Manuale Msd

Please confirm that you are not located inside the Russian Federation

Caricamento in corso
I fatti in Breve

Pulpite

Di

The Manual's Editorial Staff

Ultima revisione/verifica completa apr 2018| Ultima modifica dei contenuti apr 2018
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottenere tutti i dettagli
Risorse sull’argomento

La superficie esterna dura dei denti è chiamata smalto. La polpa è uno strato più soffice situato in profondità nel dente. La polpa contiene i vasi sanguigni e i nervi del dente.

Cos’è la pulpite?

La pulpite è una dolorosa infiammazione (gonfiore) della polpa del dente.

  • La pulpite è di norma causata dalla carie dentale

  • Lesioni ai denti possono anch’esse causare pulpite

  • Se trattata, la pulpite lieve di solito migliora senza problemi

  • La pulpite può provocare infezioni che si diffondono alla mandibola o ad altre parti del corpo

  • La pulpite grave si tratta mediante un canale radicolare o l’estrazione del dente

Dente

Dente

Quali sono le cause della pulpite?

Le cause della pulpite includono:

  • Lesioni ai denti a causa di incidenti, digrignamento dei denti o talvolta una grossa mole di lavoro dentale a carico del dente

Quali sono i sintomi della pulpite?

La pulpite provoca:

  • Mal di denti con dolore che può essere lieve e intermittente, oppure intenso e costante

  • Sensibilità a cibi caldi o freddi

  • Sensibilità alla pressione sul dente causata dalla masticazione

  • Talvolta dolore a livello della mandibola, dell’orecchio o della testa

La pulpite che coinvolge infezioni batteriche di solito provoca dolore costante. I batteri possono formare una raccolta di pus chiamata ascesso. Talvolta l’infezione può diffondersi ad altre parti del corpo. In presenza di un ascesso il dente è molto doloroso ed è sensibile alla pressione o al picchiettio di uno strumento dentistico.

Come viene diagnosticata la pulpite?

Il dentista controlla la polpa del dente mediante:

  • Esami per vedere se il dente è sensibile a oggetti caldi, dolci o freddi

  • Un tester per valutare la vitalità pulpare

  • Picchiettando il dente per vedere se il tessuto adiacente è doloroso

  • Radiografie per vedere quando è diffuso il problema

Come si tratta la pulpite?

In caso di pulpite lieve, il dentista estrae eventuale carie e riempie le cavità. Talvolta i dentisti usano un’otturazione temporanea contenente analgesici per 6-8 settimane prima di inserirne una permanente.

Se la polpa è gravemente danneggiata e non può guarire, il dentista somministra un analgesico e:

  • Esegue un canale radicolare per rimuovere la polpa dal dente quindi riempe e sigilla il canale del dente

  • Estrae il dente se non può essere salvato

In presenza di un’infezione, somministra anche antibiotici.

NOTA: Questa è la Versione per i pazienti. CLICCA QUI per accedere alla Versione per i professionisti
per accedere alla Versione per i professionisti
Ottieni

Potrebbe anche Interessarti

SOCIAL MEDIA

PARTE SUPERIORE