Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso

Granulomi epatici

Di

Steven K. Herrine

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima revisione/verifica completa set 2018| Ultima modifica dei contenuti set 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti

I granulomi epatici sono piccoli aggregati anomali di cellule che si formano in presenza di alcune patologie o quando si assumono alcuni farmaci.

I granulomi di per sé di solito non causano problemi, ma le patologie che portano alla formazione dei granulomi sì.

I granulomi hanno molte cause. Le più comuni sono:

I granulomi sono meno comuni nelle epatopatie, ma possono essere presenti nella colangite biliare primitiva.

I granulomi si formano quando le cellule del sistema immunitario si radunano nel fegato in risposta a sostanze irritanti o per difendere il corpo da sostanze estranee. Di solito, la funzionalità epatica non è compromessa, anche se gli esami del sangue relativi al fegato possono risultare anomali. I granulomi possono formarsi in risposta a un’infiammazione diffusa, che può essere una reazione a un farmaco oppure a un’infezione. Un’infiammazione diffusa può compromettere la funzionalità epatica. Raramente, si forma del tessuto cicatriziale e si ha un aumento della pressione arteriosa nelle vene che trasportano il sangue dall’intestino al fegato (ipertensione portale).

Sintomi

I granulomi di per sé sono normalmente asintomatici. Il fegato può ingrossarsi leggermente e può comparire una forma lieve di ittero (anomala colorazione giallastra della cute e delle sclere). Altri sintomi, se presenti, sono da imputare alla patologia che provoca i granulomi. I granulomi causati da sarcoidosi possono scomparire spontaneamente o durare per anni senza causare sintomi osservabili.

L’epatite granulomatosa idiopatica è una patologia rara, la cui causa non è nota, che provoca granulomi, febbre, dolori muscolari e affaticamento. Spesso, questi sintomi compaiono a periodi per anni.

Diagnosi

  • Esami di diagnostica per immagini del fegato

  • A volte biopsia del fegato

Il medico pone domande sull’uso di droghe e altre patologie in grado di causare granulomi; inoltre, esegue esami del sangue per valutare la funzionalità epatica, nonché esami di diagnostica per immagini, come l’ecografia, la tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica per immagini (RMI). Tuttavia, i riscontri potrebbero non essere indicativi e per confermare la diagnosi può rendersi necessaria una biopsia (la rimozione di un piccolo campione di tessuto epatico per l’esame al microscopio).

Per identificare la causa possono essere necessari altri esami, come le colture cellulari.

Trattamento

  • Trattamento della patologia di base

  • Per la sarcoidosi, talvolta corticosteroidi

Si tenta di trattare la condizione alla base dell’eccessiva coagulazione. Generalmente, i granulomi scompaiono dopo la sospensione di un farmaco in grado di causarli o dopo il trattamento di un’infezione.

Alcune volte, si ricorre ai corticosteroidi per trattare la sarcoidosi, ma se questi farmaci siano in grado di arrestare la progressione della patologia è incerto.

Per ulteriori informazioni

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Panoramica sull’epatite autoimmune
Video
Panoramica sull’epatite autoimmune
Modelli 3D
Vedi Tutto
All’interno del fegato
Modello 3D
All’interno del fegato

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE