Manuale Msd

Please confirm that you are a health care professional

Caricamento in corso

Valutazione della caviglia

Di

Alexandra Villa-Forte

, MD, MPH,

  • Cleveland Clinic

Ultima modifica dei contenuti feb 2020
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
Risorse sull’argomento

Esame obiettivo della caviglia

Il paziente viene osservato mentre cammina, ma solo se non vi sono lesioni gravi che potrebbero essere aggravate o complicate dal peso.

La caviglia viene ispezionata per deformità, gonfiore, discromie della cute, atrofia muscolare e asimmetria con il lato opposto. I muscoli inferiori delle gambe vengono ispezionati ricercando atrofia.

La sensazione al tocco leggero viene testata, al minimo, nella parte superiore del primo spazio palmato e del lato del piede. Il polso pedidio viene palpato sulla parte anteriore del piede e il polso tibiale posteriore viene palpato dietro il malleolo mediale.

La caviglia viene delicatamente avvertita per il calore e per rilevare il gonfiore sottile. Il confronto con il lato non affetto è utile. La palpazione per identificare le zone di dolorabilità è eseguita sulle ossa e poi sui principali legamenti. Toccare solo l'osso, e poi solo il legamento, può aiutare a distinguere la lesione ossea dalla lesione legamentosa.

Lateralmente, la palpazione comprende la punta del malleolo laterale, il perone e i tre legamenti laterali: talofibulare anteriore, talofibulare posteriore e fibulocalcaneare. Poiché un trauma in inversione della caviglia può fratturare il perone prossimale, il perone prossimale viene palpato. Viene palpata anche la base del 5o osso metatarsale.

Ossa del piede e della caviglia

Ossa del piede e della caviglia

La cupola dell'astragalo viene palpata se il gonfiore delle caviglie è grave e a forma di uovo dopo una lesione alla caviglia.

Medialmente, la palpazione comprende la punta del malleolo mediale, la tibia, l'osso navicolare e il complesso del legamento deltoide mediale.

Il range di movimento passivo viene testato per dorsiflessione, flessione plantare, eversione (mentre si fissa il tallone) e inversione (ruotando il tallone verso l'interno). Viene testata l'articolarità attiva per dorsiflessione, flessione plantare ed eversione.

Dopo l'infortunio, se i sintomi del paziente lo consentono, si può effettuare un test provocatorio per danno a legamenti e tendini. L'instabilità dopo distorsioni della caviglia, in particolare distorsioni laterali, è valutata dal test del cassetto anteriore. Per questo test, l'esaminatore stabilizza la gamba inferiore del paziente con una mano, mette l'altra mano sotto il piede del paziente e calza il tallone e tira il tallone anteriormente. Se i legamenti sono intatti, non ci deve essere alcuna lassità con lo stress anteriore. Per verificare le rotture del tendine di Achille, si esegue il test di Thompson. Per questo test, l'esaminatore stringe i muscoli del polpaccio mentre il paziente è prono. L'assenza della normale flessione plantare con questa manovra suggerisce una lacerazione completa o funzionalmente significativa.

Artrocentesi della caviglia

L'entrata dell'ago si verifica solo anteriormente al malleolo mediale e lateralmente al tendine tibiale anteriore, oltre la cavità sull'aspetto anteriore del malleolo. In alternativa, l'ago può essere inserito soltanto medialmente sul tendine tibiale anteriore. Un ago calibro 25-30 viene utilizzato per infiltrare un anestetico locale sul sito di ingresso dell'ago. Più anestetico viene poi iniettato lungo la traiettoria anticipata dell'ago di artrocentesi (circa 1 pollice [2,54 cm]), ma lo spazio articolare non deve essere ancora inserito. Un ago da 1 a 2 pollici (2,54-5,08 cm), 20 gauge viene quindi utilizzato per aspirare l'articolazione. La cute viene penetrata perpendicolarmente e l'ago viene diretto posteriormente nello spazio articolare, con una contropressione sullo stantuffo della siringa durante l'avanzamento. Il liquido sinoviale entra nella siringa quando si accede all'articolazione. Tutto il liquido viene drenato dall'articolazione. L'ago viene reindirizzato con un'angolazione diversa se colpisce l'osso.

Artrocentesi della caviglia

Il liquido sinoviale viene prelevato dall'articolazione tibiotalare. Il piede del paziente rimane in leggera flessione plantare. L'entrata dell'ago si verifica solo anteriormente al malleolo mediale e laterale al tendine anteriore del tibiale.

Artrocentesi della caviglia
Clicca qui per l’educazione dei pazienti
NOTA: Questa è la Versione per Professionisti. CLICCA QUI per accedere alla versione per i pazienti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE