Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Febbre da morso di ratto

Di

Larry M. Bush

, MD, FACP, Charles E. Schmidt College of Medicine, Florida Atlantic University

Ultima revisione/verifica completa nov 2020| Ultima modifica dei contenuti nov 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

La febbre da morso di ratto è un’infezione causata da batteri della specie Streptobacillus moniliformis o Spirillum minus.

  • Di solito, l’infezione si contrae attraverso il morso di un ratto infetto.

  • La febbre streptobacillare da morso di ratto provoca dolori articolari.

  • La febbre spirillare da morso di ratto provoca edema linfonodale.

  • Entrambi i tipi causano febbre intermittente ed eruzione cutanea.

  • I medici diagnosticano la febbre da morso di ratto sulla base dei sintomi e possono inviare un campione di sangue o di tessuto infetto in laboratorio per una coltura (febbre streptobacillare da morso di ratto) o per l’esame al microscopio (febbre spirillare da morso di ratto).

  • La febbre da morso di ratto viene trattata efficacemente con gli antibiotici.

(Vedere anche Panoramica sui batteri)

Esistono due tipi di febbre da morso di ratto:

  • Febbre streptobacillare da morso di ratto

  • Febbre spirillare da morso di ratto

La forma streptobacillare è causata da Streptobacillus moniliformis, che vive nella bocca e nella gola di ratti, topi e gerbilli sani. È un batterio a forma di asta chiamato bacillo (vedere la figura Che forma hanno i batteri). L’uomo di solito contrae l’infezione quando viene morso o graffiato da un ratto o un topo, selvatico o domestico. Anche altri roditori e i mustelidi possono trasmettere l’infezione. Talvolta, l’infezione si contrae con il consumo di latte non pastorizzato che contiene i batteri e, in tal caso, è definita febbre di Haverhill. La febbre streptobacillare da morso di ratto è tipica degli Stati Uniti.

La forma spirillare (sodoku) è causata da Spirillum minus, un batterio a forma di spirale simile alle spirochete (vedere la figura Che forma hanno i batteri). Di norma, l’infezione si contrae attraverso il morso di un ratto, o talvolta di un topo, ma non viene causata dal consumo di alimenti contenenti batteri del genere Spirillum. La febbre spirillare da morso di ratto si manifesta principalmente in Asia.

Sintomi

I due tipi di febbre da morso di ratto determinano una sintomatologia simile, ma vi sono alcune differenze.

Febbre streptobacillare da morso di ratto

Nella febbre streptobacillare il morso del ratto, se presente, di solito guarisce rapidamente. Da 1 giorno a circa 3 settimane dopo la guarigione del morso, si sviluppa una sintomatologia a esordio improvviso che include brividi, febbre, vomito, cefalea e dolori alla schiena e alle articolazioni. Qualche giorno più tardi, compare un’eruzione cutanea costituita da piccole papule piane di colore rosso, solitamente sulle mani e sui piedi. In assenza di trattamento, i dolori articolari e l’artrite infettiva (un’infezione del liquido sinoviale e dei tessuti di un’articolazione) possono persistere per diversi giorni o mesi. La febbre può comparire e scomparire ripetutamente per un periodo variabile da qualche settimana a diversi mesi.

La febbre di Haverhill provoca sintomi simili, ma il vomito è più grave e può manifestarsi mal di gola.

I batteri del genere Streptobacillus possono infettare il cuore, dando luogo a endocardite. Possono formarsi ascessi nel cervello o in altri tessuti. Questi problemi e l’artrite infettiva sono rari, ma gravi.

Febbre spirillare da morso di ratto

Nella febbre spirillare, la guarigione della ferita dovuta al morso è solitamente rapida. Tuttavia, da pochi giorni a circa 4 settimane dopo la guarigione, nella sede del morso si presentano arrossamento e gonfiore (infiammazione) e si sviluppa la febbre, che in seguito scompare e ricompare. I linfonodi sono gonfi. In certi casi si sviluppa un’eruzione cutanea, ma è meno pronunciata di quella della forma streptobacillare. Raramente si manifestano dolori articolari.

In assenza di trattamento, la febbre in genere compare e scompare ripetutamente per un periodo massimo di 8 settimane.

Diagnosi

  • Per la febbre streptobacillare da morso di ratto, coltura di un campione di sangue o di liquido sinoviale

  • Per la febbre spirillare da morso di ratto, esame di un campione di sangue o di tessuto infetto

Il medico è spesso in grado di diagnosticare il tipo di febbre da morso di ratto ricercando le differenze principali nella sintomatologia. Per esempio, verificherà la presenza di dolori articolari (che si manifestano nella forma streptobacillare della febbre da morso di ratto) oppure di edema linfonodale (che è caratteristico della forma spirillare).

Per confermare la diagnosi di febbre da morso di ratto di origine streptobacillare, si preleva un campione di sangue o di liquido sinoviale e lo si invia in laboratorio, dove è possibile far crescere (in coltura) i batteri, se presenti, e analizzarli. In qualche caso, il campione viene sottoposto a colorazione con coloranti speciali ed esaminato al microscopio. A volte sono utili le analisi del sangue.

Per confermare la diagnosi di febbre da morso di ratto di origine spirillare, si preleva un campione di sangue oppure di tessuto della sede del morso o di un linfonodo infetto. I batteri spirillari possono essere identificati esaminando il campione al microscopio. Questi batteri non sono coltivabili.

Prognosi

In assenza di trattamento, in circa il 10% dei casi di febbre da morso di ratto si verifica il decesso.

Trattamento

  • Antibiotici

Entrambi i tipi di febbre da morso di ratto vengono trattati con antibiotici come amoxicillina, penicillina, eritromicina o doxiciclina.

In caso di endocardite causata da Streptobacillus moniliformis, si impiega penicillina ad alte dosi in associazione con un altro antibiotico.

Ulteriori informazioni

Di seguito si riporta una risorsa in lingua inglese che può essere utile. Si prega di notare che IL MANUALE non è responsabile del contenuto di questa risorsa.

Centers for Disease Control and Prevention (CDC): Rat-Bite Fever - informazioni sulla febbre da morso di ratto, compresi link sul rischio, sul trattamento e sull’infezione negli animali.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Metti alla prova la tua conoscenza

Infezione da virus respiratorio sinciziale (VRS) e infezione da metapneumovirus umano
L’infezione da virus respiratorio sinciziale (VRS) e l’infezione da metapneumovirus umano (human metapneumovirus, hMPV) causano infezioni dell’apparato respiratorio superiore e talvolta di quello inferiore. I sintomi di entrambi i virus sono simili sebbene i virus siano diversi. In quale delle seguenti fasce di età il VRS è una causa molto comune di infezioni delle vie respiratorie?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE