che hanno avuto almeno due aborti spontanei durante il secondo trimestre. In queste e altre donne che presentano un alto rischio di insufficienza cervicale, il cerchiaggio viene eseguito durante il primo trimestre. Il cerchiaggio può essere effettuato anche prima di 24 settimane (entro le fine del secondo trimestre) se non è noto cosa fosse successo nelle gravidanze precedenti ma si sospetta che la donna abbia avuto problemi se presenta una cervice corta. Nelle donne ad alto rischio di insufficienza cervicale il cerchiaggio può essere eseguito prima di una nuova gravidanza.

Per le altre donne i medici cercano di ricorrere al cerchiaggio solo se le pazienti presentano alcune o tutte le seguenti condizioni:

  • Fattori di rischio che suggeriscono fortemente insufficienza cervicale

  • Una cervice corta, individuata mediante ecografia prima di 22-24 settimane di gravidanza (il primo trimestre o la prima parte del secondo trimestre)

  • Precedenti parti pretermine

Limitare il cerchiaggio a queste donne non sembra aumentare il rischio di parto pretermine e riduce il numero di cerchiaggi effettivamente eseguiti di due terzi.

Se si sospetta un travaglio pretermine dopo 22-23 settimane di gravidanza, i medici possono prescrivere corticosteroidi (per favorire la maturazione dei polmoni del feto) e riposo a letto modificato (attività modificata). Il riposo a letto modificato significa che la gestante deve stare a riposo per la maggior parte della giornata.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE