Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

honeypot link

Ostruzioni dell’orecchio

Di

Bradley W. Kesser

, MD, University of Virginia School of Medicine

Ultima revisione/verifica completa set 2020| Ultima modifica dei contenuti set 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
I fatti in Breve

Il condotto uditivo può essere ostruito da cerume, tessuto cicatriziale, un corpo estraneo o un insetto. Altre ostruzioni si possono verificare quando i soggetti, soprattutto i bambini, inseriscono nel condotto uditivo corpi estranei come perline, gomme per cancellare e fagioli.

Sintomi delle ostruzioni dell’orecchio

Le ostruzioni dell’orecchio possono provocare

  • Prurito

  • Dolore

  • Sensazione di pressione nell’orecchio

  • Temporanea perdita dell’udito

I sintomi dovuti a un eccesso di cerume possono variare da prurito a sensazione di pressione nell’orecchio a perdita dell’udito. Tuttavia, perfino grosse quantità di cerume spesso sono asintomatiche.

Gli oggetti estranei possono passare inosservati finché non causano dolore, prurito, infezione o una secrezione maleodorante piena di pus.

Trattamento delle ostruzioni dell’orecchio

  • Metodi per rimuovere le ostruzioni dell’orecchio

Prima e dopo aver cercato di rimuovere un tappo di cerume, un corpo estraneo o un insetto, il medico può svolgere un controllo dell’udito, soprattutto se la persona lamenta anche la perdita dell’udito. Se il soggetto non recupera l’udito dopo la rimozione del blocco, è possibile che l’orecchio medio o interno abbia subito un danno dal blocco (o dai precedenti tentativi di rimuoverlo). Se, dopo la rimozione del blocco, l’udito del soggetto peggiora, la procedura di rimozione potrebbe aver causato un danno. Una lesione permanente del condotto uditivo o del timpano, dolore e perdita dell’udito sono rari se il cerume o i corpi estranei vengono rimossi in modo attento e sicuro, con luce e strumenti appropriati.

Rimozione del cerume

Per rimuovere il cerume, il medico può utilizzare

  • Una curette auricolare: uno strumento con un’asola all’estremità

  • Un dispositivo di aspirazione

Questi metodi possono essere più rapidi e sicuri rispetto all’uso di acqua (irrigazione) per rimuovere il cerume. Talvolta, si ricorre all’irrigazione, che può essere unita a un agente per ammorbidire il cerume. L’irrigazione non è mai usata in presenza di una perforazione (foro) in corso o pregressa del timpano, poiché l’acqua può entrare nell’orecchio medio (lo spazio che contiene aria dall’altra parte del timpano) e causare infezione. Allo stesso modo, l’irrigazione non viene usata in presenza di qualsiasi tipo di secrezione dall’orecchio, poiché la secrezione potrebbe derivare dalla perforazione del timpano. Il modo più sicuro per rimuovere le secrezioni dell’orecchio consiste nell’utilizzo di un piccolo dispositivo di aspirazione e un microscopio. L’irrigazione non viene praticata neanche in persone affette da infezione auricolare, diabete mellito, qualsiasi disturbo che indebolisca il sistema immunitario, precedente radioterapia della testa e del collo, alcune anomalie del condotto uditivo e in caso di assunzione di farmaci anticoagulanti.

Alcuni solventi (come docusato di sodio liquido, perossido di idrogeno, glicerina o olio minerale) aiutano ad ammorbidire il cerume prima che il medico tenti di rimuoverlo. Tuttavia, questi solventi non possono essere usati per lunghi periodi, poiché possono causare irritazione cutanea o reazioni allergiche nel condotto uditivo. Non è consigliabile rimuovere il cerume a casa con bastoncini cotonati, forcine per capelli, matite, coni per l’igiene dell’orecchio o qualsiasi altro strumento. Tali tentativi in genere non fanno altro che spingere ancora più a fondo il cerume nel condotto e possono danneggiare il timpano. Per alcune persone, che hanno un condotto uditivo stretto, del cerume appiccicoso o denso o un disturbo della cute nel condotto uditivo Dermatite del condotto uditivo La dermatite del condotto uditivo provoca prurito, desquamazione e gonfiore della cute all’ingresso e all’interno del condotto uditivo. Esistono due tipi di dermatite del condotto uditivo: Dermatite... maggiori informazioni , è necessaria una pulizia regolare da parte di un medico. Le candele per orecchie non sono efficaci né sicure e sono fortemente sconsigliate.

Sapevate che…

  • Non è consigliabile rimuovere il cerume a casa con bastoncini cotonati, forcine per capelli, matite, coni per l’igiene dell’orecchio o qualsiasi altro strumento. Tali tentativi in genere non fanno altro che spingere ancora più a fondo il cerume nel condotto e possono danneggiare il timpano.

Rimozione di un corpo estraneo

I corpi estranei nel condotto uditivo devono essere rimossi da un otorinolaringoiatra (un medico specializzato nei disturbi di orecchie, naso e gola). L’otorinolaringoiatra rimuove con cautela il corpo estraneo usando un microscopio e strumenti adatti. Per alcuni oggetti, il medico usa un piccolo uncino smusso o un piccolo dispositivo aspiratore. Gli oggetti con bordi (come la carta) possono essere rimossi con delle pinzette a coccodrillo. Gli oggetti situati in profondità sono più difficili da rimuovere per il rischio di danneggiare il timpano. In molti bambini la rimozione di un corpo estraneo di solito è più sicura in sala operatoria, dove il bambino può essere sedato o anestetizzato per ridurre il dolore e aiutarlo a stare fermo, prevenendo ulteriori lesioni all’orecchio.

Anche gli insetti, soprattutto gli scarafaggi, possono ostruire il condotto. Per uccidere l’insetto, il medico riempie il canale con lidocaina addensata (un agente che stordisce l’insetto che fornisce un immediato sollievo dal dolore) o alcol (se il timpano è intatto). Dopo qualche minuto, l’insetto muore, consentendo al medico di rimuoverlo.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni
Metti alla prova la tua conoscenza
Mal d’orecchie
Quale tra i fattori seguenti ha maggiore probabilità di causare mal d’orecchio cronico (dolore che dura più di 2 settimane)?

Potrebbe anche Interessarti

PARTE SUPERIORE