Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Ernie della parete addominale

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa ago 2019
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

Che cos’è un’ernia?

Un’ernia è una protrusione di un organo attraverso il muscolo o il tessuto che lo mantiene in posizione.

Esistono molti tipi diversi di ernie. Quelle più comuni sono a carico della parete addominale (pancia).

Che cos’è un’ernia della parete addominale?

Un’ernia della parete addominale è una protrusione nell’addome. La protrusione è creata dall’intestino tenue che spinge attraverso un piccolo foro o un’area indebolita della parete addominale.

  • Un’ernia della parete addominale talvolta crea una protrusione visibile che può essere dolorosa oppure no

  • Le ernie della parete addominale sono comuni, soprattutto nella popolazione maschile

  • Il sollevamento di grossi pesi o uno sforzo può rendere un’ernia più evidente, ma non può causarla

  • Di norma le ernie vengono trattate chirurgicamente

Quali sono i tipi di ernie della parete addominale?

Le ernie vengono classificate in base alla loro sede. Le ernie della parete addominale possono svilupparsi in molti punti diversi:

  • Ernia inguinale: nel solco inguinale o nello scroto (il sacco attorno ai testicoli)

  • Ernia ombelicale: attorno all’ombelico, più comune nei neonati

  • Ernia epigastrica: nel mezzo dell’addome, sopra l’ombelico e sotto la gabbia toracica

  • Ernia femorale: appena sotto il solco inguinale nel comparto mediale della coscia

  • Ernia incisionale: in un punto nel quale la parete addominale è stata tagliata per un intervento chirurgico (può formarsi molti anni dopo l’intervento)

Queste sedi sono tutte punti di debolezza della parete addominale. Un’apertura può svilupparsi spontaneamente o in seguito a uno sforzo.

Un’ernia incarcerata è un’ansa dell’intestino incastrata nell’ernia. Può ostruire l’intestino.

Un’ernia strangolata si verifica quando l’intestino è intrappolato così strettamente che viene interrotto l’afflusso di sangue. La parte dell’intestino che non riceve sufficiente sangue può rompersi e morire; in assenza di trattamento, può essere letale.

Un’“ernia da sport” non è un’ernia vera e propria. È un muscolo lacerato nella parte inferiore dell’addome che può provocare dolore nello stesso punto di un’ernia vera e propria.

Quali sono i sintomi di un’ernia della parete addominale?

Di solito l’unico sintomo di un’ernia è una protrusione in corrispondenza della stessa. È possibile che la protrusione sia visibile solo quando si solleva qualcosa o si fanno sforzi. Di norma il medico o il paziente può far rientrare la protrusione semplicemente spingendola nell’addome.

Le ernie incarcerate non possono essere fatte rientrare nell’addome e possono essere più dolorose.

Le ernie strangolate non possono essere fatte rientrare nell’addome e presentano i seguenti sintomi:

  • Dolore costante che peggiora nel tempo

  • Nausea e vomito

  • Sensibilità della protrusione al tatto

  • Talvolta, arrossamento della pelle attorno alla protrusione

Le ernie incarcerate e strangolate possono bloccare l’intestino impedendo a cibo e liquidi di spostarsi al suo interno. Questo blocco è chiamato occlusione intestinale. L’occlusione intestinale provoca nausea e gonfiore addominale. È un’emergenza.

Come viene diagnosticata un’ernia della parete addominale?

Di norma la diagnosi delle ernie della parete addominale si basa su un esame. Può essere eseguita anche un’ecografia o una TC per accertare che i sintomi non siano dovuti a un altro problema.

Come si trattano le ernie della parete addominale?

Il trattamento dell’ernia dipende dalla sua posizione e dai sintomi. Alcune ernie non vengono trattate, altre necessitano di trattamento chirurgico prima che causino problemi. Se l’ernia è incarcerata o strangolata si procede immediatamente al trattamento chirurgico.

Nei neonati le ernie attorno all’ombelico di solito scompaiono senza trattamento.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Malattia da reflusso gastroesofageo
Video
Malattia da reflusso gastroesofageo
Il tratto gastrointestinale, o GI, è composto da cavità orale, faringe, esofago, stomaco e...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE