Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Appendicite

Di

The Manual's Editorial Staff

Revisionato dal punto di vista medico mar 2021
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
Ottenere tutti i dettagli

Che cos’è l’appendicite?

L’appendice è un piccolo tubo cavo a forma di dito che si trova all’estremità dell’intestino crasso. L’appendicite è un’infiammazione che causa un rigonfiamento dell'appendice, che si infetta.

  • È un problema diffuso

  • I sintomi comuni sono dolore addominale, nausea e febbre

  • L’appendicite viene trattata mediante asportazione chirurgica e antibiotici

Se non trattata, l’appendice può scoppiare (rottura), causando un’infezione addominale chiamata peritonite. La peritonite è potenzialmente letale.

Quali sono le cause dell’appendicite?

L’appendicite di solito è causata da un blocco dell’appendice da parte di qualcosa, per esempio un minuscolo pezzo di feci dure. Il blocco provoca infezione e gonfiore.

Quali sono i sintomi dell’appendicite?

I sintomi dell’appendicite sono:

  • Dolore che inizia nella parte mediana dell’addome superiore e si sposta all’addome inferiore destro

  • Il dolore peggiora gradualmente nel corso di uno o due giorni

  • e aumenta con il movimento o tossendo o premendo sul punto dolente

  • Perdita dell’appetito

  • Nausea e vomito

  • Talvolta febbre a 37,7-38,3 °C

Molte persone, neonati e bambini:

  • possono avvertire dolore diffuso a tutto l’addome, non solo localizzato nella parte inferiore destra

Nei soggetti anziani e nelle donne in gravidanza:

  • il dolore può essere meno intenso e l’area addominale può essere meno sensibile

Se l’appendice si rompe:

Come viene diagnosticata l’appendicite?

Come si tratta l’appendicite?

L’appendicite viene trattata:

  • Chirurgicamente, per rimuoverla attraverso un’incisione o in laparoscopia

  • Somministrazione di antibiotici direttamente in vena (per via EV)

Se l’appendicite è già scoppiata al momento dell’intervento chirurgico, è necessario rimanere in ospedale e assumere antibiotici e liquidi per via EV per un periodo maggiore, per evitare sepsi.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
CONSULTA LA VERSIONE PER I PROFESSIONISTI
PARTE SUPERIORE