Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Aneurismi arteriosi periferici

Di

Koon K. Teo

, MBBCh, PhD, McMaster University, Hamilton, Ontario, Canada

Ultima modifica dei contenuti lug 2019
Clicca qui per l’educazione dei pazienti

Gli aneurismi delle arterie periferiche sono delle ectasie segmentarie anomale a carico delle arterie periferiche causate dall'indebolimento della parete arteriosa.

(Vedi anche Aneurismi.)

Circa il 70% degli aneurismi delle arterie periferiche è costituito da aneurismi poplitei; il 20% da iliacofemorali. Gli aneurismi in queste sedi sono frequentemente associati ad aneurismi dell'aorta addominale e > 50% è bilaterale. La rottura è piuttosto rara, ma questi aneurismi possono causare tromboembolie. Gli aneurismi arteriosi periferici si verificano negli uomini molto più spesso che nelle donne (> 20:1); l'età media d'esordio è di 65 anni. Gli aneurismi che interessano le arterie delle braccia sono relativamente rari; possono provocare ischemia degli arti, embolie distali e ictus.

Gli aneurismi infetti si possono sviluppare a carico di qualunque arteria, ma sono più frequenti nell'arteria femorale. Essi sono generalmente dovuti a salmonelle, stafilococchi, o Treponema pallidum (responsabile dell'aneurisma sifilitico).

Le cause più frequenti degli aneurismi arteriosi periferici comprendono l'aterosclerosi, l'intrappolamento dell'arteria poplitea e gli emboli settici (che causano aneurismi infetti).

Gli aneurismi delle arterie periferiche sono solitamente asintomatici al momento della diagnosi. La trombosi o l'embolia (o, raramente, la rottura di aneurisma) possono causare dolore, riduzione del termotatto, pallore, parestesie o assenza di polsi arteriosi a carico delle estremità. Gli aneurismi infetti possono causare dolore locale, febbre, malessere e perdita di peso.

La diagnosi viene effettuata tramite ecografia, angio-RM o TC. Gli aneurismi poplitei possono essere sospettati in presenza, all'esame obiettivo, di un'arteria dilatata e pulsante; la diagnosi viene confermata con gli esami strumentali radiologici.

Il rischio di rottura degli aneurismi degli arti è basso (< 5% per i poplitei e 1-14% per gli aneurismi ileofemorali). Per gli aneurismi delle arterie degli arti inferiori, la riparazione chirurgica avviene spesso in elezione. L'indicazione chirurgica viene effettuata quando le arterie raggiungono il doppio delle normali dimensioni o quando il paziente è sintomatico. Tuttavia, la riparazione chirurgica è indicata in tutti gli aneurismi dell'arto superiore poiché sono a maggior rischio di complicanze gravi (p. es., tromboembolia). Il tratto arterioso colpito è escisso e sostituito con un innesto protesico. La percentuale di salvataggio dell'arto dopo la riparazione chirurgica va dal 90 al 98% nei pazienti asintomatici e dal 70 all'80% nei pazienti sintomatici.

In alcuni pazienti, è possibile una riparazione attraverso protesi endovascolare con stent.

Punti chiave

  • Gli aneurismi arteriosi periferici si verificano principalmente negli uomini; la sede più frequente è l'arteria poplitea.

  • Le complicanze sono rare e comprendono la rottura e la tromboembolia.

  • Trattare gli aneurismi degli arti inferiori se i pazienti sono sintomatici o se l'arteria è due volte più grande rispetto alle dimensioni normali; si devono trattare tutti gli aneurismi degli arti superiori a causa del maggior rischio di complicanze gravi (p. es., ictus).

Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE