Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Diverticolite

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa gen 2020| Ultima modifica dei contenuti gen 2020
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Risorse sull’argomento

L’intestino è il lungo tubo dell’apparato digerente che digerisce il cibo e assorbe i nutrienti. suddiviso in intestino crasso e intestino tenue. L’intestino crasso (colon) collega l’intestino tenue al retto (la tasca all'estremità del colon dove vengono conservate le feci fino all’evacuazione). Al suo interno possono svilupparsi piccole sacche o tasche (diverticoli), probabilmente a causa di un’alta pressione interna. La presenza di varie sacche è chiamata diverticolosi.

Che cos’è la diverticolite?

La diverticolite è una complicanza della diverticolosi. Feci e batteri rimangono intrappolati nei diverticoli, piccole sacche o tasche che si formano nella mucosa intestinale, causando un’infezione.

  • I sintomi includono dolore nella parte inferiore sinistra dell’addome, sensibilità e febbre

  • La diverticolite viene individuata mediante una TC

  • Il trattamento include riposo, dieta liquida e antibiotici

  • In caso di sintomi gravi, può essere necessario un ricovero ospedaliero e talvolta trattamento chirurgico

Intestino crasso con diverticoli

I diverticoli sono sacche simili a palloncini che possono svilupparsi nell’intestino crasso.

Intestino crasso con diverticoli

Quali sono le cause della diverticolite?

La diverticolite insorge in soggetti con diverticolosi, una condizione che consiste nella formazione di sacche o tasche nell’intestino crasso.

Talvolta feci e batteri penetrano in una delle sacche (diverticoli), causando infiammazione e infezione.

  • La diverticolite interessa di norma la parte più bassa dell’intestino crasso

  • Tende ad essere più grave negli anziani e nei soggetti che assumono corticosteroidi

Chi soffre di diverticolosi presenta un rischio maggiore di sviluppare diverticolite se:

  • È anziano

  • è in sovrappeso

  • Non fa attività fisica

  • Fumo

  • Segue una dieta ricca di grassi e a basso contenuto di fibre

  • Assume alcuni medicinali, come corticosteroidi, analgesici oppioidi e farmaci antinfiammatori

Quali sono i sintomi della diverticolite?

La diverticolite causa:

  • Dolore nella parte inferiore sinistra dell’addome

  • Dolorabilità

  • Febbre

La diverticolite può provocare problemi quali:

  • Ascesso (una raccolta di pus)

  • Infezioni negli organi adiacenti o nello spazio addominale tra gli organi (peritonite)

  • Gravi infezioni del sangue che provocano un malfunzionamento di altri organi (sepsi)

  • Ostruzione intestinale a causa della cicatrizzazione dell’intestino

  • Fistole (una connessione anomala tra due organi che normalmente non sono collegati, come intestino e vescica)

Alcune complicanze della diverticolite

Alcune complicanze della diverticolite

Come viene diagnosticata la diverticolite?

Di solito si eseguono esami quali:

  • TC

  • Esami del sangue per controllare infezioni e altri motivi del dolore addominale

Come si tratta la diverticolite?

La diverticolite lieve può essere trattata a casa con:

  • Riposo

  • Una dieta speciale: per alcuni giorni, completamente liquida (brodo, succo di frutta o acqua) e successivamente aggiungendo cibi teneri come uova, verdure cotte o yogurt

  • Farmaci analgesici

  • Talvolta antibiotici

Se i sintomi sono più gravi, può essere necessario rimanere in ospedale per il trattamento, che può prevedere:

  • Liquidi e antibiotici per via endovenosa

  • Farmaci analgesici

  • Riposo a letto

  • Digiuno fino alla scomparsa dei sintomi

  • Talvolta, drenaggio di un’infezione con raccolta di pus (ascesso) inserendo un ago attraverso la pelle

Nei seguenti casi, può essere necessario un trattamento chirurgico d’emergenza:

  • I sintomi non migliorano o peggiorano

  • Dolore, dolorabilità e febbre aumentano

  • Blocco intestinale

  • Lacerazione intestinale che provoca un’infezione della mucosa addominale (peritonite)

  • Presenza di un ascesso che deve essere drenato

Il medico rimuove la parte rotta (lacerata) dell’intestino e ricongiunge i due monconi intestinali oppure esegue una colostomia temporanea, vale a dire un’apertura chirurgica nell’addome da cui fuoriesce un’estremità dell’intestino. Durante il processo di guarigione, le feci vengono evacuate nella sacca colostomica.

Anche una fistola può essere trattata chirurgicamente.

Diverse settimane dopo il miglioramento delle condizioni del paziente i medici di solito eseguono una colonscopia (esame del colon che prevede l’inserimento nel retto di un sottile tubicino dotato di una piccola telecamera) per assicurarsi che l’intestino sia guarito.

I medici raccomandano inoltre di:

  • Consumare più fibre

  • Fare attività fisica

  • Perdere peso, se si è in sovrappeso

  • Non fumare

È importante rivolgersi al medico se i sintomi di diverticolite si ripresentano.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

Video

Vedi Tutto
Malattia da reflusso gastroesofageo
Video
Malattia da reflusso gastroesofageo
Il tratto gastrointestinale, o GI, è composto da cavità orale, faringe, esofago, stomaco e...

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE