Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Ernia diaframmatica

Di

William J. Cochran

, MD, Geisinger Clinic

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

L'ernia diaframmatica è una protrusione del contenuto addominale nel torace attraverso un difetto del diaframma. La compressione dei polmoni può causare ipertensione polmonare persistente. La diagnosi viene effettuata mediante RX torace. La terapia consiste nella riparazione chirurgica.

L'ernia diaframmatica di solito interessa la porzione postero-laterale del diaframma (ernia di Bochdalek) nel 95% dei casi e si riscontra nell'85% dei casi sul lato sinistro; nel 2% dei casi è bilaterale. L'incidenza stimata è di 1-4/10 000 nati vivi. Le ernie anteriori (ernia di Morgagni) sono molto meno frequenti (5% dei casi). Altre anomalie congenite sono presenti in circa il 50% dei casi, e l'insufficienza surrenalica è relativamente comune.

Anse di piccolo e grande intestino, stomaco, fegato e milza possono protrudere nell'emitorace del lato interessato. Se l'ernia è di grandi dimensioni e la quantità del contenuto addominale erniato è sostanziale, il polmone del lato interessato sarà ipoplasico. Altre conseguenze polmonari comprendono l'iposviluppo della vascolarizzazione polmonare, che comporta un aumento della resistenza vascolare polmonare e quindi ipertensione polmonare. L'ipertensione polmonare persistente porta a un passaggio di sangue dalla circolazione cardiaca destra a quella sinistra a livello del forame ovale o attraverso la pervietà del dotto arterioso, che impedisce un'adeguata ossigenazione anche con supplemento di ossigeno o ventilazione meccanica. L'ipertensione polmonare persistente è la principale causa di decessi tra i neonati con ernia diaframmatica congenita.

Sintomatologia

Il distress respiratorio si verifica in genere nelle prime ore dopo la nascita e si verifica subito dopo il parto nei casi più gravi. Dopo la nascita, appena il neonato piange e deglutisce aria, lo stomaco e le anse intestinali si riempiono rapidamente di aria e si distendono, provocando difficoltà respiratoria acuta, poiché il cuore e le strutture mediastiniche sono respinte a destra (con ernia più frequente a sinistra), comprimendo il polmone destro normale. È possibile osservare un addome scafoide (dovuto allo spostamento dei visceri addominali nel torace). I borborigmi intestinali (e l'assenza di rumori respiratori) sono udibili sull'emitorace coinvolto.

Nei casi meno gravi, dopo qualche ora o giorno si sviluppa una lieve difficoltà respiratoria, per la progressiva erniazione del contenuto addominale nel torace attraverso un difetto diaframmatico più piccolo. Raramente, la presentazione è ritardata fino al più tardi durante l'infanzia, a volte dopo un attacco di enterite infettiva, che causa improvvisa ernia dell'intestino nel torace.

Diagnosi

  • A volte ecografia prenatale

  • RX torace

Talvolta l'ernia diaframmatica è diagnosticata grazie all'ecografia prenatale.

Nella sala parto, l'ernia diaframmatica può essere sospettata quando i neonati con difficoltà respiratoria hanno un addome scafoide.

Dopo la nascita, la diagnosi viene effettuata con la RX torace che mostra lo stomaco e l'intestino protrudenti nel torace. In un difetto ampio, vi sono numerose anse intestinali distese dall'aria che occupano l'emitorace con spostamento controlaterale del cuore e delle strutture mediastiniche. Se la RX è eseguita immediatamente dopo il parto, prima che il bambino abbia ingerito aria, il contenuto addominale appare nell'emitorace come una massa radiopaca priva di aria.

Trattamento

  • Riparazione chirurgica

Se si sospetta un'ernia diaframmatica in un neonato con distress respiratorio, il neonato deve essere immediatamente intubato per via endotracheale e ventilato nella sala parto. La ventilazione con maschera a pallone deve essere evitata perché può riempire d'aria i visceri intratoracici dislocati aggravando una respirazione già compromessa. L'aspirazione nasogastrica continua con un sondino nasogastrico a doppio lume impedisce all'aria ingerita di progredire nel tratto gastrointestinale e di provocare un'ulteriore compressione del polmone.

L'intervento chirurgico è necessario per riposizionare l'intestino nell'addome e per correggere il difetto diaframmatico dopo aver gestito ottimamente la funzione polmonare del neonato, l'equilibrio acido-base e la pressione arteriosa.

Consigli ed errori da evitare

  • Evitare la ventilazione con maschera a pallone nei neonati con distress respiratorio a causa di ernia diaframmatica perché può gonfiare ulteriormente i visceri intratoracici dislocati.

Una grave ipertensione polmonare persistente richiede una stabilizzazione prima dell'intervento con ossido nitrico per inalazione, che può servire a dilatare le arterie polmonari e a migliorare l'ossigenazione sistemica. Studi hanno dimostrato come sia possibile ottenere risultati migliori attraverso l'uso dell'ossigenazione extracorporea a membrana; tuttavia, i neonati con estrema ipoplasia polmonare non riescono ancora a sopravvivere. È molto difficile effettuare con successo il trasporto di un neonato critico con ernia diaframmatica congenita e ipertensione polmonare persistente. Di conseguenza, se la diagnosi di ernia diaframmatica congenita viene effettuata con l'ecografia prenatale, è più prudente un parto presso un centro pediatrico attrezzato con ossigenazione extracorporea a membrana.

Punti chiave

  • Un'ernia diaframmatica congenita può permettere al contenuto addominale di entrare nella cavità toracica, comprimendo il polmone e causando distress respiratorio neonatale.

  • La diagnosi viene posta mediante RX torace.

  • Trattare con intubazione endotracheale seguita da riparazione chirurgica.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come effettuare la rianimazione neonatale
Video
Come effettuare la rianimazione neonatale
Modelli 3D
Vedi Tutto
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro
Modello 3D
Fibrosi cistica: difettoso trasporto di cloruro

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE