Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Emosiderosi

Di

James Peter Adam Hamilton

, MD, Johns Hopkins University School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa set 2020| Ultima modifica dei contenuti set 2020
per accedere alla Versione per i professionisti

Per emosiderosi si intende un accumulo eccessivo di depositi di ferro (noti come emosiderina) nei tessuti.

I polmoni e i reni sono spesso siti di emosiderosi. L’emosiderosi può essere causata da

  • Sanguinamento diretto nei tessuti seguito da distruzione dei globuli rossi e rilascio di ferro nei tessuti

  • Distruzione dei globuli rossi all’interno dei vasi sanguigni con conseguente rilascio di ferro nel sangue seguito da un accumulo di ferro all’interno dei reni man mano che questi filtrano le scorie dal sangue

Gli organi possono essere danneggiati dai depositi di ferro. L’entità del danno dipende da quanto ferro viene depositato negli organi. Alcuni soggetti non subiscono alcun danno, mentre altri ne subiscono alcuni. In genere, l’emosiderosi causata da sanguinamento e distruzione dei globuli rossi non richiede alcun trattamento.

In presenza di emorragia all’interno di un organo, ad esempio un’emorragia polmonare in soggetti affetti da alcune malattie polmonari, spesso il ferro proveniente dalle cellule ematiche rimane all’interno dell’organo stesso. A seconda della quantità di ferro che resta nei polmoni, un soggetto può non presentare alcun problema o può subire lesioni polmonari di vari gradi.

Disturbi che causano infiammazione che dura per un periodo prolungato, come la steatosi epatica non alcolica e la sindrome metabolica, possono causare emosiderosi.

Se un soggetto ha una malattia che causa un’eccessiva degradazione di globuli rossi all’interno dei vasi sanguigni (ad esempio l’anemia emolitica), il ferro rilasciato dai globuli rossi può accumularsi nei reni (emosiderosi renale). La maggior parte dei casi di emosiderosi renale non causa danni ai reni.

Questa condizione può anche verificarsi a causa di un eccessivo assorbimento di ferro, ma in tal caso prende il nome di emocromatosi. L’emocromatosi richiede più spesso un trattamento.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Anemia aplastica
L’anemia aplastica è un disturbo caratterizzato dal danneggiamento delle cellule del midollo osseo che maturano in cellule ematiche mature. Le cellule del midollo osseo danneggiate possono portare a una riduzione dei numeri di globuli rossi, globuli bianchi e/o piastrine. Quando non può essere identificata la causa dell’anemia aplastica, qual è la possibile causa?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE