Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Gravidanza post-termine

Di

Julie S. Moldenhauer

, MD, Children's Hospital of Philadelphia

Ultima modifica dei contenuti gen 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

La gravidanza post-termine è una gestazione che dura 42 settimane. La sorveglianza prenatale deve essere considerata alla 41esima settimana. L'induzione del parto deve essere presa in considerazione dopo 41 settimane ed è consigliata dopo 42 settimane.

La stima accurata dell'età gestazionale è essenziale per fare una diagnosi di gravidanza post-termine. Nelle donne con cicli mestruali regolari e normali, l'età gestazionale può essere stimata sulla base del primo giorno dell'ultimo periodo mestruale normale. Se la stima è incerta o non compatibile con la datazione mestruale, un'ecografia all'inizio della gestazione (fino a 20 settimane) è il metodo più preciso con uno scarto accettabile di +/ 7 giorni. Più avanti nella gestazione, lo scarto aumenta a +/ 14 giorni a 20-30 settimane di gestazione e +/ 21 giorni dopo le 30 settimane.

La gravidanza post-termine aumenta i rischi per la donna e per il feto. I rischi comprendono

La postmaturità si riferisce alla condizione del feto che risulta quando la placenta non può più mantenere un ambiente sano per la crescita e lo sviluppo, di solito perché la gravidanza è durata troppo a lungo. Il feto può avere pelle secca, desquamazione, sovracrescita delle unghie, una grande quantità di capelli, grinze sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi, mancanza di depositi di grasso, e la pelle è macchiata di verde o giallo dal meconio. La sindrome da aspirazione di meconio rappresenta un rischio.

La sorveglianza prenatale deve essere considerata a 41 settimane; monitorando una delle seguenti condizioni:

  • Nonstress test

  • Profilo biofisico modificato (nonstress test e valutazione del volume del liquido amniotico)

  • Un profilo biofisico completo (valutazione del volume del liquido amniotico e dei movimenti fetali, del tono, della respirazione e della frequenza cardiaca)

Trattamento

  • Induzione del travaglio e parto

  • A volte parto cesareo

È indicato il parto se vi è evidenza di compromissione fetale o oligoidramnios. L'induzione del travaglio può essere considerata alla 41-42esima settimana, in particolare se la cervice è favorevole, ed è raccomandata dopo la 42esima sett.

A volte è necessario il parto cesareo.

Punti chiave

  • La stima accurata dell'età gestazionale è essenziale per fare una diagnosi di gravidanza post-termine; l'ultrasonografia all'inizio della gestazione (fino a 20 settimane) è il metodo più preciso.

  • Considerare la sorveglianza prenatale (p. es., non-stress test, profilo biofisico) a 41 settimane.

  • È indicato il parto se vi è evidenza di compromissione fetale o oligoidramnios.

  • Considerare l'induzione del travaglio da 41 a 42 settimane; è consigliato dopo 42 settimane.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come eseguire un parto vaginale spontaneo
Video
Come eseguire un parto vaginale spontaneo
Modelli 3D
Vedi Tutto
Contenuto della pelvi femminile
Modello 3D
Contenuto della pelvi femminile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE