Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Congiuntivite infettiva

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa mag 2018| Ultima modifica dei contenuti mag 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La congiuntiva è il tessuto trasparente e sottile che riveste internamente la palpebra e ricopre il bianco dell’occhio. La congiuntivite è l’infiammazione (gonfiore e irritazione) della congiuntiva.

Cos’è la congiuntivite infettiva?

La congiuntivite infettiva è causata da diversi virus e batteri. Spesso viene definita come occhio rosso perché gli occhi assumono una colorazione rosa o rossa.

  • La congiuntivite infettiva si trasmette facilmente da un occhio all’altro, così come da una persona all’altra

  • Solitamente è causata da un virus

  • La congiuntivite virale (causata da un virus) dura 1-2 settimane e si risolve da sola

  • In caso di congiuntivite batterica, il medico prescrive un collirio antibiotico

  • Per evitare di trasmettere ad altri la congiuntivite, occorre lavare spesso le mani ed evitare di condividere asciugamani e lenzuola

I neonati possono contrarre la congiuntivite batterica se le madri sono affette da clamidia o gonorrea. L’infezione viene trasmessa dalla madre al bambino durante il parto. Se non trattati, i bambini possono diventare ciechi e occorre consultare immediatamente un medico.

Oltre alle infezioni, la congiuntivite può essere dovuta ad altre cause. Ad esempio un’irritazione o un’infiammazione della congiuntiva provocata da un granello di polvere, dalle lenti a contatto o dal trucco. Le allergie possono causare congiuntivite allergica.

Quali sono i sintomi della congiuntivite infettiva?

I sintomi di solito hanno inizio in un occhio e si trasmettono all’altro. Talvolta l’infezione insorge durante un raffreddore.

I sintomi tipici includono:

  • Occhi arrossati

  • Occhi irritati

  • Occhi lacrimosi

A volte, il liquido che fuoriesce dagli occhi è bianco o giallo come il pus. Può essere viscoso piuttosto che acquoso. È possibile svegliarsi con gli occhi chiusi e appiccicosi. Lavare gli occhi con acqua calda consente di riaprirli facilmente.

Inoltre, a volte è possibile notare che:

  • Gli occhi sono infastiditi dalla luce

  • La vista è offuscata a causa del liquido negli occhi

Se la causa è batterica, è probabile che:

  • Ciò che fuoriesce dall’occhio sia viscoso, appiccicoso e bianco o giallo (pus)

  • Gli occhi possono essere chiusi e appiccicosi quando ci si sveglia al mattino

I neonati con clamidia o gonorrea agli occhi presentano:

  • Fuoriuscita di pus dall’occhio

  • Palpebra gonfia

Come viene diagnosticata la congiuntivite infettiva?

Il medico basa la diagnosi sui sintomi e sull’esame oculare. Se il medico ritiene che clamidia, gonorrea o un altro problema possa essere la causa del disturbo agli occhi, preleverà un campione per sottoporlo a esami.

Qual è il trattamento per la congiuntivite infettiva?

Se la causa è virale:

  • I sintomi scompariranno da soli in 1-2 settimane

  • Per lenire un occhio irritato, applicarvi salviette detergenti calde o fredde

  • In caso di offuscamento della vista o sensibilità alla luce, il medico potrebbe prescrivere un collirio a base di corticosteroidi

Se il medico ritiene che la congiuntivite infettiva possa essere causata da batteri, somministrerà collirio o pomata antibiotici

In caso di neonato, il medico:

  • Somministrerà un’iniezione di antibiotici se la congiuntivite è causata da gonorrea o clamidia

  • Inoltre, sottoporrà a trattamento anche i genitori

Per prevenire la congiuntivite, i medici somministrano ai bambini colliri o pomate subito dopo la nascita

Come è possibile prevenire la trasmissione della congiuntivite infettiva?

In caso di congiuntivite infettiva, seguire questi passaggi per evitarne la trasmissione:

  • Lavarsi le mani con acqua e sapone o usare spesso disinfettanti per le mani, in particolare prima e dopo la pulizia dell’occhio o l’inserimento di farmaci nell’occhio

  • Non toccarsi gli occhi

  • Non condividere asciugamani e lenzuola con altre persone

  • Restare a casa e non andare a scuola o al lavoro per qualche giorno

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE