Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Orchite

Di

Patrick J. Shenot

, MD, Sidney Kimmel Medical College at Thomas Jefferson University

Ultima modifica dei contenuti ago 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Risorse sull’argomento

L'orchite è un'infezione dei testicoli, tipicamente correlata al virus della parotite. I sintomi sono il dolore e il gonfiore testicolare. La diagnosi è clinica. La terapia è sintomatica. Il trattamento antibiotico è indicato solo se viene identificata un'infezione batterica.

L'orchite isolata (ossia, un'infezione localizzata ai soli testicoli) è quasi sempre di origine virale e la maggior parte dei casi è dovuta alla parotite. Tra le cause rare sono comprese la sifilide congenita, la tubercolosi, la lebbra, le infezioni virali da echovirus, la coriomeningite linfocitaria, le infezioni da coxsackievirus, la mononucleosi, la varicella e le infezioni da arborvirus di gruppo B. La maggior parte delle orchiti batteriche è il risultato di una grave epididimite batterica estesa al testicolo (orchi-epididimite).

L'orchite si sviluppa nel 20-25% dei maschi con parotite; l'80% dei casi si verifica in pazienti di età < 10 anni. Due terzi dei casi sono unilaterali e un terzo bilaterale. Il 60% dei pazienti con orchite da parotite sviluppa atrofia in almeno un testicolo. L'atrofia non è correlata alla fertilità o alla gravità dell'orchite. Non sembra che l'orchite parotitica aumenti l'incidenza di tumori, ma la malattia riduce la fertilità in un quarto dei maschi dopo un'orchite monolaterale e in due terzi dei maschi che hanno avuto una malattia bilaterale.

Sintomatologia

L'orchite parotitica monolaterale si sviluppa in maniera acuta tra il 4o e il 7o giorno dopo l'aumento di volume delle parotidi da parotite epidemica. Nel 30% di casi, la malattia si estende all'altro testicolo in 1-9 giorni. Il dolore può essere di qualsiasi grado di intensità. Oltre al dolore e al rigonfiamento dei testicoli, possono essere presenti sintomi sistemici come il malessere, la febbre, la nausea, la cefalea e le mialgie. L'esame obiettivo del testicolo rivela dolorabilità, aumento di volume e di consistenza del testicolo, nonché edema ed eritema della cute scrotale.

Altre cause infettive producono una sintomatologia simile con una velocità di insorgenza e un'intensità che sono correlate alla loro patogenicità.

Diagnosi

  • Valutazione clinica e indagini diagnostiche selettive

  • Ecocolordoppler per escludere altre cause di scroto acuto

L'anamnesi e l'esame obiettivo in genere orientano la diagnosi di orchite. La diagnosi differenziale urgente di orchite rispetto alla torsione testicolare e alle altre cause di aumento volumetrico scrotale acuto e di dolore si consegue con l'ecocolordoppler.

La diagnosi di parotite può essere confermata dalla ricerca degli anticorpi sierici con l'immunofluorescenza. Altri agenti infettivi possono essere identificati con l'urinocoltura o con i test sierologici.

Trattamento

  • Interventi con analgesici

  • Antibiotici se vi è infezione batterica

La terapia sintomatica con analgesici e impacchi caldi o freddi è sufficiente se è stata esclusa un'infezione batterica. Le infezioni batteriche (generalmente causa di orchi-epididimite) sono trattate con antibiotici appropriati.

È raccomandato il follow up urologico.

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Video
Come fare il cateterismo uretrale nei maschi
Modelli 3D
Vedi Tutto
Sistema riproduttivo maschile
Modello 3D
Sistema riproduttivo maschile

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE