Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Artrogriposi multipla congenita

Di

Simeon A. Boyadjiev Boyd

, MD, University of California, Davis

Ultima revisione/verifica completa mag 2020| Ultima modifica dei contenuti mag 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’artrogriposi multipla congenita è un insieme di patologie caratterizzate da un movimento articolare limitato.

Qualsiasi condizione che comprometta il movimento del feto nell’utero può determinare artrogriposi multipla congenita. Tali condizioni possono essere:

Sintomi

Nei lattanti con artrogriposi multipla congenita molte articolazioni si curvano e appaiono “congelate” e, di conseguenza, non è possibile piegarle. Molti lattanti presentano muscoli deboli. È probabile che il ridotto movimento dei muscoli e delle articolazioni in utero causi un ridotto movimento articolare dopo la nascita. Talvolta anche i nervi che contribuiscono al movimento delle ossa delle articolazioni affette vengono colpiti. I lattanti con questa anomalia possono presentare anche una lussazione delle anche, delle ginocchia o dei gomiti.

Diagnosi

  • Visita medica

  • Test genetici

Dopo la nascita i medici eseguono un esame obiettivo e notano la presenza di articolazioni e arti congelati del bambino. Eseguono quindi test genetici analizzando un campione di sangue del neonato per cercare anomalie cromosomiche e genetiche. Questi esami possono aiutare i medici a stabilire se la causa è un disturbo specifico e ad escluderne altre.

Prognosi

Di norma i neonati con artrogriposi sviluppano un’intelligenza relativamente normale, eccetto quando la malattia è causata da un disturbo o una sindrome che colpisce anche l’intelligenza. I medici cercano di formulare una diagnosti specifica delle cause dell’artrogriposi in modo che i genitori siano consapevoli della prognosi e possano ricevere consulenza genetica.

Trattamento

  • Ingessatura e fisioterapia

  • Talvolta intervento chirurgico

Può essere necessario un trattamento chirurgico per liberare le ossa dal tessuto ad esse attaccato, in modo da consentire un movimento articolare più normale. Il movimento chirurgico di un muscolo (per esempio, muovere il tricipite in modo che possa flettere piuttosto che estendere il gomito) può migliorare la funzione.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
PARTE SUPERIORE