Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Panoramica sulla funzione sessuale maschile

Di

Irvin H. Hirsch

, MD, Sidney Kimmel Medical College of Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti giu 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Le componenti della sessualità maschile sono 4:

  • Libido

  • Erezione

  • Eiaculazione

  • Orgasmo

La disfunzione sessuale è un problema in una di queste quattro componenti che interferisce con l'interesse o la capacità di intraprendere un rapporto sessuale. La funzione sessuale è influenzata da molti farmaci e da numerose affezioni fisiche e psicologiche.

Libido

La libido è la componente cosciente della funzione sessuale. La riduzione della libido si manifesta con una riduzione della frequenza e dell'intensità del desiderio sessuale, sia spontaneo sia in risposta a stimoli erotici. La libido è influenzata dai livelli di testosterone, dall'alimentazione, dallo stato di salute e dai farmaci.

Il calo della libido può essere secondario a patologie mediche quali ipogonadismo, insufficienza renale cronica, depressione; fino al 25% degli uomini con diabete può rientrare nella definizione di ipogonadismo.

I farmaci che potenzialmente riducono la libido comprendono gli antagonisti deboli del recettore degli androgeni (p. es., spironolattone, cimetidina), agonisti (p. es., leuprolide, goserelina, buserelina) e antagonisti (p. es., degarelix) dell'ormone di rilascio dell'ormone luteinizzante, usati per trattare il cancro alla prostata, antiandrogeni usati per trattare il cancro alla prostata (p. es., flutamide, bicalutamide), gli inibitori della 5-alfa-reduttasi (p. es., finasteride, dutasteride) utilizzati per il trattamento dell'iperplasia prostatica benigna, alcuni antipertensivi, e praticamente tutti i farmaci che sono attivi sul sistema nervoso centrale (p. es., gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, antidepressivi triciclici, antipsicotici). La perdita della libido da terapia con inibitori della ricaptazione della serotonina o antidepressivi triciclici talvolta può essere reversibile con l'inserimento in terapia di bupropione o trazodone.

Erezione

L'erezione è una risposta neurovascolare a determinati stimoli psicologici e/o tattili. Le afferenze corticali superiori e l'arco riflesso sacrale parasimpatico mediano la reazione erettile. Gli stimoli neurali sono veicolati dai nervi cavernosi, che incrociano il versante posterolaterale della prostata. Terminando nel sistema vascolare del pene, queste terminazioni nervose non adrenergiche non colinergiche liberano ossido nitrico, un gas. L'ossido nitrico si diffonde nelle cellule muscolari lisce delle arterie del pene, causando un aumento della produzione di guanosin monofosfato ciclico (cGMP), che rilassa le arterie e permette a più sangue di fluire attraverso di loro e nei corpi cavernosi. Mentre i corpi si riempiono di sangue, aumenta la pressione intracavernosa, che comprime le venule circostanti, causando una veno-occlusione e riducendo il deflusso venoso. Il maggiore afflusso di sangue e la diminuzione di deflusso aumentano ulteriormente la pressione intracavernosa, contribuendo all'erezione. Molti fattori influenzano la capacità di avere un'erezione (vedi Disfunzione erettile).

Eiaculazione e orgasmo

L'eiaculazione è controllata dal sistema nervoso simpatico. La stimolazione neurale dei recettori alfa-adrenergici negli annessi maschili (p. es., pene, testicoli, perineo, prostata, vescicole seminali) provoca contrazioni degli epididimi, dei vasi deferenti, delle vescichette seminali e della prostata che portano il seme all'uretra posteriore. Poi, le contrazioni ritmiche dei muscoli del pavimento pelvico si traducono in eiaculazione pulsatile del liquido seminale accumulato. Allo stesso tempo, il collo vescicale si chiude, impedendo l'eiaculazione retrograda del liquido seminale in vescica. Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina e gli alfa bloccanti possono ritardare o inibire l'eiaculazione per inibizione dei recettori in tali siti.

L'orgasmo è la sensazione piacevole che ha luogo nel cervello, in genere contemporaneamente con l'eiaculazione. L'anorgasmia può essere un fenomeno fisico dovuto alla diminuzione della sensibilità peniena (p. es., da neuropatia) o un fenomeno neuropsicologico causato da disturbi psichiatrici o farmaci psicoattivi.

Disfunzione eiaculatoria

La disfunzione eiaculatoria si ha quando il volume spermatico è ridotto o assente. Può derivare dall'eiaculazione retrograda che è frequente nei diabetici o come complicanza della chirurgia del collo vescicale o alla resezione transuretrale della prostata. Può anche derivare da interruzione simpatica, sia a causa di un intervento chirurgico (p. es., dissezione linfonodale retroperitoneale) o di farmaci (p. es., guanetidina, fentolamina, fenossibenzamina, tioridazina). La prostatectomia radicale (asportazione della ghiandola prostatica con le vescichette seminali e dei linfonodi regionali) elimina ogni eiaculazione per la rimozione delle vescichette seminali e la prostata elimina la produzione di sperma.

Eiaculazione precoce

L'eiaculazione precoce viene definita come l'eiaculazione che ha luogo prima di quanto l'uomo o la sua partner desiderino e causa stress nella coppia. Di solito è dovuta a inesperienza sessuale, ansia e altri fattori psicologici piuttosto che a una malattia. Può essere trattata con successo con anestetici topici, terapia sessuale, antidepressivi triciclici e inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Video
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema riproduttivo maschile
Modello 3D
Sistema riproduttivo maschile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE