Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

honeypot link

Proctite

Di

Parswa Ansari

, MD, Hofstra Northwell-Lenox Hill Hospital, New York

Ultima modifica dei contenuti feb 2021
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

La proctite è un'infiammazione della mucosa rettale, provocata da infezioni, malattie infiammatorie intestinali o radioterapia. I sintomi sono rappresentati da malessere rettale e sanguinamento. La diagnosi si fa con la sigmoidoscopia, di solito con colture e biopsie. Il trattamento dipende dall'eziologia.

La proctite può essere una manifestazione di

I patogeni sessualmente trasmessi causano proctiti il più delle volte tra i maschi che hanno rapporti con altri maschi. I pazienti immunodepressi sono particolarmente a rischio di infezioni da herpes simplex e da cytomegalovirus.

Sintomatologia della proctite

Caratteristicamente i pazienti riferiscono tenesmo (una forte sensazione di bisogno di defecare quando le feci non sono presenti), sanguinamenti rettali o perdite di muco. Le proctiti dovute a gonorrea, herpes simplex o cytomegalovirus possono causare un intenso dolore anorettale.

Diagnosi della proctite

  • Rettoscopia o sigmoidoscopia

  • Test per le infezioni a trasmissione sessuale e C. difficile

La diagnosi di proctite richiede una rettoscopia o una sigmoidoscopia che possono mostrare una mucosa rettale infiammata. La presenza di piccole ulcere e vescicole ben delimitate suggerisce un'infezione erpetica. Devono essere testati tamponi rettali per Neisseria gonorrhoeae e Chlamydia spp (dalla coltura o dalla reazione a catena della ligasi), patogeni enterici (dalla coltura), e agenti patogeni virali (mediante coltura o test immunologici).

La colonscopia può essere di notevole aiuto in alcuni pazienti per escludere una malattia infiammatoria cronica intestinale.

Trattamento della proctite

  • Diversi trattamenti a seconda della causa

Le proctiti infettive possono essere trattate con gli antibiotici. I pazienti che hanno rapporti anali passivi con proctiti aspecifiche possono essere trattati empiricamente con ceftriaxone 250 mg IM 1 volta più doxiciclina 100 mg per via orale 2 volte/die per 7 giorni. La proctite associata ad antibiotici dovuta a C. difficile viene trattata con vancomicina (125 mg per via orale 4 volte/die) o fidaxomicina (200 mg per via orale 2 volte/die) per 10 giorni.

La proctite da radiazioni il cui sanguinamento viene solitamente trattato inizialmente con un farmaco topico; tuttavia, mancano prove di efficacia di studi ben fatti. I trattamenti topici consistono nell'applicazione di corticosteroidi sotto forma di schiuma (idrocortisone 90 mg) o di clisteri (idrocortisone 100 mg o metilprednisone 40 mg) 2 volte/die per 3 settimane o lavande di sucralfato (2 g in 20 mL di acqua 2 volte/die) possono anche essere efficaci. I pazienti che non rispondono a queste forme di terapia possono trarre beneficio dall'applicazione topica di formalina o dalla ossigenoterapia iperbarica Terapia ricompressiva La terapia ricompressiva consiste nella somministrazione di ossigeno al 100% per diverse ore in una camera stagna pressurizzata a una pressione > 1 atmosfera, con abbassamento graduale fino... maggiori informazioni .

Trattamenti endoscopici possono essere impiegati. La coagulazione con plasma argon sembra efficace nel ridurre i sintomi almeno a breve termine (≤ 6 settimane). Altri metodi di coagulazione comprendono il laser, l'elettrocoagulazione e le sonde termiche. Vedi anche the American Society of Colon and Rectal Surgeons' clinical practice guidelines for the treatment of chronic radiation proctitis.)

Per ulteriori informazioni

A seguire vi sono risorse in lingua inglese che possono essere utili. Si noti che il Manuale non è responsabile per il contenuto di questa risorsa.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
iOS ANDROID
PARTE SUPERIORE