Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Occlusione intestinale

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Che cos’è un’occlusione intestinale (intestino bloccato)?

È suddiviso in intestino tenue e intestino crasso. L’intestino tenue è un lungo tubo attorcigliato che collega lo stomaco all’intestino crasso. L’intestino crasso è più corto, ma più largo, e va dall’estremità dell’intestino tenue al retto. L’intestino riceve cibo e liquidi dallo stomaco. Digerisce e assorbe la maggior parte di tale materiale, eliminando quanto rimane sotto forma di feci attraverso il retto e l’ano.

Entrambi i tratti intestinali possono ostruirsi.

  • Le cause più comuni di blocco intestinale negli adulti sono tessuto cicatriziale a causa di interventi chirurgici, ernie e tumori

  • Cibo e liquidi non possono spostarsi attraverso l’intestino bloccato,

  • che si gonfia e si riempie di cibo, liquido e gas

  • Insorge dolore crampiforme, nausea e possibile vomito

  • Il blocco viene individuato mediante radiografie

  • Può essere necessario un intervento chirurgico per la sua rimozione

  • Se non trattato, l’intestino può lacerarsi e causare gonfiore e infezione addominale

L’apparato digerente

L’apparato digerente

Quali sono le cause dell’occlusione intestinale?

Nei neonati le occlusioni intestinali sono causate da:

  • Alcuni difetti congeniti

  • Meconio duro (le feci verde scuro prodotte nell’intestino del feto prima della nascita)

  • Torsione di un’ansa intestinale

  • Un segmento di intestino stretto o mancante

  • Un segmento di intestino che scivola dentro un altro (intussuscezione)

  • Un oggetto ingerito dal neonato

Negli adulti, le occlusioni intestinali sono causate da:

  • Tessuto cicatriziale di precedenti interventi chirurgici

  • Un’ernia

  • Cancro

  • Un pezzo di feci dure

Quali sono i sintomi dell’occlusione intestinale?

I sintomi dell’occlusione intestinale di solito comprendono:

  • Crampi o dolore addominale

  • Gonfiore

  • Mancanza di appetito

  • Vomito

  • Mancata evacuazione di feci e aria

Talvolta viene interrotto il flusso ematico verso una parte dell’intestino bloccato. In questo caso, parte dell’intestino muore e può insorgere:

  • Dolore intenso e continuo

  • Febbre dovuta all’infezione

  • Ipotensione e infezione a carico di tutto l’organismo (sepsi)

Come viene diagnosticata un’occlusione intestinale?

Se si sospetta un’occlusione intestinale, di norma il medico esegue:

Come si tratta un’occlusione intestinale?

Il paziente rimane ricoverato in ospedale e:

  • Rimane a digiuno e senza bere

  • Viene introdotta una sonda nell’intestino attraverso il naso (sondino NG) per aspirare tutto il materiale presente dietro al blocco

  • Si somministrano liquidi per via endovenosa (EV)

Talvolta il blocco viene eliminato con il tubo di aspirazione. In caso contrario, può essere necessario un trattamento chirurgico per eliminarlo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Malattia da reflusso gastroesofageo
Video
Malattia da reflusso gastroesofageo
Il tratto gastrointestinale, o GI, è composto da cavità orale, faringe, esofago, stomaco e...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE